Auto elettriche: la classifica per consumi e autonomia

Ecco le auto che consumano meno e che percorrono più km con un pieno

La classifica delle autonomie è dominata dai modelli Tesla, mentre sul fronte consumi primeggia Citroen
Auto elettriche: la classifica per consumi e autonomia

Sono a emissioni zero, ma non tutte consumano allo stesso modo. Siamo parlando delle auto elettriche, nate per abbattere l’inquinamento su strada ma che in Italia stentano ancora a farsi apprezzare dagli automobilisti.

Nonostante i numerosi vantaggi (cinque anni di esenzione dal bollo auto, costi di gestione bassissimi e sconto del 50% sull’assicurazione) che derivano dal possedere un’auto elettrica, il mercato da noi non sta andando affatto bene: appena 1373 unità vendute nel 2016, per un parco macchine che rappresenta solo lo 0,07% del totale.

Ma esiste una classifica delle auto elettriche per consumi e autonomia? Stilarla non è facile, perchè sono tanti i fattori che possono condizionarla. Anzitutto il nostro stile di guida, poi le strade che normalmente percorriamo e il carico che l’auto deve sopportare. Inoltre le tariffe vengono modificate su base trimestrale dall’AEEGSI, l’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, quindi un’auto che oggi è prima potrebbe non esserlo più fra qualche mese. Tuttavia qualcuno ci ha provato e, a questo punto, vediamo chi vince.

 

Classifica auto elettriche per consumi e autonomia

In base a una classifica redatta ad aprile 2017 dal quotidiano La Repubblica (che ha fatto il calcolo basandosi sulle tariffe delle colonnine Enel Drive, pari a 0,40 euro per kWh) le prime auto elettriche per autonomia sono due modelli Tesla, rispettivamente la Tesla Model S e la Tesla Model X. La prima è un’auto elettrica con prestazioni da vera e propria supercar (la versione P100D accelera da 0 a 100 km in 2,7 secondi e raggiunge i 250 km/h) e con un pieno è in grado di percorrere fino a 600 km. Grandi prestazioni anche per la Model X, crossover suv dalla velocità massima di 250 km/h nella versione da 100 kWh, in grado di viaggiare con un pieno fino a 565 km.

Sul gradino più basso del podio c’è la Renault Zoe, in pratica la versione elettrica della Clio. Nella versione ZE40 con batteria da 41kWh la citycar francese percorre fino a 380 km con un pieno di energia.

Giù dal podio la Volkswagen e-Golf, che con l’energia al massimo arriva fino a 300 km di autonomia. Al quinto posto troviamo la Hyundai Ioniq, con un’autonomia di 280 km. Sesta posizione per la vettura elettrica più venduta in Italia, la Nissan Leaf (462 unità consegnate nel 2016), che con la batteria da 30 kWh è in grado di viaggiare fino a 250 km.

Settima posizione per la Kia Soul EV, che con un pieno percorre 210 km nella versione da 27 kWh. Ottave a pari merito due auto elettriche tedesche: la BMW i3 e la Mercedes Classe B Electric Drive. Entrambe hanno un’autonomia di 200 km.

Infine, ancora due auto a pari merito: la Nissan e-NV200 e la Renault Kangoo ZE. La loro autonomia è di 170 km.

E i consumi? Qui la classifica cambia, anche perchè è stilata in base ai costi per il rifornimento. Al primo posto troviamo la Citroen C-Zero, il cui pieno costa solo 5,80 euro. Al secondo e al terzo posto troviamo le sue “sorelle” Peugeot iOn e Mitsubishi i- MiEV (tutte e tre le vetture condividono la stessa impostazione), che si caricano al massimo al costo di soli 6,40 euro.

La quarta posizione è occupata dalla Smart Fortwo Electric Drive, che si carica totalmente con 7,04 euro. Ce ne vogliono invece 7,48 per la Volkswagen e-Up, quinta in classifica. Sesto posto per la Nissan e-NV200, il cui pieno costa 9,60 euro. Settima la Kia Soul EV, che ce ne fa spendere 10,80. A pari merito in ottava posizione la Mercedes Classe B Electric Drive e la Hyundai Ioniq, che si caricano entrambe con 11,20 euro. La classifica termina con la Nissan Leaf, per la quale ci vogliono 12 euro per fare il pieno. Come detto, però, questa classifica rischia di essere incompleta o non aggiornata. Infatti, sempre tenendo conto della Nissan Leaf, secondo le ultime modifiche che tengono conto del tempo necessario per la ricarica più che del consumo effettivo alla colonnina, la piccola giapponese ha bisogno di poco più di 6 € per un “pieno”, facendola passare in testa alla classifica. Poi presto arriverà anche il nuovo modello e ne vedremo delle belle.

 

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Guide e utilità

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati