Aston Martin: entro il 2020 una supercar a motore centrale

Aston Martin: entro il 2020 una supercar a motore centrale

Sfiderà Ferrari 488, Lamborghini Huracan e McLaren 720S

Andy Palmer, ha dichiarato che nell'arco di un paio di anni Aston Martin potrà battagliare con Ferrari, Lamborghini e McLaren grazie ad una inedita supercar a motore centrale.
Aston Martin: entro il 2020 una supercar a motore centrale

Che ultimamente Aston Martin sia in grande spolvero non sembra vi siano molti dubbi. Ad esempio, l’arrivo della hypercar Valkyrie ha gettato nuova luce sul futuro dell’aristocratica ma sportiva casa costruttrice inglese. Grazie alla nuova nata, forte della collaborazione tra l’Aston Martin stessa e di partner tecnologici di prestigio come Red Bull Racing ed il “genio” Adrian Newey, la casa costruttrice guidata da Andy Palmer si è messa nella posizione di sfidare mostri sacri e hypercar di tutto rispetto come ad esempio Ferrari LaFerrari e McLaren P1.

Tuttavia la spinta energica di Aston Martin verso nuovi segmenti di mercato non si è esaurita soltanto nel mondo delle hypercar: lo stesso Andy Palmer ha già dichiarato di voler sfidare le su citate case costruttrici di supercar nel segmento delle sportive a motore centrale. In tal contesto il CEO di Aston Martin ha difatti dichiarato “guerra” alle attuali Ferrari 488 e McLaren 720S annunciando l’arrivo nella propria gamma di una alquanto inedita supercar dotata di un motore posizionato dietro l’abitacolo.

In una recentissima intervista rilasciata a Car and Driver, Andy Palmer ha così motivato la scelta di Aston Martin di andarsi ad inserire nel segmento delle sportive a motore centrale: “La maggior parte dei costruttori di supercar hanno vetture di riferimento in questo particolare segmento. Ferrari, Lamborghini e McLaren sono sempre presenti quando si parla di sportive a due posti secchi dalle performance elevate.”

Non solo: in un’altra intervista rilasciata ad Auto Express, Andy Palmer si è lasciato andare anche ad una piccola spiegazione di natura tecnica riguardo la nascita della nuova nata: “Avere un motore in posizione centrale non è un qualcosa di obbligatorio e la nostra attuale gamma lo dimostra. Tuttavia un propulsore montato in questo modo permette di ottenere in modo più semplice una distribuzione 50:50 dei pesi. Non a caso il mercato delle supercar tende verso questo genere di configurazione. La Valkyrie produrrà il DNA della rivale della 488 e quest’ultima erediterà la tecnologia della Vanquish.”

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati