WP_Post Object ( [ID] => 455412 [post_author] => 40 [post_date] => 2017-10-27 17:12:53 [post_date_gmt] => 2017-10-27 15:12:53 [post_content] => “Si respira un'aria di intervento sulle vetture”, afferma Roberto Giolito, Head of FCA Heritage dell'area EMEA, riferendosi allo stand che raccoglie alcuni esemplari proposti dal gruppo in occasione di Auto e Moto d'Epoca 2017. Un'atmosfera resa ancora più coinvolgente dalla location che incornicia un esemplare di Fiat 124 Abarth Rally Gr. 4 con livrea storica Olio Fiat, presente al centro dell'area in uno spazio che ricorda un'officina. “Dalle corse, ai restauri di vetture che abitano nei nostri musei o a vetture che partecipano comunque agli eventi dinamici, in grande performance e sempre con un livello di manutenzione adeguato” sottolinea Giolito, evidenziando la ricchezza di esemplari e marchi che costellano la storia del gruppo. Nonché una particolare linea di oli Selenia Classic, dedicata proprio alle auto d'epoca, sviluppata in partnership con Petronas. Tra i modelli più ammirati spicca l'Alfa Romeo 33.3 Le Mans. Una Sport spinta da un motore 3.0 litri, legato a una meccanica poderosa. Un'architettura propulsiva conservata in moto congeniale, così come altrettanto calamitante è l'esemplare di Fiat 525 SS proposto al suo fianco. Una vettura di pregio negli Anni Trenta animata da un sei cilindri super-compresso, “disegnata dal grande stilista Mario Rebelli de Beaumont e costruita dalle Carrozzerie Sperimentali del Lingotto”, precisa Giolito. Lo spazio dedicato a Lancia, poi, consente di ammirare i progressi netti di un restauro completo anche degli interni, riproponendo ad esempio lo storico “panno Lancia” rispetto a una fase iniziale più nota con il termine “barn find” (“ritrovamento nel fienile”), proprio attraverso due esemplari di Lancia Aprilia, uno ancora impolverato e un altro interamente ripristinato, che come ricorda Giolito risulta un modello autorevole nella storia della casa torinese, distintosi persino alla Mille Miglia negli Anni Trenta e ancora attivo nella rievocazione. La produzione più recente è riassunta dai due modelli: un'Alfa Romeo 4C Spider, la muscolosa sportiva scoperta bi-posto della casa del Biscione, oltre a un esemplare di Abarth 124 Spider, altra vettura due posti che ripropone un concetto storico, ma caratterizzata da forme ancora più sportive e un vivace cuore da 170 cavalli. [post_title] => FCA Heritage ad Auto e Moto d'Epoca 2017: i diversi volti del fascino retrò [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => fca-heritage-ad-auto-e-moto-depoca-2017-i-diversi-volti-del-fascino-retro-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-10-27 17:12:53 [post_modified_gmt] => 2017-10-27 15:12:53 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=455412 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

FCA Heritage ad Auto e Moto d’Epoca 2017: i diversi volti del fascino retrò [VIDEO]

Diverse visioni dell'auto raccontate da Roberto Giolito

FCA Heritage ad Auto e Moto d'Epoca 2017 – Partendo da un esemplare di Fiat 124 Abarth Rally Gr. 4, un rapido excursus sulle vetture protagoniste nello stand del gruppo alla manifestazione padovana
FCA Heritage ad Auto e Moto d’Epoca 2017: i diversi volti del fascino retrò [VIDEO]

“Si respira un’aria di intervento sulle vetture”, afferma Roberto Giolito, Head of FCA Heritage dell’area EMEA, riferendosi allo stand che raccoglie alcuni esemplari proposti dal gruppo in occasione di Auto e Moto d’Epoca 2017. Un’atmosfera resa ancora più coinvolgente dalla location che incornicia un esemplare di Fiat 124 Abarth Rally Gr. 4 con livrea storica Olio Fiat, presente al centro dell’area in uno spazio che ricorda un’officina.

“Dalle corse, ai restauri di vetture che abitano nei nostri musei o a vetture che partecipano comunque agli eventi dinamici, in grande performance e sempre con un livello di manutenzione adeguato” sottolinea Giolito, evidenziando la ricchezza di esemplari e marchi che costellano la storia del gruppo. Nonché una particolare linea di oli Selenia Classic, dedicata proprio alle auto d’epoca, sviluppata in partnership con Petronas.

Tra i modelli più ammirati spicca l’Alfa Romeo 33.3 Le Mans. Una Sport spinta da un motore 3.0 litri, legato a una meccanica poderosa. Un’architettura propulsiva conservata in moto congeniale, così come altrettanto calamitante è l’esemplare di Fiat 525 SS proposto al suo fianco. Una vettura di pregio negli Anni Trenta animata da un sei cilindri super-compresso, “disegnata dal grande stilista Mario Rebelli de Beaumont e costruita dalle Carrozzerie Sperimentali del Lingotto”, precisa Giolito.

Lo spazio dedicato a Lancia, poi, consente di ammirare i progressi netti di un restauro completo anche degli interni, riproponendo ad esempio lo storico “panno Lancia” rispetto a una fase iniziale più nota con il termine “barn find” (“ritrovamento nel fienile”), proprio attraverso due esemplari di Lancia Aprilia, uno ancora impolverato e un altro interamente ripristinato, che come ricorda Giolito risulta un modello autorevole nella storia della casa torinese, distintosi persino alla Mille Miglia negli Anni Trenta e ancora attivo nella rievocazione.

La produzione più recente è riassunta dai due modelli: un’Alfa Romeo 4C Spider, la muscolosa sportiva scoperta bi-posto della casa del Biscione, oltre a un esemplare di Abarth 124 Spider, altra vettura due posti che ripropone un concetto storico, ma caratterizzata da forme ancora più sportive e un vivace cuore da 170 cavalli.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati