ATS GT: 10 curiosità sulla nuova supercar italiana [FOTO]

ATS GT: 10 curiosità sulla nuova supercar italiana [FOTO]

Personalizzazione, tecnologia e artigianalità si fondono

La supercar del ritorno del brand italiano ATS sui mercati di tutto il mondo non passa soltanto attraverso caratteristiche tecniche di prim'ordine e prestazioni assolutamente esaltanti, ma anche per via di un perfetto mix tra un richiamo alla tradizione ed uno sguardo al futuro.
ATS GT: 10 curiosità sulla nuova supercar italiana [FOTO]

ATS GT – Presentata lo scorso 31 Agosto nell’esclusiva cornice del Salon Prive, la nuova GT ha segnato la rinascita del marchio ATS (Automobili Turismo Sport). La nuova proprietà ha voluto dar vita ad una supercar inedita contraddistinta ovviamente da caratteristiche tecniche sopraffine e prestazioni elevate abbinate ad una elevata artigianalità e ad una spasmodica ricerca tecnologica.

Non solo: la nuova ATS GT si distingue nel panorama internazionale di supercar anche per via di numerose “chicche” che pochi altri costruttori possono dire di avere. A tal riguardo abbiamo incontrato il Presidente ATS, Daniele Maritan, ed il designer, Emanuele Bomboi, che ci hanno rivelato alcune specifiche peculiarità proprie della loro ultima creatura. Vediamole assieme.

1 – Esclusività. Al pari dell’originaria ATS 2500 GT costruita tra il 1963 ed il 1965, la nuova supercar sarà costruita soltanto in 12 esemplari. E’ un modo per rendere il giusto omaggio alla forte tradizione e al glorioso passato di un marchio tutto italiano.

2 – Specificità. Ognuno dei 12 esemplari della nuova ATS GT avrà un prezzo di partenza stabilito in 1.150.000 euro, tasse escluse.

3 – Unicità. Non ci potranno essere al mondo due esemplari uguali di GT. Ognuno dei 12 clienti potrà riservare unicamente per sé uno specifico colore per la carrozzeria che non potrà essere replicato sulla nuova GT di nessun altro cliente.

4 – Personalizzazione. Sulla razza inferiore del volante della nuova ATS GT ci sarà un piccolo spazio a mo’ di targhetta in cui ognuno dei 12 clienti potrà far incastonare la sua firma. Se un cliente dovesse poi rivendere la sua ATS GT ad un altro cliente, quest’ultimo potrà fare la stessa cosa ed incastonare la propria firma sul volante della nuova supercar.

5 – Originalità. A livello del montante posteriore la nuova ATS GT è caratterizzata dalla presenza di una piccola pinna che incorpora il marchio ATS. Questa pinna è staccata dal vetro laterale perchè in realtà nasconde una piccola fessura in cui bisogna far passare la mano per aprire lo sportello.

6 – Design. I gruppi ottici posteriori sono contraddistinti da un disegno circolare nella cui parte interna trova spazio un originale estrattore che provvede a far uscire l’aria calda proveniente dal motore.

7 – Futuro e passato insieme. Nel momento in cui la nuova ATS GT viene accesa, il marchio presente sul cofano della supercar italiana viene retroilluminato di azzurro, un voluto richiamo estetico al colore originario del brand ATS che negli anni ’60 aveva il proprio marchio su fondo azzurro.

8 – Materiali di pregio. L’intero abitacolo della nuova ATS GT si caratterizza per l’assoluta assenza di materiali plastici e per una incredibile profusione di alluminio, carbonio e pelle Nabuk che regalano piacevoli sensazioni al tatto e alla vista.

9 – Dettagli di stile. La funzionalità del cambio, completamente con leveraggi a vista, può essere personalizzata dal cliente per ciò che concerne il rapporto delle molle ed il relativo grado di resistenza (inferiore o superiore) al fine di determinare un rilascio più secco o più morbido e più veloce o più lento della leva.

10 – Anteprima mondiale. Il sistema audio della GT definito “Prima orchestra” utilizza una inedita tecnologia chiamata “Magneto Planare” in cui le casse disposte all’interno dell’abitacolo invece di suonare attraverso una classica vibrazione di una membrana, emettono suoni per via di veri e propri “fogli elettronici”. Così facendo si gode di un suono pulito e privo di distorsioni in quanto le membrane su alcune frequenze possono far fatica a tornare in posizione e dar vita ad una distorsione, mentre coi fogli elettronici questo disturbo non avviene. La nuova ATS GT è la prima auto al mondo a montare un sistema audio dotato di questa tecnologia.

(Photo credit: Antonio Iafelice | motorionline.com)

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati