WP_Post Object ( [ID] => 430606 [post_author] => 40 [post_date] => 2017-08-29 19:02:43 [post_date_gmt] => 2017-08-29 17:02:43 [post_content] => Gruppi ottici dal design ancora più tagliente rispetto al modello attuale, un cofano piuttosto proteso, un passo che sembra abbondante e una zona posteriore abbastanza accorpata, ma comunque muscolosa. Sono alcuni degli elementi che caratterizzano le elaborazioni grafiche inviate alla redazione e dedicate all'attesa Mercedes-Benz Classe A. Dopo le precedenti foto spia di alcuni prototipi legati alla prossima generazione, queste nuove immagini realizzate da esperti di stile, suggeriscono quale potrebbe essere il potenziale aspetto della futura compatta della Stella. Ipotesi a cui bisogna sommare i rumors già riportati e le stesse parole del Presidente del Gruppo Daimler AG, Dieter Zetsche, che a proposito della Classe A aveva sottolineato il fatto che questa rappresenti: “un simbolo del ringiovanimento” del brand Mercedes-Benz, già mostrato all'esordio del modello rivisto nel 2012. La nuova generazione, considerando anche queste due elaborazioni, risulterebbe un'ulteriore evoluzione di questo “ringiovanimento”. Non solo per l'ipotizzato frontale, ma anche per il possibile affinamento di certi stilemi, come ad esempio gli immaginati gruppi ottici LED posteriori dotati di un disegno caratteristico e acuminato verso l'accesso al baule. La nuova generazione di Classe A sarebbe realizzata sull'aggiornato telaio MFA2, la segnalata Modular Front Architecture 2, studiata dal costruttore per vetture di questa tipologia. Non solo consentirebbe un contenimento del peso complessivo, attraverso l'impiego di materiali più leggeri in particolare l'alluminio, oltre ad amplificare la rigidezza torsionale, ma risulterebbe anche più lungo. In base anche gli esemplari di prova avvistati, si sospetta che il passo della prossima Classe A possa essere più generoso dell'attuale, ma la nuova vettura potrebbe essere anche più larga e leggermente più alta. Poche invece le voci attorno ai propulsori, ma tra queste anche l'ipotesi che la gamma tradizionale possa essere affiancata da un'inedita ibrida plug-in. Al vertice, dal punto di vista soprattutto sportivo, potrebbe esserci ancora una Mercedes-AMG A 45 4MATIC. Sotto il cofano, però, potrebbe figurare un motore turbo rivisto dalla potenza ancora più elevata rispetto agli attuali 381 cavalli. Ma, come evidenziato, sono solo supposizioni. [post_title] => Mercedes Classe A 2018: un'ipotesi della prossima generazione [RENDERING] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercedes-classe-a-2018-unipotesi-della-prossima-generazione-rendering [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-08-29 19:02:43 [post_modified_gmt] => 2017-08-29 17:02:43 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=430606 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercedes Classe A 2018: un’ipotesi della prossima generazione [RENDERING]

Si parla anche di una possibile ibrida plug-in?

Mercedes Classe A 2018 – Due elaborazioni grafiche dedicate al potenziale aspetto della nuova compatta tedesca
Mercedes Classe A 2018: un’ipotesi della prossima generazione [RENDERING]

Gruppi ottici dal design ancora più tagliente rispetto al modello attuale, un cofano piuttosto proteso, un passo che sembra abbondante e una zona posteriore abbastanza accorpata, ma comunque muscolosa. Sono alcuni degli elementi che caratterizzano le elaborazioni grafiche inviate alla redazione e dedicate all’attesa Mercedes-Benz Classe A.

Dopo le precedenti foto spia di alcuni prototipi legati alla prossima generazione, queste nuove immagini realizzate da esperti di stile, suggeriscono quale potrebbe essere il potenziale aspetto della futura compatta della Stella. Ipotesi a cui bisogna sommare i rumors già riportati e le stesse parole del Presidente del Gruppo Daimler AG, Dieter Zetsche, che a proposito della Classe A aveva sottolineato il fatto che questa rappresenti: “un simbolo del ringiovanimento” del brand Mercedes-Benz, già mostrato all’esordio del modello rivisto nel 2012.
La nuova generazione, considerando anche queste due elaborazioni, risulterebbe un’ulteriore evoluzione di questo “ringiovanimento”. Non solo per l’ipotizzato frontale, ma anche per il possibile affinamento di certi stilemi, come ad esempio gli immaginati gruppi ottici LED posteriori dotati di un disegno caratteristico e acuminato verso l’accesso al baule.

La nuova generazione di Classe A sarebbe realizzata sull’aggiornato telaio MFA2, la segnalata Modular Front Architecture 2, studiata dal costruttore per vetture di questa tipologia. Non solo consentirebbe un contenimento del peso complessivo, attraverso l’impiego di materiali più leggeri in particolare l’alluminio, oltre ad amplificare la rigidezza torsionale, ma risulterebbe anche più lungo. In base anche gli esemplari di prova avvistati, si sospetta che il passo della prossima Classe A possa essere più generoso dell’attuale, ma la nuova vettura potrebbe essere anche più larga e leggermente più alta. Poche invece le voci attorno ai propulsori, ma tra queste anche l’ipotesi che la gamma tradizionale possa essere affiancata da un’inedita ibrida plug-in. Al vertice, dal punto di vista soprattutto sportivo, potrebbe esserci ancora una Mercedes-AMG A 45 4MATIC. Sotto il cofano, però, potrebbe figurare un motore turbo rivisto dalla potenza ancora più elevata rispetto agli attuali 381 cavalli. Ma, come evidenziato, sono solo supposizioni.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. ciccio

    29 Agosto 2017 at 19:16

    Quei fari anteriori fanno cagare.

Articoli correlati