Renault: dalla Francia arriva il “Renault Energy Services”

La casa francese punta ad avere una rete per la fornitura di energia più efficace e con meno sprechi

Gilles Normand, Direttore del Veicolo Elettrico di Renault: "Investire nelle smart grid ci permette di rafforzare la nostra leadership in Europa nel settore".
Renault: dalla Francia arriva il “Renault Energy Services”

Renault – Un’interessante novità dal sapore green arriva dalla Francia. Renault, uno dei marchi che ha spostato con più convinzione i progetti legati alla realizzazione di vetture elettriche, è pronta a lanciare una filiale denominata “Renault Energy Services“.

Si tratta di una start-up nata per investire in progetti nel settore delle reti elettriche intelligenti, dette smart grid, creando rapporti preferenziali con i diversi player dell’energia. Tra i principali obiettivi ci sono lo sviluppo di sistemi di ricarica intelligente (smartcharging), le interazioni tra veicolo e rete elettrica (vehicle to grid) e i progetti relativi alla seconda vita delle batterie.

Grazie a questo tipo di percorso, Renault intende favorire sì lo sviluppo di una rete di veicoli a zero emissioni, ma contemporaneamente migliorare la gestione della distribuzione di elettricità e la sua disponibilità. La ricarica intelligente, ad esempio, modula la ricarica del veicolo in funzione dei fabbisogni dell’utente e dell’offerta di elettricità disponibile sulla rete. La fase di ricarica è massima quando l’offerta di elettricità è più abbondante del fabbisogno, in particolare durante i picchi di produzione delle energie rinnovabili e nelle ore in cui la tariffa dell’elettricità è più bassa. Nei sistemi vehicle-to-grid, i veicoli sono in grado di immettere elettricità nella rete in corrispondenza dei picchi di consumo. Oltre alla possibilità di ricaricarsi in modo intelligente, i veicoli possono quindi servire anche da unità di stoccaggio temporaneo di energia.

Anche dopo la sua “vita automobilistica”, la batteria del veicolo elettrico conserva un’importante capacità di stoccaggio. Renault può riutilizzarla in ambienti meno esigenti, in particolare per lo stoccaggio di energia stazionario.

Gilles Normand, Direttore del Veicolo Elettrico di Renault, ha commentato così questa nuova iniziativa: “Oggi compiamo un passo avanti importante con il lancio di Renault Energy Services. Investire nelle smart grid rappresenta un fattore determinante per potenziare la nostra leadership in Europa nel veicolo elettrico e accelerare il cambiamento di scala di questa industria“.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati