Peugeot i-Cockpit, quando la sportività incontra la tecnologia

Peugeot i-Cockpit, quando la sportività incontra la tecnologia

Volante ridotto per godersi al meglio la guida dinamica

I modelli più sportivi della gamma Peugeot consentono di godersi al meglio tutto il dinamismo e la guida veloce grazie anche alla nuova generazione dell’i-Cockpit, l’apparato che configura la postazione di guida di diverse vetture del costruttore francese per offrire un esperienza di guida comoda ed esclusiva.
Peugeot i-Cockpit, quando la sportività incontra la tecnologia

La spedizione a fianco di Peugeot che ci porta insieme al Leone verso il Salone Auto e Moto d’Epoca di Padova (26-29 ottobre 2017) ci fa soffermare su un aspetto della sportività dei modelli del costruttore francese che a chi guarda da fuori resta nascosto.

Stiamo parlando dell’i-Cockpit, di cui Peugeot ha recentemente lanciato la nuova generazione, evolvendo e migliorando gli aspetti e le funzionalità di quello che rappresenta un vero e proprio marchio di fabbrica, nonché una firma di riconoscibilità, all’interno delle vetture di Peugeot.

Certamente le caratteristiche tecniche e meccaniche di un certo tipo, a partire dal motore, che equipaggiano una vettura sono le basi per poterla definire sportiva e renderla in grado di ottenere performance di un certo livello e prestazioni elevate. Ma affinché si possa godere pienamente e nel modo migliore del dinamismo e della sportività dei modelli Peugeot, in primis delle versioni GTI firmate Peugeot Sport, è altrettanto fondamentale poter disporre di una postazione di guida raccolta e concepita in modo tale da rendere la guida estremamente facile e intuitiva, riducendo al minimo ogni possibile distrazione.

In quest’ottica si colloca perfettamente la nuova generazione del Peugeot i-Cockpit che definisce gli interni di diverse vetture del Leone con un configurazione dell’abitacolo, ed in particolare della postazione di guida, dove si incontrano il design ricercato, l’ergonomia e la funzionalità, il tutto con lo scopo di offrire a chi si mette al volante un esperienza di guida esclusiva, dove anche la sportività delle vetture che ne sono dotate può essere assaporata al massimo.

Lanciato per la prima volta nel 2012, e poi recentemente aggiornato con la seconda generazione, l’i-Cockpit di Peugeot fonda la propria filosofia su tre cardini, che sono poi le sue caratteristiche costruttive: volante di dimensioni ridotte, quadro strumenti rialzato e grande display multimediale al centro della plancia.

Nell’evoluzione apportata con la nuova generazione Peugeot ha rivisto il design del volante che è stato reso ancora più compatto ed ha adottato superfici piatte nelle zone della corona dell’impugnatura, in modo tale da garantire una presa ancora più salda, fattore importante soprattutto per la guida sportiva.

La strumentazione presenta un schermo digitale da 12,3 pollici in alta risoluzione sul quale sono riportate tutte le informazioni principali, posizionate in modo tale che chi guida le abbia nel suo campo visivo senza le necessità di distogliere lo sguardo dalla strada. Inoltre il quadro strumenti può essere regolato e personalizzato, cambiando a piacimento grafica e modalità di visualizzazione.

Al centro della plancia c’è invece il display touchscreen, un tablet da 8 pollici, che racchiude le funzionalità dell’infotainment, accompagnato da una serie di manopole e pulsanti, piacevoli al tatto, e collocati al centro, in posizione ergonomicamente ideale per il loro utilizzo.

Grazie al nuovo Peugeot i-Cockpit l’esperienza di guida diventa anche personalizzabile. Di fatto basta premere un tasto per cambiare intensità e tonalità dell’illuminazione interna, attivare il diffusore di profumi, gestire l’impianto audio e far partire anche la funzione di massaggio sui sedili nei casi in cui questa è prevista.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto e Moto d'Epoca 2017

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati