Yamaha MWC-4 Concept: il quadriciclo che si guida come una moto [FOTO]

Veicolo che somiglia alla Renault Twizy

Yamaha MWC-4 Concept - Al Tokyo Motor Show Yamaha presenta il concept MWC-4, un quadriciclo simile alla Renault Twizy caratterizzato dalla configurazione dell'abitacolo con due posti a tandem e dalla presenza del manubrio lì dove ci si attenderebbe il volante.

Yamaha produce motociclette, ma nulla vieta che un domani possa lanciarsi nel settore automobilistico. Non mancano infatti i concept dell’azienda giapponese che travalicano nel mondo delle quattro ruote, è questo il caso anche della MWC-4, il prototipo con forme da quadriciclo che debutta in anteprima al Salone di Tokyo 2017

Dotata di quattro ruote, la Yamaha MWC-4 Concept può apparire molto simile ad un auto, anche se priva di alcune parti, ma è in realtà molto più vicina all’approccio costruttivo e alla guidabilità di una motocicletta, alla quale sono stati aggiunti una serie di componenti inediti.

Così come la Renault Twizy, anche questo prototipo di Yamaha propone una configurazione a tandem con due posti a sedere ed è dotato di parabrezza, tetto fisso e fiancate lasciate aperte. A dispetto del veicolo di Renault però, la Yamaha MWC-4 si guida con un manubrio simile a quello delle moto, e non con un volante da auto.

Anche le dimensioni sono simili a quelle della Twizy, con altezza più o meno uguale e una larghezza di poco inferiore. A muovere il veicolo di Yamaha, che ha un design decisamente grintoso e aggressivo, ci sono due motori elettrici coadiuvati dalla presenza di un propulsore benzina al fine di garantire un maggiore livello d’autonomia.

Offerta Volkswagen ID.3 100% Elettrica da 299€ al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati