Passione Caracciola 2017, spettacolo all’Autodromo di Monza [VIDEO HOT LAP e FOTO]

Auto rarissime e la partecipazione delle Mercedes AMG

Ha preso il via da Milano la terza edizione di Passione Caracciola, la grande gara di regolarità tra auto storiche dedicata a Rudi Caracciola, storico pilota tedesco di origini napoletane che fece la fortuna di marchi come Alfa Romeo e, soprattutto, le Frecce d’Argento di Mercedes. Abbiamo partecipato alla tappa presso l’autodromo di Monza, immergendoci nella storia più esclusiva dell’automobilismo

Rudolf Caracciola, detto Rudi, nacque nel 1901 a Remagen, in Germania. Il suo nome, puramente italiano, era eredità della sua famiglia da secoli, quando si trasferì da Napoli alla Renania. La sua carriera iniziò nel ’22 con Mercedes e da allora ottenne successi che lo inserirono ufficialmente nella storia dell’automobilismo. Per questo motivo è stata creata la Passione Caracciola, un rally di regolarità dedicato alle auto prodotte fino al 1980, le cui tappe si diramano lungo percorsi significativi della carriera del mitico pilota tedesco. Alla competizione possono partecipare solamente 58 equipaggi, così come 58 furono gli anni che aveva Caracciola quando scomparve.

La terza edizione è partita proprio oggi e ha fatto una tappa speciale all’Autodromo di Monza, dove le vetture sono rimaste in mostra fino al pomeriggio. Una sequenza incredibile di vetture dal valore eccezionale, che raramente si possono vedere al giorno d’oggi sulle strade, come la bellissima Mercedes 190 SLR, senza dimenticare altri modelli dall’aspetto e dalla storia eccezionale. Abbiamo per esempio potuto vedere anche una Excalibur, auto prodotta da una casa americana che per la prima volta iniziò a costruire auto moderne con i dettami stilistici delle auto del passato. Non mancava comunque anche una nutrita presenza italiana, dato che Caracciola aveva corso anche per il Biscione di Alfa Romeo. Via libera allora alle Alfa e alle Ferrari, per completare una parata di auto che arriverà poi fino in Svizzera, concludendosi a Lugano.

Mercedes, sponsor dell’evento, ha inoltre mostrato alcune delle sue auto più veloci sulle curve del mitico circuito brianzolo. Parliamo delle vetture da competizione come la DTM, per esempio, ma anche di modelli più “normali”, ma sempre esagerati. Parliamo ovviamente di AMG, con la quale abbiamo potuto percorrere l’eccitante hot lap che vi proponiamo qui di seguito. Nel frattempo i 58 equipaggi sono già ripartiti e tra pochi giorni concluderanno la loro gara a Lugano.

Scopri le Offerte



    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto Storiche

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati