Fiat 500: 60 anni in Famiglia, tanti auguri!

La celebre citycar italiana taglia un traguardo storico e diventa un'opera d'arte

Fiat 500 - Sessant’anni di storia con molteplici versioni, piccoli e grandi rinnovamenti, ma sempre senza cambiare la sua essenza. Solo così la 500 è riuscita a conquistare generazioni di italiani e stranieri che la apprezzano per il suo stile ed il suo saper “stare in famiglia”.
Fiat 500: 60 anni in Famiglia, tanti auguri!

Molti ragazzi di oggi sono soliti ascoltare con piacere i racconti dei genitori o dei nonni riguardanti le loro vacanze estive. Partenza ai primi di Agosto e rientro un mese dopo all’incirca. Chi in hotel, chi affittando una casa e chi ancora più baldanzoso con attrezzatura da campeggio sfidava persino le intemperie. Le mete fino a 30 anni fa erano soprattutto all’interno dell’Italia: chi in Liguria, chi sulla riviera romagnola e via via scendendo sino a prendere un traghetto per la Sicilia o la Sardegna. Ad ascoltare certi racconti si prova un pizzico di nostalgia e brivido per un mondo senza navigatori, smartphone ed internet. Correva il 1957, nasceva un simbolo. 

E nell’intrecciarsi di racconti molto spesso ricorreva un certo elemento, quasi una costante matematica che al solo accenno fa divampare una piccola scintilla negli occhi. Il mezzo che accompagnava mamma e papà, nonno e nonna era una Fiat 500. Spesso stracolma, a volte con lo stretto necessario, era l’Automobile (consentiteci la maiuscola) dei viaggi, dell’avventura verso un paese che stava ancora conoscendo se stesso. Ed in qualche modo la 500, navigando tra le strade simili alle vene di un corpo, è stata la linfa che trasportava persone, emozioni ed esperienze da un capo all’altro del nostro Paese. Personalmente adoro il racconto dei miei genitori: appena sposati ricevettero in dono una 500 con la carrozzeria color Giallo Positano (molto simile all’ocra) con tettuccio apribile in tela. La loro luna di miele li aveva fatti partire da Milano per toccare prima Roma, poi Napoli e sù di nuovo verso la Pianura Padana. Un viaggio mica da ridere con una vettura così piccola, ma mai fragile.

Nella nazione dove la famiglia rappresenta tutt’oggi una solida base, la Fiat 500 ha sempre fatto parte in un modo o nell’altro delle nostre vite. Per molti è stata l’auto con cui si è conseguita la patente e subito dopo è divenuta l’auto per tutti i giorni, per svolgere azioni quotidiane o partire in cerca di avventure. Per alcuni è stata una sportiva da portare anche in pista la Domenica – come dimenticare le prime Abarth, capaci di dare filo da torcere a vetture più grandi e blasonate – per altri la Domenica era il giorno in cui la 500 Giardinetta veniva caricata e si partiva per una giornata fuori porta, per un picnìc in compagnia delle persone a cui si vuole bene.

L’effetto nostalgia un po’ è rimasto, impossibile non ammetterlo, però anche oggi è possibile rivivere quelle esperienze – ovviamente nel mondo contemporaneo. Grazie alla nuova versione uscita nel 2007 la Fiat 500 si è presentata al mondo sotto una veste rinnovata: più spaziosa, tecnologica e chic ma senza dimenticare la sua essenza di citycar per tutta la famiglia. Sono seguite poi le versioni 500L, 500X e le potenti Abarth 595.

Nella nostra prova su strada della 500 con il classico 1.2 Fire abbiamo detto che «Parlare di lei è come citare volti, persone, momenti di vita di una rivoluzione motoristica che assieme alla Fiat 600 ha cambiato il modo di muoversi in Italia, e che prova a essere protagonista anche sulle strade di diverse città del mondo», apprezzandone lo stile ed i contenuti seducenti di qualità. Della più grande e familiare 500L, appena aggiornata dentro e fuori, alla presentazione ci ha colpito perché è «Un’auto ideale per la famiglia e il trasporto, senza però dimenticare un po’ di stile e di ricercatezza. Già le precedenti varianti avevano adempiuto egregiamente a questa missione, ma quella nuova promette di fare ancora meglio. La 500L del 2017 è decisamente più raffinata e ricercata che mai, il tutto senza rinunciare alla sua praticità e mantenendo praticamente invariato il prezzo di listino».

Alla ‘frusta’ dei nostri test driver anche la nuova Abarth 595, che nella versione Turismo è «Una piccola “peste”, capace di stampare un sorriso nel casa ufficio di ogni giorno, ma capace anche di doti stradali inaspettate non appena l’asfalto si aggroviglia come un piatto di spaghetti all’arrabbiata. L’allestimento Turismo, peraltro, la rende perfettamente equilibrata, conciliando alla perfezione la sportività con una buona dose di lusso e raffinatezza che non guastano mai». Non mancano poi le versioni speciali come la Abarth 695 Rivale, presentata proprio in questi giorni, un «Modello che si pone l’obiettivo di superare i valori tradizionali di Abarth abbracciando il fascino inconfondibile di Riva per soddisfare la richiesta di prestazioni entusiasmanti abbinate a raffinatezza ed eleganza di livello superiore».

E di quella storica cosa rimane? Oltre a migliaia di modelli ancora circolanti ora è possibile avere anche la versione elettrica, completamente convertibile grazie ad Officine Ruggenti. Il risultato è una vettura assolutamente ecologica e anche piacevole da guidare. Se funziona bene la 500 Classica elettrica? Beh, giudicate voi stessi nel nostro video speciale.

L’ultima arrivata è la 500 Anniversario, creata apposta per il suo compleanno. Disponibile sia in versione berlina che cabrio “si rifà allo spirito più democratico della vettura”, rendendo omaggio all’icona Made in Italy del 1957 attraverso la rilettura contemporanea di alcuni stilemi che l’hanno resa famosa negli anni della Dolce Vita. E se lo stile si ispira al passato, le tecnologie della nuova Fiat 500 Anniversario guardano al futuro grazie al pacchetto Uconnect Link Plus che include il quadro strumenti digitale TFT 7″, la radio Uconnect 7” HD LIVE, la predisposizione ad Apple Car Play e Android Auto e, a richiesta, il navigatore integrato con mappe Tom Tom. Da quando sarà disponibile? Ovviamente da oggi, 4 Luglio 2017!

Non sono poi mancati premi e riconoscimenti: Car of The Year 2008, il celebre Compasso d’Oro (il più antico ma soprattutto il più autorevole premio mondiale di design) e recentemente è entrata a far parte del MoMa di New York permanentemente. Un’opera di Arte Moderna su quattro ruote diventata icona di stile e design in tutto il mondo. Anche attraverso le nostre esperienze giornalistiche abbiamo cercato di raccontare la visione caleidoscopica che Fiat 500 sa offrire di sé e che ognuno di noi ha di lei. Sarà per l’aria simpatica, sarà per lo spirito avventuriero o per l’intrinseca capacità di regalare gioia a chiunque la guidi o la osservi mentre passa. Quel che è certo è la capacità di unire tutti come una grande Famiglia. Cos’altro aggiungere se non: Tanti Auguri 500!

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati