BMW Z5: la nuova roadster si comincia a spogliare [FOTO SPIA]

Test drive finali al Nürburgring in attesa della presentazione

La nuova generazione di BMW Z5 (o Z4?) con ogni probabilità verrà svelata nel corso del Pebble Beach Concourse d’Elegance che si svolgerà il prossimo 20 Agosto. Sarà il primo frutto dell'alleanza strategica tra BMW e Toyota.

BMW Z5 – Ormai siamo alle strette finali: la nuova roadster di Monaco immortalata dai nostri fotografi al Nürburgring pare infatti correre a gran velocità verso la presentazione. L’esemplare fotografato, infatti, pare essere sempre più spoglio dalle classiche camuffature che di solito abbiamo avuto modo di vedere nei mesi passati. Il muletto in esame è alle prese nel circuito dell’Inferno Verde coi classici test drive di sviluppo che ormai sono entrati nella fase finale.

Le foto presenti nella nostra galleria ci regalano l’immagine di un corpo vettura che, sebbene non abbia ancora del tutto abbandonato le classiche camuffature adesive, non manca di far intravedere una estrema pulizia nelle linee caratterizzate da profili sinuosi e tratti stilistici bombati. Difatti, lo stile della roadster della casa dell’Elica bianco/blu, pur conservando le caratteristiche proporzioni (muso lungo, abitacolo arretrato e sbalzi contenuti) è caratterizzato da un design certamente più fluido rispetto a quello dell’attuale BMW Z4.

Ovviamente, come si può vedere dalle foto, risulta evidente come rispetto alla precedente Z4, la nuova BMW Z5 tornerà alla capote in tela che sostituirà il tetto rigido inaugurato proprio sulla seconda generazione di Z4. Probabilmente questa inversione di tendenza si è rivelata necessaria al fine di risparmiare peso per garantire alla nuova roadster un comportamento ancora più dinamico e sportiveggiante.

Certo, ad oggi è ancora impossibile scoprire di più sullo stile della nuova nata in casa BMW, anche se possiamo esser certi che anche la futura roadster tedesca attingerà a piene mani dall’ultimo family feeling che ha contraddistinto gli ultimi modelli del costruttore bavarese. Al di là dei dettagli legati allo stile della nuova roadster, possiamo anticipare che la nuova BMW Z5 potrà contare su una inedita piattaforma costruttiva che, per inciso, è il primo frutto della partnership strategica tra BMW e Toyota.

Difatti, nel 2012, i due costruttori strinsero un’alleanza con l’obiettivo dichiarato di dar vita ad una nuova piattaforma da destinare a due future vetture sportive a trazione posteriore: nello specifico BMW avrebbe dato vita alla nuova Z5 e Toyota avrebbe dato il là al ritorno sulle scene mondiali della nuova generazione della Supra. In pratica lo sforzo dei due costruttori è stato quello di progettare un’unica piattaforma costruttiva da destinare però a due diverse vetture sportive, ognuna rispondente alle rispettive identità di marca.

Al di là dell’inedita piattaforma costruttiva i due colossi dell’automotive hanno unito il loro know how anche per dar vita a vetture sportive con caratteristiche tecniche di rilievo: BMW ha messo sul piatto della bilancia la sua conoscenza sull’utilizzo di materiali leggeri per quanto concerne la costruzione della scocca, mentre Toyota ha messo nella partnership la sua esperienza nella progettazione e costruzione di unità propulsive ibride.

A tal riguardo, dunque, la futura BMW Z5 potrà godere di un corpo vettura dal peso contenuto ed anche di inediti sistemi propulsivi ibridi creati con il supporto di Toyota. Ovviamente ne sapremo molto di più in occasione della presentazione del nuovo modello che, stando alle ultime indiscrezioni, avverrà in occasione del Pebble Beach Concourse d’Elegance, la tradizionale manifestazione di alto interesse automobilistico che si terrà il prossimo 20 Agosto come da tradizione a Monterey in California.

Proprio la presentazione della nuova nata spazzerà via anche i dubbi sull’effettivo nome che accompagnerà la futura roadster bavarese. Difatti, non è certo al 100% che il nuovo modello si chiamerà Z5: non a caso, in tempi non sospetti, Ludwig Willisch, CEO di BMW North America, nel corso di un’intervista rilasciata ad AutoGuide si lasciò andare ad alcune inedite considerazioni proprio sulla nomenclatura della futura roadster della casa bavarese: “Non esiste una cosa del genere. Sarà chiamata Z…, probabilmente, 4. La chiamerei Z4…e non è un’indicazione del numero dei cilindri sotto il cofano.”

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati