WP_Post Object ( [ID] => 418964 [post_author] => 8 [post_date] => 2017-07-06 17:24:30 [post_date_gmt] => 2017-07-06 15:24:30 [post_content] => Il mese di luglio è sempre un mese dove si tirano le prime somme dell’anno. Scade il primo semestre, da gennaio a giugno, e anche per il Gruppo Renault è arrivato il momento di presentare i suoi risultati, che in Italia si stanno dimostrando decisamente incoraggianti. La casa francese, infatti, ha ufficialmente registrato 121.955 immatricolazioni, toccando quindi una quota di mercato del 10%, in crescita rispetto al 9,7 del 2016. Si tratta della più alta quota raggiunta dalla Losanga negli ultimi 33 anni. La quota si divide tra il 7,1% del marchio Renault e il comunque notevole 2,9% toccato da Dacia. Per quanto riguarda la Losanga a fare la parte del Leone è come sempre la nuova Clio, che con le sue 86.560 immatricolazioni si è confermata come la vettura straniera più venduta del nostro Paese. Da notare anche l’ottima quota raggiunta dalla meccanica a GPL, che copre il 20% delle vendite. Seguono immediatamente dietro la Captur (15.960 immatricolazioni), la Megane in tutte le sue versioni (9.117), la Kadjar al suo primo anno completo sul mercato (7.550) e infine la Scenic (4.857) e l’Espace (1.156). Merita un discorso a parte la Talisman, che ovviamente ragiona su numeri diversi essendo l’ammiraglia della casa (933 immatricolazioni su entrambe le carrozzerie). Molto bene anche i veicoli commerciali, che con le sue 88.717 vendite tocca una quota del 5,6% del mercato. Come detto anche Dacia si è comportata molto bene: la vettura più venduta è sempre la Sandero, con 16.879 immatricolazioni composte al 75% dagli allestimenti top di gamma come Stepway e il più recente Brave. La Duster segue con 12.855 immatricolazioni. Anche qui il GPL ottiene buoni risultati, coprendo il 35% delle vendite totali. A questo punto non resta che attendere la seconda parte dell’anno, durante la quale verranno aggiornate molte gamme con novità tecnologiche e motoristiche. L’attesa più grande, però, è senza dubbio verso il Salone di Francoforte, dove Renault presenterà la sportiva Megane RS e, finalmente, vedremo la nuova generazione del Dacia Duster. [post_title] => Gruppo Renault: crescita a doppia cifra in Italia nella prima metà del 2017 [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => gruppo-renault-crescita-a-doppia-cifra-in-italia-nella-prima-meta-del-2017 [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-07-06 17:24:30 [post_modified_gmt] => 2017-07-06 15:24:30 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=418964 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Gruppo Renault: crescita a doppia cifra in Italia nella prima metà del 2017

Novità per Megane e Dacia Duster in arrivo

Il gruppo Renault ha ufficialmente presentato i dati di mercato per la prima metà dell’anno in corso, mostrando una quota di mercato finalmente a doppia cifra grazie ai buoni risultati ottenuti sia dal marchio della Losanga che da Dacia. Ed entro la fine dell’anno sono in arrivo molte altre novità, soprattutto al Salone di Francoforte
Gruppo Renault: crescita a doppia cifra in Italia nella prima metà del 2017

Il mese di luglio è sempre un mese dove si tirano le prime somme dell’anno. Scade il primo semestre, da gennaio a giugno, e anche per il Gruppo Renault è arrivato il momento di presentare i suoi risultati, che in Italia si stanno dimostrando decisamente incoraggianti. La casa francese, infatti, ha ufficialmente registrato 121.955 immatricolazioni, toccando quindi una quota di mercato del 10%, in crescita rispetto al 9,7 del 2016. Si tratta della più alta quota raggiunta dalla Losanga negli ultimi 33 anni.

La quota si divide tra il 7,1% del marchio Renault e il comunque notevole 2,9% toccato da Dacia. Per quanto riguarda la Losanga a fare la parte del Leone è come sempre la nuova Clio, che con le sue 86.560 immatricolazioni si è confermata come la vettura straniera più venduta del nostro Paese. Da notare anche l’ottima quota raggiunta dalla meccanica a GPL, che copre il 20% delle vendite. Seguono immediatamente dietro la Captur (15.960 immatricolazioni), la Megane in tutte le sue versioni (9.117), la Kadjar al suo primo anno completo sul mercato (7.550) e infine la Scenic (4.857) e l’Espace (1.156). Merita un discorso a parte la Talisman, che ovviamente ragiona su numeri diversi essendo l’ammiraglia della casa (933 immatricolazioni su entrambe le carrozzerie). Molto bene anche i veicoli commerciali, che con le sue 88.717 vendite tocca una quota del 5,6% del mercato.

Come detto anche Dacia si è comportata molto bene: la vettura più venduta è sempre la Sandero, con 16.879 immatricolazioni composte al 75% dagli allestimenti top di gamma come Stepway e il più recente Brave. La Duster segue con 12.855 immatricolazioni. Anche qui il GPL ottiene buoni risultati, coprendo il 35% delle vendite totali.

A questo punto non resta che attendere la seconda parte dell’anno, durante la quale verranno aggiornate molte gamme con novità tecnologiche e motoristiche. L’attesa più grande, però, è senza dubbio verso il Salone di Francoforte, dove Renault presenterà la sportiva Megane RS e, finalmente, vedremo la nuova generazione del Dacia Duster.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Mercato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati