Telefono al volante: come evitare multe, sottrazione di punti e ritiro della patente

Telefono al volante: come evitare multe, sottrazione di punti e ritiro della patente

Cosa si rischia se si viene sorpresi a parlare al telefono in auto?

Guidare parlando al cellulare è vietato dal Codice della Strada. Ma esistono delle alternative che ci permettono di comunicare in modo sicuro e senza incorrere in multe e sanzioni. Ecco quali sono
Telefono al volante: come evitare multe, sottrazione di punti e ritiro della patente

Diciamo la verità: almeno una volta (forse anche più di una) abbiamo parlato al telefono mentre stavamo guidando. E’ una cosa molto pericolosa, poiché facendolo mettiamo a repentaglio la nostra sicurezza e quella delle altre persone.

Per questo motivo usare il cellulare alla guida è assolutamente vietato e chi infrange le regole viene punito. Ma come fare allora se siamo in auto e vogliamo parlare con qualcuno? Quali sono i metodi consentiti dalla legge?

 

Cellulare alla guida: cosa dice la legge

Sul cellulare alla guida, l’art. 173 comma 2 del Codice della Strada recita così: «È vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle Forze armate e dei Corpi di cui all’articolo 138, comma 11, e di polizia. È consentito l’uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare purché il conducente abbia adeguate capacità uditive ad entrambe le orecchie (che non richiedono per il loro funzionamento l’uso delle mani)».

Cosa si rischia se si guida col cellulare? Le multe vanno da un minimo di 160 euro a un massimo di 646 euro ed è prevista anche la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida. Inoltre, se il soggetto compie un’ulteriore violazione nel corso di un biennio, la patente gli verrà sospesa da uno a tre mesi.

 

Cellulare in auto: le alternative per evitare multe

E’ lo stesso Codice della Strada ad ammettere l’uso di apparecchi sostitutivi del cellulare per poter parlare durante la guida. L’importante è che il conducente abbia le mani libere.

La soluzione più economica sono gli auricolari Bluetooth, acquistabili a poco prezzo sia online che nei negozi specializzati. Una volta collegati al telefono, non appena vi arriverà la chiamata dovrete premere “Si” per riceverla e parlare oppure “No” se non volete rispondere.

Una seconda soluzione consiste nel collegare il cellulare all’auto tramite Bluetooth. Per farlo attivate il Bluetooth sul telefono e scansionate i dispositivi nelle vicinanze (ovviamente la vostra auto dovrà avere un impianto Bluetooth). Una volta che il sistema avrà messo in contatto telefono e vettura, sul primo vi apparirà un codice numerico. Digitatelo sull’impianto dell’auto per dare la conferma e il gioco è fatto.

Se in macchina non avete impianto Bluetooth potete sempre usare uno speakerphone. Trattasi di un dispositivo dotato di altoparlante che permette di effettuare chiamate senza mai distogliere lo sguardo dalla strada. Potete comprarlo online o nei negozi e installarlo sull’aletta parasole della vostra auto.

In alternativa potete comprare un kit vivavoce Bluetooth apposta per l’auto. Ce ne sono di tanti tipi e per tutte le tasche, controllabili sia tramite telecomando che a voce.

Negli ultimi anni sono nati due sistemi che permettono di integrare le funzionalità classiche del navigatore satellitare con quelle innovative degli smartphone di ultima generazione. Si tratta di Car Play (sviluppato da Apple) e Android Auto (sviluppato da Google). Potete usarli se possedete un iPhone o uno smartphone Android. Scaricate le app gratuitamente sul vostro smartphone, poi configuratele e potrete telefonare, inviare messaggi, controllare il traffico e ascoltare musica senza mai distrarvi dalla guida.

Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati