WP_Post Object ( [ID] => 447034 [post_author] => 63 [post_date] => 2017-10-08 15:05:56 [post_date_gmt] => 2017-10-08 13:05:56 [post_content] => Le operazioni da compiere per la manutenzione dei tergicristalli sono essenzialmente due: il rabbocco del liquido lavavetri quando questo scarseggia e la sostituzione del pezzo che non lavora più come prima. Si tratta di due operazioni semplici, economiche e che non richiedono nemmeno troppo tempo. Vediamo allora come procedere per rabboccare il liquido lavavetri e come sostituire i tergicristalli.  

Rabbocco liquido lavavetri

Dal momento che un parabrezza sporco non è solo brutto da vedere ma può anche essere pericoloso per la visibilità del guidatore, il liquido lavavetri non deve mai scarseggiare. Per questo motivo la vaschetta deve essere sempre piena ed è buona norma tenere durante i viaggi una confezione di liquido nel portabagagli dell’auto. In molti si chiedono se per i tergicristalli va bene anche l’acqua, ma la risposta è no. Il calcare presente nell’acqua rischia infatti di otturare gli ugelli e compromettere il funzionamento dell’impianto e dunque l’utilizzo di semplice acqua è sconsigliato. Molto meglio invece utilizzare il liquido lavavetri, che contiene additivi anticalcare per prevenire l’otturazione degli ugelli e preservare l’efficienza dell’impianto. Importante poi prestare attenzione alla stagione e alle temperature a cui è esposta l’auto e di conseguenza l’impianto lavavetri. A temperature troppo rigide un liquido non adatto potrebbe infatti congelare e portare alla rottura di alcuni componenti dell’impianto. Dunque il prodotto va scelto anche in base alle specifiche condizioni di utilizzo e se il rabbocco viene fatto a temperature inferiori al punto di congelamento bisogna comprare il liquido lavavetri con protezione antigelo. Ma ogni quanto va fatto il rabbocco? Sarà la vostra auto a segnalarvelo, mediante il messaggio e il simbolo che verranno visualizzati sul quadro strumenti nel momento in cui rimarrà circa un litro di liquido nel serbatoio. Veniamo ora al rabbocco vero e proprio. Aspettate che il motore della macchina sia freddo, poi aprite il cofano e individuate il tappo (che di solito è di colore blu) su cui è disegnato il simbolo col parabrezza e lo zampillo d'acqua. Aprite il tappo e riempite la vaschetta con l’apposito liquido, poi chiudete tappo e cofano e il gioco è fatto. Si tratta quindi di un’operazione piuttosto facile e veloce e dai costi contenuti. I liquidi per i tergicristalli costano infatti intorno ai 5-10 euro circa, a seconda ovviamente della marca e del formato.  

Sostituzione tergicristalli auto

Leggermente più complessa è la sostituzione dei tergicristalli dell’auto. In genere bisognerebbe farla una volta all’anno, ma se ci sono dei problemi va effettuata anche prima. Se ad esempio la lama non aderisce più al vetro del parabrezza (lasciando quindi grandi superfici non pulite) la sostituzione si rende necessaria. E lo è anche se il parabrezza lascia delle striature piccole e strette che non vanno via dopo la pulizia. Se invece la gomma della spazzola si deforma in alcuni punti non è necessario cambiare l'intero pezzo ma basta sostituire solo la gomma. Per la sostituzione dei tergicristalli procedete così: alzate le assi delle spazzole per facilitarvi con il lavoro e piegate il tergicristallo con le spazzole rivolte verso l’alto fin quando non assumono una posizione parallela a quella del cofano. A questo punto individuate le due linguette e allargatele fino a sentire un piccolo scatto, poi sfilate via il tergicristallo estraendolo dall’asse. Per montare il tergicristallo nuovo dovete procedere all’inverso, facendo stringere le linguette fino a sentire uno scatto. Discorso differente per il tergicristallo del lunotto posteriore, che è fissato alla base del lunotto da una vite il cui calibro varia da modello a modello. Per cambiare il tergicristallo posteriore dovete quindi individuare la vite (solitamente nascosta da una scocca di materiale plastico) svitarla e smontare l’intero tergicristallo. Anche in questo caso per montare il tergicristallo nuovo dovete fare l’operazione opposta, poggiando il pezzo all’altezza della vite e avvitandolo per poi coprire la vite con l’apposita scocca. La sostituzione costa ovviamente di più rispetto al semplice rabbocco del liquido, ma anche in questo caso il prezzo non è eccessivo e non dovrebbe superare i 20-25 euro. Come detto all'inizio però, se la struttura del tergicristallo è integra a volte non è necessario sostituire l’intero pezzo ma basta cambiare le spazzole. [post_title] => Tergicristalli: come rabboccare il liquido lavavetri e come sostituirli [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => %ef%bb%bftergicristalli-come-rabboccare-il-liquido-lavavetri [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-10-30 16:18:25 [post_modified_gmt] => 2017-10-30 15:18:25 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=447034 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Tergicristalli: come rabboccare il liquido lavavetri e come sostituirli

Non usate mai l'acqua ma comprate il liquido apposito. E fate attenzione in inverno

Manutenzione tergicristalli: come fare il rabbocco del liquido lavavetri e come sostituire il tergicristallo che non funziona più
Tergicristalli: come rabboccare il liquido lavavetri e come sostituirli

Le operazioni da compiere per la manutenzione dei tergicristalli sono essenzialmente due: il rabbocco del liquido lavavetri quando questo scarseggia e la sostituzione del pezzo che non lavora più come prima.

Si tratta di due operazioni semplici, economiche e che non richiedono nemmeno troppo tempo. Vediamo allora come procedere per rabboccare il liquido lavavetri e come sostituire i tergicristalli.

 

Rabbocco liquido lavavetri

Dal momento che un parabrezza sporco non è solo brutto da vedere ma può anche essere pericoloso per la visibilità del guidatore, il liquido lavavetri non deve mai scarseggiare. Per questo motivo la vaschetta deve essere sempre piena ed è buona norma tenere durante i viaggi una confezione di liquido nel portabagagli dell’auto.

In molti si chiedono se per i tergicristalli va bene anche l’acqua, ma la risposta è no. Il calcare presente nell’acqua rischia infatti di otturare gli ugelli e compromettere il funzionamento dell’impianto e dunque l’utilizzo di semplice acqua è sconsigliato. Molto meglio invece utilizzare il liquido lavavetri, che contiene additivi anticalcare per prevenire l’otturazione degli ugelli e preservare l’efficienza dell’impianto.

Importante poi prestare attenzione alla stagione e alle temperature a cui è esposta l’auto e di conseguenza l’impianto lavavetri. A temperature troppo rigide un liquido non adatto potrebbe infatti congelare e portare alla rottura di alcuni componenti dell’impianto. Dunque il prodotto va scelto anche in base alle specifiche condizioni di utilizzo e se il rabbocco viene fatto a temperature inferiori al punto di congelamento bisogna comprare il liquido lavavetri con protezione antigelo.

Ma ogni quanto va fatto il rabbocco? Sarà la vostra auto a segnalarvelo, mediante il messaggio e il simbolo che verranno visualizzati sul quadro strumenti nel momento in cui rimarrà circa un litro di liquido nel serbatoio.

Veniamo ora al rabbocco vero e proprio. Aspettate che il motore della macchina sia freddo, poi aprite il cofano e individuate il tappo (che di solito è di colore blu) su cui è disegnato il simbolo col parabrezza e lo zampillo d’acqua. Aprite il tappo e riempite la vaschetta con l’apposito liquido, poi chiudete tappo e cofano e il gioco è fatto. Si tratta quindi di un’operazione piuttosto facile e veloce e dai costi contenuti. I liquidi per i tergicristalli costano infatti intorno ai 5-10 euro circa, a seconda ovviamente della marca e del formato.

 

Sostituzione tergicristalli auto

Leggermente più complessa è la sostituzione dei tergicristalli dell’auto. In genere bisognerebbe farla una volta all’anno, ma se ci sono dei problemi va effettuata anche prima.

Se ad esempio la lama non aderisce più al vetro del parabrezza (lasciando quindi grandi superfici non pulite) la sostituzione si rende necessaria. E lo è anche se il parabrezza lascia delle striature piccole e strette che non vanno via dopo la pulizia. Se invece la gomma della spazzola si deforma in alcuni punti non è necessario cambiare l’intero pezzo ma basta sostituire solo la gomma.

Per la sostituzione dei tergicristalli procedete così: alzate le assi delle spazzole per facilitarvi con il lavoro e piegate il tergicristallo con le spazzole rivolte verso l’alto fin quando non assumono una posizione parallela a quella del cofano. A questo punto individuate le due linguette e allargatele fino a sentire un piccolo scatto, poi sfilate via il tergicristallo estraendolo dall’asse. Per montare il tergicristallo nuovo dovete procedere all’inverso, facendo stringere le linguette fino a sentire uno scatto.

Discorso differente per il tergicristallo del lunotto posteriore, che è fissato alla base del lunotto da una vite il cui calibro varia da modello a modello. Per cambiare il tergicristallo posteriore dovete quindi individuare la vite (solitamente nascosta da una scocca di materiale plastico) svitarla e smontare l’intero tergicristallo.

Anche in questo caso per montare il tergicristallo nuovo dovete fare l’operazione opposta, poggiando il pezzo all’altezza della vite e avvitandolo per poi coprire la vite con l’apposita scocca.

La sostituzione costa ovviamente di più rispetto al semplice rabbocco del liquido, ma anche in questo caso il prezzo non è eccessivo e non dovrebbe superare i 20-25 euro. Come detto all’inizio però, se la struttura del tergicristallo è integra a volte non è necessario sostituire l’intero pezzo ma basta cambiare le spazzole.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati