Verificare Km reali: i consigli per evitare fregature con le auto usate

Verificare Km reali: i consigli per evitare fregature con le auto usate

Ecco come fare per verificare l'esatto chilometraggio dell'auto

La truffa delle auto "schilometrate" è un fenomeno molto diffuso sull'usato. Riuscire a scoprire i chilometri effettivi percorsi dalla macchina non è facile, ma qualcosa si può fare
Verificare Km reali: i consigli per evitare fregature con le auto usate

Quello delle auto “schilometrate” (le vetture che hanno subito un “ritocchino” al contachilometri prima di essere rivendute) è purtroppo un fenomeno dilagante nel mercato dell’usato. Come possiamo difenderci? E’ possibile verificare i km reali con esattezza ed evitare fregature?

 

Auto schilometrate: un fenomeno sempre attuale

Comprare un’auto usata è l’unica opzione per coloro che non possono permettersi un veicolo nuovo e oggi, con sempre meno liquidità disponibile, sono sempre di più le persone che optano per un’auto di seconda mano. Va da sé che aumentano anche le possibilità di andare incontro a qualche raggiro, soprattutto in fatto di chilometraggio.

La tecnica usata dai “furbetti” del contachilometri consiste, mediante appositi strumenti, nell’abbassare il chilometraggio dell’auto per farla sembrare più giovane e rivenderla a un prezzo superiore rispetto a quello di mercato.

Un modus operandi che in Italia va molto di moda e che un recente libro intitolato Non prendermi per il chilometro (scritto da un vero rivenditore d’auto) quantifica in un giro d’affari superiore ai 3 miliardi di euro l’anno, con oltre 4mila auto schilometrate vendute ogni giorno.

E se pensate che a praticare questa truffa siano solo i privati che mettono annunci su internet, vi sbagliate di grosso. Come svelato da numerosi servizi di Striscia la Notizia e altri telegiornali, il fenomeno dello “schilometraggio” delle auto coinvolge anche i concessionari e i rivenditori.

 

Verifica chilometri reali: i consigli da seguire

Appurato che il problema esiste, cosa dobbiamo fare? Il fatto è che mentre taroccare il chilometraggio dell’auto non è complicato per chi lo sa fare, scoprire i chilometri reali è più difficile. Ma non impossibile.

La prima cosa da fare, banalmente, è usare il buon senso. Se ad esempio leggete che un’auto con 10 anni alle spalle ha percorso solamente 10mila chilometri, a meno che non appartenga a un anziano che la usa poco è quasi sempre una truffa.

Il secondo modo per evitare truffe è quello di rivolgersi al Pra. Per fare questo vi servirà la targa dell’auto (a proposito, se nelle foto sul web non compare o il proprietario non vuole rilasciarvela, lasciate perdere l’acquisto), dopodiché potete chiedere una “visura” al Pra che vi restituirà i dati e le informazioni relative al veicolo, come ad esempio l’anno di immatricolazione (dal quale potrete dedurre molte cose). Oppure potete fare tutto online presso il Portale dell’Automobilista, registrandovi e inserendo veicolo e targa per verificare il chilometraggio reale della macchina al momento dell’ultima revisione effettuata. Sappiate però che la prima revisione è obbligatoria dopo quattro anni, per cui il Portale non include le auto che hanno un’età inferiore.

Terzo modo, fatevi dare dal proprietario il libretto dell’auto. Lì dentro troverete tutte le revisioni fatte nel corso degli anni e se c’è troppa differenza tra tagliandi e chilometri dichiarati significa che qualcosa non torna.

Quarto modo, controllate lo stato della vettura. Guardate se la carrozzeria mostra segni di usura e poi passate agli interni. Qui esaminate le parti che si possono consumare con la normale usura, come il pomello delle marce, i pedali e lo sterzo. Anche la tappezzeria, se troppo consumata, può fornirvi qualche indicazione. Infine provate la macchina e sentite il comportamento del motore.

L’ultimo modo è quello di portare il veicolo dall’elettrauto prima dell’acquisto (anche qui però serve il consenso del proprietario) per far sì che il software apposito scandagli tutte le centraline. Ma nemmeno qui avrete la certezza assoluta sui chilometri percorsi, poiché esistono truffatori in grado di scalare il chilometraggio dell’auto senza lasciare tracce.

Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati