WP_Post Object ( [ID] => 451322 [post_author] => 40 [post_date] => 2017-10-18 14:49:30 [post_date_gmt] => 2017-10-18 12:49:30 [post_content] => Il freddo si avvicina, anche se più lentamente questo anno. In ogni caso, dotare la propria autovettura di gomme invernali, quando la colonnina di mercurio inizia a segnare temperature costantemente attorno ai sette gradi centigradi e poi progressivamente al di sotto di questa soglia, è prezioso soprattutto per la sicurezza di marcia. Di recente, attraverso tre episodi riportati sul nostro sito, abbiamo mostrato le qualità di un tipo di pneumatico invernale ad elevate prestazioni, affrontando ben sei Passi alpini. Potete leggere gli articoli e osservare i video ad essi legati, utilizzando i link riportati di seguito: EPISODIO 1 EPISODIO 2 EPISODIO 3 Nell'occasione ci siamo focalizzati sulla tipologia Pirelli Winter Sottozero, anche se il discorso affrontato, soprattutto nell'ultimo capitolo dei tre, può essere esteso a tutti i pneumatici invernali. Un'alternativa al cambio forzato degli pneumatici è rappresentata dalle gomme All Season, note anche con l'espressione “quattro stagioni”, caratterizzate da una mescola di media consistenza e dalle caratteristiche equilibrate, che consente un utilizzo continuo lungo tutti i periodi dell'anno. Sebbene, rispetto alle tipologie estive e alle invernali, non garantiscano lo stesso livello prestazionale. In sostanza, sono un compromesso ottimale, ma l'efficacia esternata da pneumatici specifici per determinate condizioni climatiche risulta sempre superiore. La differenziazione tra le diverse tipologie di gomme è legata anche a delle sigle dedicate, tipo quella 3PMSF (Three Peak Mountain with Snow Flake), che affianca sulla spalla la classica M+S (in alternativa M-S, M&S) ovvero mud and snow (fango e neve), che contraddistingue il massimo livello prestazionale delle gomme invernali nelle condizioni più difficili. Tornando alle regolamentazioni, la sostituzione delle gomme deve essere fatta tenendo in considerazione quanto indicato dalla carta di circolazione. In ogni caso, esiste una deroga sull'uso di pneumatici invernali con codice di velocità inferiore, ma comunque pari o superiore all'indice Q corrispondente a 160 km/h, comunque considerando sempre dunque i valori di carico e dimensioni. Mentre l'uso di pneumatici invernali o siglati M+S resta vietato dal 16 aprile al 14 ottobre. Poi dal 15 novembre, terminato il mese utile per la sostituzione delle gomme passando da estive a invernali, parte l'obbligo d'utilizzo. Una mancanza che, secondo le norme del Codice della strada, può essere punita con una multa di 85,00 Euro o, se pagata nei primi cinque giorni dopo la contestazione, 59,50 Euro. L'obbligo termina il 15 aprile, per il nuovo passaggio alle gomme estive, considerando ancora un mese di tempo per effettuare la sostituzione. Foto: Alessio Sanavio [post_title] => Gomme invernali: con le stagioni fredde è giunto il periodo del cambio [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => gomme-invernali-con-le-stagioni-fredde-e-giunto-il-periodo-del-cambio [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-10-18 14:49:30 [post_modified_gmt] => 2017-10-18 12:49:30 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=451322 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Gomme invernali: con le stagioni fredde è giunto il periodo del cambio

La sostituzione è possibile già dal 15 ottobre

Gomme invernali, cambio – Il 15 novembre entra in vigore l'obbligo di circolazione con pneumatici invernali, che garantiscono sicurezza e costanza di marcia alle basse temperature su fondi ghiacciati, innevati, bagnati o asciutti
Gomme invernali: con le stagioni fredde è giunto il periodo del cambio

Il freddo si avvicina, anche se più lentamente questo anno. In ogni caso, dotare la propria autovettura di gomme invernali, quando la colonnina di mercurio inizia a segnare temperature costantemente attorno ai sette gradi centigradi e poi progressivamente al di sotto di questa soglia, è prezioso soprattutto per la sicurezza di marcia.

Di recente, attraverso tre episodi riportati sul nostro sito, abbiamo mostrato le qualità di un tipo di pneumatico invernale ad elevate prestazioni, affrontando ben sei Passi alpini. Potete leggere gli articoli e osservare i video ad essi legati, utilizzando i link riportati di seguito:

EPISODIO 1

EPISODIO 2

EPISODIO 3

Nell’occasione ci siamo focalizzati sulla tipologia Pirelli Winter Sottozero, anche se il discorso affrontato, soprattutto nell’ultimo capitolo dei tre, può essere esteso a tutti i pneumatici invernali. Un’alternativa al cambio forzato degli pneumatici è rappresentata dalle gomme All Season, note anche con l’espressione “quattro stagioni”, caratterizzate da una mescola di media consistenza e dalle caratteristiche equilibrate, che consente un utilizzo continuo lungo tutti i periodi dell’anno. Sebbene, rispetto alle tipologie estive e alle invernali, non garantiscano lo stesso livello prestazionale. In sostanza, sono un compromesso ottimale, ma l’efficacia esternata da pneumatici specifici per determinate condizioni climatiche risulta sempre superiore.

La differenziazione tra le diverse tipologie di gomme è legata anche a delle sigle dedicate, tipo quella 3PMSF (Three Peak Mountain with Snow Flake), che affianca sulla spalla la classica M+S (in alternativa M-S, M&S) ovvero mud and snow (fango e neve), che contraddistingue il massimo livello prestazionale delle gomme invernali nelle condizioni più difficili.

Tornando alle regolamentazioni, la sostituzione delle gomme deve essere fatta tenendo in considerazione quanto indicato dalla carta di circolazione. In ogni caso, esiste una deroga sull’uso di pneumatici invernali con codice di velocità inferiore, ma comunque pari o superiore all’indice Q corrispondente a 160 km/h, comunque considerando sempre dunque i valori di carico e dimensioni. Mentre l’uso di pneumatici invernali o siglati M+S resta vietato dal 16 aprile al 14 ottobre. Poi dal 15 novembre, terminato il mese utile per la sostituzione delle gomme passando da estive a invernali, parte l’obbligo d’utilizzo. Una mancanza che, secondo le norme del Codice della strada, può essere punita con una multa di 85,00 Euro o, se pagata nei primi cinque giorni dopo la contestazione, 59,50 Euro.
L’obbligo termina il 15 aprile, per il nuovo passaggio alle gomme estive, considerando ancora un mese di tempo per effettuare la sostituzione.

Foto: Alessio Sanavio

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati