WP_Post Object ( [ID] => 419449 [post_author] => 14 [post_date] => 2017-07-10 11:42:16 [post_date_gmt] => 2017-07-10 09:42:16 [post_content] => La protagonista d'occasione del nostro format le #5cosedasapere, dedicato alle novità del panorama automotive, è l'ultima generazione del SUV firmato Toyota: il RAV4 Hybrid. Versione ibrida del noto veicolo giapponese, caratterizzata da diversi sistemi tecnologici orientati al supporto del guidatore e a sostegno di un ritmo di marcia efficiente. Il primo punto d'interesse è proprio la propulsione ibrida. Toyota è il marchio che più di ogni altro ha puntato sulle vetture a propulsione ibrida, partendo da lontano, dato che la Prius ha fatto le sue prime apparizioni 20 anni fa, proprio nel 1997. Da allora il Mondo, almeno quello delle 4 ruote, è radicalmente cambiato e, quello che poteva sembrare un concetto futuristico, ora è realtà e rappresenta per tanti il futuro del settore auto, al punto che si inizia a pensare che le ibride andranno a rimpiazzare le motorizzazioni diesel, che sembrano essere destinate a scomparire. In questo contesto l’arrivo della versione Hybrid della RAV4 sembra quasi un passo obbligato, il completare una gamma in cui tutti i modelli sono disponibili anche con una versione ibrida, se non solo esclusivamente così. Va per detto che è una prima volta per il fortunato SUV giapponese. La piattaforma deriva da quella della Lexus NX, e finisce ora anche sotto la carrozzeria della quarta generazione del RAV, che in contemporanea perde la motorizzazione a benzina, che non viene più prodotta. Il sistema prevede uno schema divenuto un marchio di fabbrica per la casa giapponese, con un propulsore termico sotto al cofano anteriore, ovviamente di cubatura maggiore rispetto a quello di una Prius, per via della stazza della vettura, di oltre 1.700 Kg. A questo è affiancato un motore elettrico, che funziona anche come generatore per produrre energia in fase di rilascio e di frenata, mentre sull’asse posteriore trova posto un secondo motore elettrico, questo presente solo sulla versione 4WD. Per tutte e due le RAV4 ibride invece le batterie trovano posto nella zona posteriore, davanti alle ruote. [post_title] => Toyota RAV4 Hybrid #5cosedasapere: la rivoluzione ibrida in formato SUV [PRIMA PARTE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => toyota-rav4-hybrid-5cosedasapere-la-rivoluzione-ibrida-in-formato-suv-prima-parte [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-07-26 11:54:51 [post_modified_gmt] => 2017-07-26 09:54:51 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=419449 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Toyota RAV4 Hybrid #5cosedasapere: la rivoluzione ibrida in formato SUV [PRIMA PARTE]

Una potenza elettrica a sostegno di quella termica

Toyota RAV4 Hybrid #5cosedasapere – Primo appuntamento dedicato alle caratteristiche della vettura giapponese, che sfoggia sotto una linea spigolosa e imponente, sofisticate soluzioni tecnologiche abbinate a un'innovativa architettura ibrida

La protagonista d’occasione del nostro format le #5cosedasapere, dedicato alle novità del panorama automotive, è l’ultima generazione del SUV firmato Toyota: il RAV4 Hybrid. Versione ibrida del noto veicolo giapponese, caratterizzata da diversi sistemi tecnologici orientati al supporto del guidatore e a sostegno di un ritmo di marcia efficiente. Il primo punto d’interesse è proprio la propulsione ibrida.

Toyota è il marchio che più di ogni altro ha puntato sulle vetture a propulsione ibrida, partendo da lontano, dato che la Prius ha fatto le sue prime apparizioni 20 anni fa, proprio nel 1997. Da allora il Mondo, almeno quello delle 4 ruote, è radicalmente cambiato e, quello che poteva sembrare un concetto futuristico, ora è realtà e rappresenta per tanti il futuro del settore auto, al punto che si inizia a pensare che le ibride andranno a rimpiazzare le motorizzazioni diesel, che sembrano essere destinate a scomparire.

In questo contesto l’arrivo della versione Hybrid della RAV4 sembra quasi un passo obbligato, il completare una gamma in cui tutti i modelli sono disponibili anche con una versione ibrida, se non solo esclusivamente così. Va per detto che è una prima volta per il fortunato SUV giapponese.

La piattaforma deriva da quella della Lexus NX, e finisce ora anche sotto la carrozzeria della quarta generazione del RAV, che in contemporanea perde la motorizzazione a benzina, che non viene più prodotta. Il sistema prevede uno schema divenuto un marchio di fabbrica per la casa giapponese, con un propulsore termico sotto al cofano anteriore, ovviamente di cubatura maggiore rispetto a quello di una Prius, per via della stazza della vettura, di oltre 1.700 Kg. A questo è affiancato un motore elettrico, che funziona anche come generatore per produrre energia in fase di rilascio e di frenata, mentre sull’asse posteriore trova posto un secondo motore elettrico, questo presente solo sulla versione 4WD. Per tutte e due le RAV4 ibride invece le batterie trovano posto nella zona posteriore, davanti alle ruote.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in #5cosedasapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati