WP_Post Object ( [ID] => 453287 [post_author] => 63 [post_date] => 2017-10-23 16:05:00 [post_date_gmt] => 2017-10-23 14:05:00 [post_content] => Rispetto alle persone adulte i bambini hanno un sistema immunitario più debole e quindi sono maggiormente esposti alle malattie. Soprattutto durante la stagione invernale (quando inizia a girare l’influenza) i bambini possono venire a contatto con il virus e la cosa può avvenire non solo in casa, ma anche in auto. Come fare quindi per prevenire influenza e raffreddori ai bambini in auto?  

Prevenzione: fazzoletti e igiene

A differenza della casa l’auto è un ambiente di gran lunga più piccolo, per cui in presenza di una persona che ha il raffreddore o l’influenza il rischio del contagio è ancora maggiore. Ricordiamo che la trasmissione dei virus può avvenire sia attraverso le vie aeree (è sufficiente che i bambini respirino anche solo qualche minuscola gocciolina di acqua contenente il virus), ma anche per contatto diretto (toccando un oggetto bagnato dal virus o da una persona raffreddata o con l’influenza). Dunque, se siete raffreddati (o lo è qualcuno che entra nella vostra auto) è opportuno che tossiate o starnutiate portandovi un fazzoletto alla bocca, in modo da proteggere il vostro bambino. Riguardo invece al contatto fisico, lavatevi bene le mani con acqua e sapone prima di venire a contatto col bimbo o di toccare un suo oggetto, ad esempio un suo giocattolo oppure il seggiolino. A proposito di seggiolino, ricordatevi che per legge i bambini devono sempre viaggiare in auto con gli appositi sistemi di ritenuta, fin dal loro primo percorso (se infrangete le regole rischiate una multa da 80 a 323 euro e, se recidivi, anche la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi).  

Pulizia dell'auto e riciclo dell'aria

Ormai i virus circolano praticamente tutto l’anno, ma l’inverno è sempre il periodo peggiore. Per questo motivo, se avete bambini a bordo cercate di pulire spesso gli interni dell’auto con un panno umido e buttate quest’ultimo dopo averlo usato (non vorrete mica far tornare in circolo i virus appena eliminati?). Anche il riciclo dell'aria è utile contro raffreddori e influenze. Arrivati a destinazione favorite il ricambio d’aria aprendo le porte e i finestrini dell’auto, in modo da far uscire i virus dall’abitacolo.  

Vaccino antinfluenzale: i consigli

La questione dei vaccini è da parecchio tempo argomento di discussione nel nostro Paese, per cui ci limitiamo a riportare le indicazioni del Ministero della Salute. Per quanto riguarda l’influenza, i vaccini non vanno somministrati ai bimbi di età inferiore a 6 mesi. In questo caso la vaccinazione della mamma e degli altri familiari che ne hanno cura è una possibile alternativa per proteggerli in maniera indiretta. Tuttavia ci sono bambini per i quali la vaccinazione non solo è utile come mezzo di prevenzione collettiva, ma è necessaria ai fini di una protezione individuale in quanto, in caso di malattie, potrebbero più facilmente andare incontro a complicanze (ad esempio quei bambini affetti da malattie croniche all'apparato respiratorio e cardiocircolatorio, ma anche i bambini con insufficienza renale/surrenale cronica o malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie). In ogni caso, un bambino in buone condizioni di salute è in grado di reagire al virus dell’influenza in maniera autonoma o con il semplice supporto di terapie sintomatiche. [post_title] => Bambini in auto: come prevenire influenza e raffreddori [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => bambini-in-auto-come-prevenire-influenza-e-raffreddori [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-10-23 16:05:00 [post_modified_gmt] => 2017-10-23 14:05:00 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=453287 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Bambini in auto: come prevenire influenza e raffreddori

Indispensabile usare il fazzoletto e lavarsi bene le mani

Alcuni consigli per impedire che il vostro bimbo venga a contatto col virus del raffreddore o dell'influenza
Bambini in auto: come prevenire influenza e raffreddori

Rispetto alle persone adulte i bambini hanno un sistema immunitario più debole e quindi sono maggiormente esposti alle malattie.

Soprattutto durante la stagione invernale (quando inizia a girare l’influenza) i bambini possono venire a contatto con il virus e la cosa può avvenire non solo in casa, ma anche in auto. Come fare quindi per prevenire influenza e raffreddori ai bambini in auto?

 

Prevenzione: fazzoletti e igiene

A differenza della casa l’auto è un ambiente di gran lunga più piccolo, per cui in presenza di una persona che ha il raffreddore o l’influenza il rischio del contagio è ancora maggiore.

Ricordiamo che la trasmissione dei virus può avvenire sia attraverso le vie aeree (è sufficiente che i bambini respirino anche solo qualche minuscola gocciolina di acqua contenente il virus), ma anche per contatto diretto (toccando un oggetto bagnato dal virus o da una persona raffreddata o con l’influenza).

Dunque, se siete raffreddati (o lo è qualcuno che entra nella vostra auto) è opportuno che tossiate o starnutiate portandovi un fazzoletto alla bocca, in modo da proteggere il vostro bambino.

Riguardo invece al contatto fisico, lavatevi bene le mani con acqua e sapone prima di venire a contatto col bimbo o di toccare un suo oggetto, ad esempio un suo giocattolo oppure il seggiolino.

A proposito di seggiolino, ricordatevi che per legge i bambini devono sempre viaggiare in auto con gli appositi sistemi di ritenuta, fin dal loro primo percorso (se infrangete le regole rischiate una multa da 80 a 323 euro e, se recidivi, anche la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi).

 

Pulizia dell’auto e riciclo dell’aria

Ormai i virus circolano praticamente tutto l’anno, ma l’inverno è sempre il periodo peggiore. Per questo motivo, se avete bambini a bordo cercate di pulire spesso gli interni dell’auto con un panno umido e buttate quest’ultimo dopo averlo usato (non vorrete mica far tornare in circolo i virus appena eliminati?).

Anche il riciclo dell’aria è utile contro raffreddori e influenze. Arrivati a destinazione favorite il ricambio d’aria aprendo le porte e i finestrini dell’auto, in modo da far uscire i virus dall’abitacolo.

 

Vaccino antinfluenzale: i consigli

La questione dei vaccini è da parecchio tempo argomento di discussione nel nostro Paese, per cui ci limitiamo a riportare le indicazioni del Ministero della Salute.

Per quanto riguarda l’influenza, i vaccini non vanno somministrati ai bimbi di età inferiore a 6 mesi. In questo caso la vaccinazione della mamma e degli altri familiari che ne hanno cura è una possibile alternativa per proteggerli in maniera indiretta.

Tuttavia ci sono bambini per i quali la vaccinazione non solo è utile come mezzo di prevenzione collettiva, ma è necessaria ai fini di una protezione individuale in quanto, in caso di malattie, potrebbero più facilmente andare incontro a complicanze (ad esempio quei bambini affetti da malattie croniche all’apparato respiratorio e cardiocircolatorio, ma anche i bambini con insufficienza renale/surrenale cronica o malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie).

In ogni caso, un bambino in buone condizioni di salute è in grado di reagire al virus dell’influenza in maniera autonoma o con il semplice supporto di terapie sintomatiche.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Silvia

    28 Novembre 2017 at 11:09

    Io ogni tanto porto anche a sanificare l’auto, come ulteriore azione per eliminare i batteri.

Articoli correlati