ATS GT: prima immagine della nuova supercar italiana [TEASER]

ATS GT: prima immagine della nuova supercar italiana [TEASER]

Sarà svelata il prossimo 31 Agosto al Salon Privé

Il nobile marchio italiano ATS (acronimo di Automobili, Turismo e Sport) torna sul mercato con una inedita supercar. La nuova GT punterà su uno stile unico, su una meccanica raffinata e su prestazioni decisamente elevate. Verrà costruita in non più di 12 esemplari.
ATS GT: prima immagine della nuova supercar italiana [TEASER]

ATS GT – Dopo il lancio ufficiale del nuovo logo che richiama in gran parte quello storico rappresentante il profilo di un drago stilizzato, ma con l’aggiunta del tricolore, la storica Casa costruttrice italiana si prepara al suo appuntamento più importante. Difatti, come anticipato nel nostro articolo, la ATS (acronimo di Automobili, Turismo e Sport) presenterà in anteprima mondiale al Salon Privé l’inedita GT che vuole rappresentare il ritorno sul mercato del marchio fondato nel 1962 da tecnici di estremo valore quali Carlo Chiti e Giotto Bizzarrini.

La data prefissata per il grande evento è il prossimo 31 Agosto alle ore 10:00 presso il Salone Privé, una delle più rinomate ed esclusive rassegne motoristiche per quanto riguarda il mondo delle automobili più rare, più lussuose e più sportive di tutti i tempi. Nella splendida cornice del Blenheim Palace, infatti, la supercar voluta da Daniele Maritan, proprietario di ATS, farà bella mostra di sè con un design che se da un lato richiamerà quello della ideale progenitrice, la 2500 GT del 1963, dall’altro sarà contraddistinta da inediti stilemi estetici che proietteranno la ATS nel futuro.

Come dicevamo in apertura, al di là della presentazione del nuovo marchio di fabbrica, ATS ha rilasciato anche il primo teaser ufficiale della nuova nata che potete vedere nell’immagine principale sotto il titolo. L’immagine in oggetto ci mostra una generica silhouette dell’inedita GT caratterizzata da una particolare fluidità delle linee che identificano il profilo. Il tutto poi sembra essere impreziosito da un particolare “gioco” di linee che interessano lo sportello, la finestratura laterale ed il montante posteriore entro cui è possibile intravedere un piccolo logo ATS stilizzato. Lo stile della nuova ATS GT sarà firmato dal designer Emanuele Bomboi. 

Oltre al teaser in oggetto, in ATS non hanno voluto sbottonarsi troppo sulle caratteristiche di design della loro nuova supercar. Tuttavia sono già emerse interessanti particolarità a livello tecnico e prestazionale. La nuova ATS GT, infatti, monterà un V8 turbo in grado di erogare ben 650 cv di potenza che potranno salire fino a 700 cv grazie ad un upgrade opzionale. Il propulsore ad 8 cilindri riuscirà a far schizzare la nuova ATS GT da 0 a 96 km/h in circa 3 secondi e a farle toccare i 330 km/h di velocità massima. Il V8 turbo sarà abbinato ad un cambio automatico a doppia frizione e a sette velocità. Curiosità: anche la ATS 2500 GT del 1963 era equipaggiata con un propulsore V8.

Ulteriori informazioni sono emerse anche sulla dinamica di guida che potrà vantare la nuova nata: i futuri clienti dell’inedita ATS GT, infatti, potranno godere di ben tre differenti modalità di guida (Viaggio, Sport e Corsa) in grado di cambiare il “carattere” dinamico della supercar agendo in particolar modo su sospensioni, velocità di cambiata ed erogazione di potenza. La nuova ATS GT oltre ad una incredibile potenza, potrà vantare anche una invidiabile leggerezza garantita da un ampio utilizzo di fibra di carbonio per puntare a prestazioni decisamente elevate.

ATS ha già fatto sapere, inoltre, che la nuova GT sarà una supercar ad altissima esclusività come lo fu la precedente 2500 GT: difatti non vedranno la luce più di 12 esemplari della nuova nata, esattamente lo stesso numero di unità in cui venne costruita la 2500 GT a cavallo degli anni ’60. Prezzo? Ancora top secret, com’è giusto che sia per una supercar così esclusiva ed attesa.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati