WP_Post Object ( [ID] => 452883 [post_author] => 63 [post_date] => 2017-10-22 12:31:56 [post_date_gmt] => 2017-10-22 10:31:56 [post_content] => Un’auto che puzza non è mai uno spettacolo gratificante, né per noi che la guidiamo abitualmente né per chi ci sale di tanto in tanto. Spesso però capita che, per mancanza di tempo o di voglia (o magari anche per qualche nostra cattiva abitudine) ci si dimentichi di fare un po’ di pulizia all’interno dell’abitacolo. Volete evitare la presenza di cattivi odori in auto? Ecco alcuni consigli da mettere subito in pratica.  

Lavare l'auto, sia fuori che dentro

Il primo passo è sempre il lavaggio, sia degli interni dell’auto che degli esterni. Partiamo proprio da questi ultimi in quanto il cattivo odore potrebbe anche arrivare da fuori. Ricordiamo che il lavaggio dell’auto è composto dal prelavaggio, dal lavaggio vero e proprio e dall'asciugatura e tutte e tre le operazioni sono importanti allo stesso modo. Il prelavaggio ci permette di eliminare lo sporco più profondo attraverso l’utilizzo di appositi sgrassatori (non scegliete quelli troppo aggressivi, rischiate di rovinare la macchina). Usate il prodotto apposito per due volte, risciacquando in entrambi i casi con dell’acqua. Fate quindi il lavaggio usando il metodo dei due secchi oppure la tecnica del lancia schiuma. Nel primo caso preparate un secchio per l’insaponatura e uno per il risciacquo del guanto/spugna, poi nel primo secchio aggiungete shampoo e acqua per fare la schiuma. Quindi immergete il guanto spugna nel primo secchio e passatelo sull’auto. La tecnica del lancia schiuma consiste invece nel versare lo shampoo nel serbatoio del lancia schiuma e aggiungere acqua per diluire il tutto. Ricoprite la macchina di schiuma, prendete il guanto/spugna, immergetelo nel secchio dell’insaponatura e passatelo sull’auto. Per l’asciugatura aprite il tubo e fate scorrere l’acqua a partire dalla parte superiore dell’auto, prima da sinistra verso destra e poi da destra verso sinistra. Ogni quanto va fatto il lavaggio dell’auto? Se volete evitare cattivi odori fatelo ogni 2-3 mesi. Passiamo agli interni. Qui il problema principale sono i sedili, dunque usate prima l’aspirapolvere e poi una soluzione fatta di bicarbonato, detersivo per piatti e acqua calda. In alternativa potete anche pulire a secco cospargendo i sedili col solo bicarbonato e lasciando agire il tutto durante la notte. Sotto i sedili (dove si concentra la maggior parte della sporcizia) usate invece un pennello a setole dure per poi passare l’aspirapolvere.  

Manutenzione climatizzatore e filtro abitacolo

Un altro modo per eliminare i cattivi odori in auto è usare gli igienizzanti per climatizzatori, che evitano quella fastidiosa puzza dovuta alle impurità nei condotti di areazione. Se però volete una pulizia ancora più completa portate la macchina in un centro di santificazione auto, dove un lavaggio fatto con macchinari avanzati per la pulizia e l’igienizzazione eliminerà completamente spore, muffe, acari e ogni altro genere di sporcizia. Molto importante anche cambiare il filtro abitacolo, cioè quel dispositivo che purifica l’aria che entra nel veicolo tramite le bocchette d’aria. Cambiatelo una volta all’anno oppure quando la vostra auto ha già percorso 12-15mila km circa. Anche il ricircolo aiuta a mandare via la puzza dalla macchina, per cui azionatelo tenendo i finestrini chiusi (in modo da adoperare solo l’aria presente all’interno) ma non usatelo per troppo tempo.  

Animali in auto

Non dobbiamo dimenticare che a generare i cattivi odori in auto potrebbero essere i nostri amici animali. Anche se puliti infatti, gli animali lasciano sempre il loro odore e nel caso di cani e gatti anche qualche pelo qua e là. L’ideale sarebbe viaggiare senza animali a bordo, ma se proprio non potete farne a meno procedete almeno a una pulizia veloce dell’abitacolo una volta giunti a destinazione. Attenzione però a rispettare le regole. In auto gli animali vanno tenuti in gabbia oppure sui sedili posteriori (nel caso installate una rete divisoria) e mai e poi mai sul sedile davanti accanto al guidatore.  

Le cattive abitudini

Non c’è dubbio che a produrre i cattivi odori siano alcune nostre (pessime) abitudini. Fumate in auto? A parte il fatto che non si può fare (rischiate fino a 500 euro di multa) è probabile che l’abitacolo puzzerà spesso di fumo. Se proprio non volete rinunciare alla vostra sigaretta fermatevi da qualche parte, in un bar oppure in una stazione di servizio se siete in autostrada. Anche il cibo è fonte di cattivi odori. Sgranocchiare cibo in auto, bere bibite o altro per poi lasciare cartacce e lattine vuote da qualche parte non contribuisce di certo alla pulizia. Evitate allora questa brutta abitudine, così come quella di lasciare per troppo tempo oggetti da lavoro o di svago nella vostra auto (portatevi tutto a casa o teneteli in ufficio). [post_title] => Cattivi odori in auto: come eliminarli [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => cattivi-odori-in-auto-come-eliminarli [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-10-22 12:31:56 [post_modified_gmt] => 2017-10-22 10:31:56 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=452883 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Cattivi odori in auto: come eliminarli

I consigli per mantenere l'auto pulita

Come eliminare i cattivi odori dall'auto. Lavaggio interni ed esterni, manutenzione climatizzatore e filtro, animali, cibo e fumo
Cattivi odori in auto: come eliminarli

Un’auto che puzza non è mai uno spettacolo gratificante, né per noi che la guidiamo abitualmente né per chi ci sale di tanto in tanto. Spesso però capita che, per mancanza di tempo o di voglia (o magari anche per qualche nostra cattiva abitudine) ci si dimentichi di fare un po’ di pulizia all’interno dell’abitacolo.

Volete evitare la presenza di cattivi odori in auto? Ecco alcuni consigli da mettere subito in pratica.

 

Lavare l’auto, sia fuori che dentro

Il primo passo è sempre il lavaggio, sia degli interni dell’auto che degli esterni. Partiamo proprio da questi ultimi in quanto il cattivo odore potrebbe anche arrivare da fuori.

Ricordiamo che il lavaggio dell’auto è composto dal prelavaggio, dal lavaggio vero e proprio e dall’asciugatura e tutte e tre le operazioni sono importanti allo stesso modo. Il prelavaggio ci permette di eliminare lo sporco più profondo attraverso l’utilizzo di appositi sgrassatori (non scegliete quelli troppo aggressivi, rischiate di rovinare la macchina). Usate il prodotto apposito per due volte, risciacquando in entrambi i casi con dell’acqua.

Fate quindi il lavaggio usando il metodo dei due secchi oppure la tecnica del lancia schiuma. Nel primo caso preparate un secchio per l’insaponatura e uno per il risciacquo del guanto/spugna, poi nel primo secchio aggiungete shampoo e acqua per fare la schiuma. Quindi immergete il guanto spugna nel primo secchio e passatelo sull’auto. La tecnica del lancia schiuma consiste invece nel versare lo shampoo nel serbatoio del lancia schiuma e aggiungere acqua per diluire il tutto. Ricoprite la macchina di schiuma, prendete il guanto/spugna, immergetelo nel secchio dell’insaponatura e passatelo sull’auto.

Per l’asciugatura aprite il tubo e fate scorrere l’acqua a partire dalla parte superiore dell’auto, prima da sinistra verso destra e poi da destra verso sinistra.

Ogni quanto va fatto il lavaggio dell’auto? Se volete evitare cattivi odori fatelo ogni 2-3 mesi.

Passiamo agli interni. Qui il problema principale sono i sedili, dunque usate prima l’aspirapolvere e poi una soluzione fatta di bicarbonato, detersivo per piatti e acqua calda. In alternativa potete anche pulire a secco cospargendo i sedili col solo bicarbonato e lasciando agire il tutto durante la notte. Sotto i sedili (dove si concentra la maggior parte della sporcizia) usate invece un pennello a setole dure per poi passare l’aspirapolvere.

 

Manutenzione climatizzatore e filtro abitacolo

Un altro modo per eliminare i cattivi odori in auto è usare gli igienizzanti per climatizzatori, che evitano quella fastidiosa puzza dovuta alle impurità nei condotti di areazione. Se però volete una pulizia ancora più completa portate la macchina in un centro di santificazione auto, dove un lavaggio fatto con macchinari avanzati per la pulizia e l’igienizzazione eliminerà completamente spore, muffe, acari e ogni altro genere di sporcizia.

Molto importante anche cambiare il filtro abitacolo, cioè quel dispositivo che purifica l’aria che entra nel veicolo tramite le bocchette d’aria. Cambiatelo una volta all’anno oppure quando la vostra auto ha già percorso 12-15mila km circa.

Anche il ricircolo aiuta a mandare via la puzza dalla macchina, per cui azionatelo tenendo i finestrini chiusi (in modo da adoperare solo l’aria presente all’interno) ma non usatelo per troppo tempo.

 

Animali in auto

Non dobbiamo dimenticare che a generare i cattivi odori in auto potrebbero essere i nostri amici animali. Anche se puliti infatti, gli animali lasciano sempre il loro odore e nel caso di cani e gatti anche qualche pelo qua e là.

L’ideale sarebbe viaggiare senza animali a bordo, ma se proprio non potete farne a meno procedete almeno a una pulizia veloce dell’abitacolo una volta giunti a destinazione.

Attenzione però a rispettare le regole. In auto gli animali vanno tenuti in gabbia oppure sui sedili posteriori (nel caso installate una rete divisoria) e mai e poi mai sul sedile davanti accanto al guidatore.

 

Le cattive abitudini

Non c’è dubbio che a produrre i cattivi odori siano alcune nostre (pessime) abitudini. Fumate in auto? A parte il fatto che non si può fare (rischiate fino a 500 euro di multa) è probabile che l’abitacolo puzzerà spesso di fumo. Se proprio non volete rinunciare alla vostra sigaretta fermatevi da qualche parte, in un bar oppure in una stazione di servizio se siete in autostrada.

Anche il cibo è fonte di cattivi odori. Sgranocchiare cibo in auto, bere bibite o altro per poi lasciare cartacce e lattine vuote da qualche parte non contribuisce di certo alla pulizia. Evitate allora questa brutta abitudine, così come quella di lasciare per troppo tempo oggetti da lavoro o di svago nella vostra auto (portatevi tutto a casa o teneteli in ufficio).

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati