Viaggi in auto: controlli e check-up prima di partire per le vacanze

Viaggi in auto: controlli e check-up prima di partire per le vacanze

Verificare sempre olio motore, pressione delle gomme e liquido dei freni. Ma non solo

I controlli principali da effettuare prima di andare in vacanza. Chi infrange le regole rischia multe salate
Viaggi in auto: controlli e check-up prima di partire per le vacanze

I preparativi per la vacanza possono richiedere talmente tanto tempo che a volte ci si dimentica di controllare la macchina. Niente di più sbagliato. Non è ovviamente il caso di far analizzare l’auto ai raggi X, ma un piccolo check-up prima di partire può evitare molti inconvenienti e consentire di viaggiare sicuri.

Dunque, quali sono i controlli da fare prima di partire con l’auto per le vacanze?

 

Vacanze in auto: le verifiche prima di partire

Iniziamo dall’olio motore. Aprite il cofano e accertatevi che il liquido non scarseggi. In generale, se l’auto ha una certa età dovete cambiare l’olio ogni 15-20mila km, mentre se la macchina è nuova la sostituzione va fatta entro 35-40mila km. Cercate di non sbagliare l’acquisto e comprate l’olio indicato per il modello della vostra auto (leggete il libretto di manutenzione) e tenete sempre una confezione di scorta nel bagagliaio in caso di inconvenienti. Passate quindi al liquido lavavetri. Fate il rabbocco se necessario (ma non usate acqua) e controllate le spazzole tergicristallo. Controllate anche il livello del liquido dei freni. Per quanto riguarda il carburante, fate il pieno prima di partire e segnatevi i distributori lungo la strada se avete un’auto gpl o metano.

Terminata l’ispezione dei “liquidi” date un’occhiata alla pressione delle gomme. Anche se per legge lo spessore del battistrada deve essere almeno di 1,6 millimetri, questo valore non assicura all’auto le migliori prestazioni, soprattutto sul bagnato dove una gomma sgonfia peggiora la stabilità in curva e rende il veicolo insicuro. Se avete in mente di partire con l’auto molto carica aumentate leggermente la pressione degli pneumatici.

E l’impianto frenante? In questo caso se avete dubbi su dischi e pastiglie non ricorrete al fai-da-te, ma recatevi piuttosto da un meccanico. Stesso discorso per ammortizzatori e sospensioni.

All’interno dell’auto va controllato il climatizzatore, mentre se si viaggia con bambini a bordo bisogna avere necessariamente un seggiolino omologato. Ah, dimenticavamo gli animali. Non sarebbe il caso di sfiancarli con viaggi lunghi, ma se proprio non potete farne a meno assicuratevi di avere con voi cinture di sicurezza ad hoc o trasportini.

Capitolo bagagli. E’ risaputo che un peso eccessivo condiziona sia il comportamento dell’auto, sia il suo consumo, dunque fate attenzione. E occhio a caricare oggetti sul tetto, poiché in caso di caduta (oltre al disguido in sé) si rischiano multe. Infine, nel bagagliaio devono essere presenti la ruota di scorta (verificatene lo stato prima di partire), il giubbotto retroriflettente e il triangolo segnaletico.

Finiamo parlando di documenti. In autostrada i controlli sono numerosi specie se si va all’estero, quindi non guidate con patente scaduta o con l’auto non revisionata e ricordate di portarvi il libretto di circolazione.

 

Quanto si paga in caso di infrazioni

I consigli di cui sopra non garantiscono solo un viaggio senza intoppi, ma evitano anche di incappare in sanzioni.

Ad esempio, chi viene sorpreso a circolare con l’auto non revisionata deve pagare da un minimo di 168 a un massimo 674 euro, mentre le sanzioni in caso di patente scaduta vanno da 155 a 624 euro più il ritiro della patente stessa.

Anche le valige e gli altri oggetti devono essere sistemati con cura in macchina, perché in caso contrario le multe partono da 84 euro e arrivano fino a 335 euro. Discorso analogo per gli animali, il cui trasporto non deve costituire un pericolo per la guida pena sanzioni che vanno da un minimo di 84 a un massimo di 335 euro.

In caso di auto in panne, dal 1° gennaio 2004 chi non ha con sé giubbotto retroriflettente e/o triangolo segnaletico paga multe da 41 a 168 euro.

Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati