Sulle Land Rover Discovery Sport e Range Rover Evoque debuttano i nuovi motori Ingenium

2.0 Si4 benzina da 240 e 290 cv e 2.0 Sd4 diesel da 240 cv

I tre nuovi motori della famiglia Ingenium, due a benzina ed uno diesel, incrementano ulteriormente le performance dei due Suv compatti ma senza per questo incidere negativamente su emissioni e consumi.
Sulle Land Rover Discovery Sport e Range Rover Evoque debuttano i nuovi motori Ingenium

Land Rover ha arricchito oggi la gamma dei motori disponibili per Land Rover Discovery Sport e per Range Rover Evoque grazie a due nuovi propulsori a benzina Ingenium Si4, da 240 e 290 cv, e ad un nuovo diesel Ingenium Sd4 da 240 cv. I tre nuovi motori della famiglia Ingenium incrementano ulteriormente le performance dei Suv compatti su citati ma senza per questo incidere negativamente su emissioni e consumi.

Difatti come specifica Jaguar Land Rover riguardo i nuovi motori Ingenium, “le loro avanzate tecnologie garantiscono performance eccezionali, efficienza e raffinatezza, pur ottemperando alle più stringenti normative internazionali sulle emissioni.”  In tal contesto tutti i nuovi motori garantiscono, difatti, un perfetto mix di potenza ed efficienza.

Nello specifico il nuovo propulsore Ingenium a benzina 2.0 Si4 sviluppa una potenza di 240 cv ed una coppia di 340 Nm. Questo motore è del 15% più efficiente del precedente GTDi. Il nuovo propulsore Ingenium a benzina 2.0 Si4, ancora più potente, da 290 cv invece arriva ad una coppia motrice massima di ben 400 Nm. Quest’ultimo propulsore è in grado di spingere l’Evoque da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi e consente di farle raggiungere una velocità massima di 231 km/h.

Il nuovo diesel Ingenium 2.0 Sd4, invece, è in grado di erogare 240 cv di potenza ed una coppia di ben 500 Nm. Grazie a questa nuova motorizzazione la Land Rover Discovery Sport riesce ad accelerare da 0 a 100 km/h in soli 7,5 secondi. Questo brillante risultato è dovuto alla nuova tecnologia del turbo twin scroll che permette di fornire sempre il massimo della potenza.

Nel dettaglio della tecnica, i nuovi motori Ingenium a benzina prevedono per l’appunto turbocompressore twin scroll, condotti di scarico integrati, iniezione diretta a 2000 bar ed il controllo elettroidraulico delle valvole di aspirazione. Inoltre sul potente Si4 da 290 cv “il tradizionale sistema di cuscinetti idrodinamici del turbo è sostituito con cartucce con cuscinetti a sfere, che garantiscono migliori prestazioni, nonché risposta ai transienti e maggior efficienza”.

I nuovi propulsori Ingenium a gasolio vantano, invece, una elevata rigidità del carter, due contralberi, supporti idraulici attivi del motore, un raffinato sistema di ricircolo dei gas di scarico (EGR che impiega un circuito raffreddato a bassa pressione in aggiunta a quello ad alta pressione) ed un sistema di riduzione catalitica selettiva (SCR) che abbatte decisamente i livelli di emissioni di NOx allo scarico.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati