Telepass: come funziona, come attivarlo, costi e vantaggi

Telepass: come funziona, come attivarlo, costi e vantaggi

Siete stufi di fare sempre la coda in autostrada? Ecco come attivare il Telepass

Attivazione, costi e vantaggi delle tessere Telepass Privati, Business, Truck e Premium
Telepass: come funziona, come attivarlo, costi e vantaggi

Siete stufi di fare la coda al casello autostradale e vi piacerebbe avere il Telepass? Chissà quante volte in vacanza avete invidiato i clienti Telepass che saltavano la coda, arrivavano al casello e in men che non si dica erano già dall’altra parte. Tante, immaginiamo.

Bene. E’ giunto il momento anche per voi di usufruire della comodità del Telepass. Ma come si attiva il Telepass? E soprattutto, quanto costa il servizio e come si paga? Vediamo di fare chiarezza su tutto ciò che riguarda attivazione, costi e vantaggi del Telepass.

 

Come funziona il Telepass

Il Telepass è un dispositivo installato a bordo dell’auto che permette di transitare al casello autostradale (sia in entrata che in uscita) pagando il pedaggio in modo automatico tramite conto corrente bancario.

Come funziona il Telepass? In pratica quando il veicolo transita lungo l’apposita corsia riservata con il dispositivo Telepass bene in vista sul parabrezza, viene riconosciuto da un impianto ottico ed emette un segnale che automaticamente fa alzare la sbarra.

Oggi sono 6 milioni i clienti Telepass in Italia e l’azienda, nata nel 1990, conta 10 milioni di titoli di pagamento attivi.

 

Come si attiva il Telepass

Il Telepass si può richiedere in quattro modi: online, in banca, alle Poste e nei Punti Blu.

Richiedere il Telepass online è certamente la via più comoda. E’ sufficiente creare un account sul sito, ordinare il Telepass, fornire IBAN e documento, firmare e stampare il contratto. Per pagare il Telepass possiamo usare il nostro conto corrente bancario oppure la carta di credito.

In banca è possibile fare richiesta del Telepass presentandosi in uno degli oltre 30mila sportelli bancari convenzionati con Telepass Spa.

Se si è titolari di un conto corrente BancoPosta è possibile avere il Telepass in Posta negli oltre 5.500 uffici convenzionati.

Oppure si può ritirare il Telepass presso un Punto Blu o in un Telepass Point. E’ sufficiente presentare una copia del contratto sottoscritto in banca e il libretto di circolazione relativo alla targa o alle targhe da associare al dispositivo.

Attenzione: il Telepass può essere associato a un massimo di due veicoli (compresi i motocicli) ed è importante tenere sempre aggiornate le targhe abbinate al dispositivo. Viceversa, a ogni veicolo può essere abbinato un solo dispositivo Telepass.

 

I vantaggi del Telepass

Quali sono i vantaggi del Telepass?

Il primo lo abbiamo già accennato sopra, cioè la possibilità di avere una corsia riservata in autostrada e pagare il pedaggio senza doversi fermare al casello.

Ma questo è solo uno dei tanti vantaggi del Telepass. Ad esempio si può sostare nei parcheggi convenzionati di città, aeroporti, stazioni e fiere senza fare la fila alle casse e senza ritirare alcun biglietto.

Inoltre, grazie al Telepass è possibile accedere all’Area C di Milano (riservata solo ad alcune tipologie di veicoli) pagando l’accesso senza nemmeno l’obbligo di avere il dispositivo a bordo, ma semplicemente attivando il servizio sulla targa dell’auto.

Infine il Telepass consente di acquistare e ritirare il biglietto per il traghetto sullo Stretto di Messina senza passare dalla biglietteria.

 

Le tessere Telepass: Privati, Business e Truck

Quanto costa il Telepass? Dipende dalla soluzione che si sceglie di sottoscrivere.

Per i privati esiste il Telepass Privati. Il costo è di 1,26 euro al mese e il servizio prevede un tetto di spesa di 258,23 euro a trimestre. Sono già inclusi tutti i servizi elencati nel paragrafo precedente, tranne il servizio Area C che deve essere attivato (gratuitamente) dopo l’arrivo del dispositivo.

Il Telepass Business è invece la soluzione pensata per le aziende e i liberi professionisti.

Ad esempio, chi possiede una flotta di veicoli fino a 10 unità può aderire a Telepass con Viacard, che permette di addebitare i pedaggi autostradali senza limiti di spesa direttamente sul conto corrente bancario o sulla carta di credito. La tessera non ha scadenza e si può utilizzare su tutta la rete autostradale italiana nelle porte blu self-service Viacard. Il costo della quota associativa annua è di 15,49 euro per la tessera principale e di 3,10 euro per ogni eventuale tessera aggiuntiva.

Chi invece ha una flotta di veicoli superiore a 10 unità può virare verso Telepass Fleet. Si tratta di una soluzione che integra il sistema di pagamento Telepass con un software gestionale ed è pensata per semplificare la gestione della mobilità di azienda e driver.

Coloro che scelgono Telepass Fleet possono usufruire di tutti i servizi Telepass e in più avranno i seguenti vantaggi:

  • fatturazioni separate;
  • dashboard personalizzate con monitoraggio costante degli utilizzi aziendali;
  • customer care e account manager a disposizione per fornire il supporto necessario e soddisfare esigenze specifiche;
  • gestione delle trasferte più semplice con l’eliminazione delle ricevute da allegare alle note spese;
  • sicurezza con la certificazione del dato “transato”;
  • sconti fino al 46% nei parcheggi di Roma Fiumicino, 20% nei parcheggi dell’aeroporto di Napoli e 10% sul biglietto per attraversare lo Stretto di Messina;
  • gestione differenziata dei movimenti, con il software che classifica gli utilizzi a fini privati o aziendali;
  • selfcare.

Per sapere quanto costa Telepass Fleet è sufficiente andare sul sito www.telepassfleet.it e inserire i propri dati e quelli della propria azienda. Si verrà ricontattati immediatamente con tutte le informazioni richieste.

I conducenti di mezzi pesanti (oltre 35 quintali) hanno la possibilità di richiedere Telepass Truck. Il servizio consente di viaggiare in Italia, Francia, Belgio, Spagna, Portogallo, Polonia e Austria pagando anche parcheggi e traghetti. Inoltre, con l’opzione Premium Truck si hanno:

  • soccorso meccanico gratuito in tutta Europa 24 ore su 24;
  • sconti fino al 20% nei bar e ristoranti di Autogrill, Ristop, Chef Express e MyChef;
  • sconto del 3% sui collegamenti marittimi nelle principali tratte del Mediterraneo.

 

Telepass Premium

Un’altra tipologia è il Telepass Premium. Per sottoscriverlo è necessario essere clienti Telepass e con soli 1,50 euro in più al mese si hanno i seguenti vantaggi:

  • sconto del 10% sulla migliore tariffa online dei parcheggi easy Parking di Roma Fiumicino;
  • fino al 15% di sconto, in Italia e all’estero, su auto e furgoni a noleggio Europcar, Hertz e Maggiore;
  • fino a 40 euro di risparmio sul pedaggio con polizza auto o moto Direct Line;
  • sconto fino al 10% sui viaggi con Grandi Navi Veloci, Grimaldi Lines e SNAV.

 

Si può avere il Telepass con la moto?

Finora abbiamo sempre parlato di veicoli a quattro ruote, ma il Telepass può essere utilizzato anche sulle moto di cilindrata uguale o superiore a 150 c.c.

Una volta ricevuto il dispositivo, quest’ultimo può essere collocato sulla moto in uno dei modi seguenti:

  • nel cassetto portaoggetti, con la parte in cui è presente l’adesivo rivolta verso l’alto;
  • sul manubrio, tramite un supporto acquistabile presso i negozi autorizzati;
  • nel borsello con apposita tasca, da ancorare al serbatoio.

In tutti e tre i casi è necessario che la parte in cui è applicato l’adesivo sia rivolta in avanti, per favorire un corretto funzionamento del Telepass. Quando si attraversa il casello bisogna seguire la segnaletica presente sul manto autostradale (simbolo della moto di colore giallo a terra).

Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati