Parabrezza auto: come ripararlo risparmiando

Parabrezza auto: come ripararlo risparmiando

Avete il parabrezza scheggiato? Rischiate di non passare la revisione

Il parabrezza fornisce fino al 30% della resistenza strutturale dell'auto. Vediamo come ripararlo senza spendere troppo
Parabrezza auto: come ripararlo risparmiando

La vostra macchina ha il parabrezza scheggiato? Allora correte subito a ripararlo, perché in caso contrario non solo avrete problemi durante la guida, ma l’auto potrebbe non passare la revisione e se vi fermano rischiate anche una multa.

Rispetto alla sostituzione vera e propria, la semplice riparazione del parabrezza auto richiede tempo e costi minori. Vediamo come procedere.

 

Parabrezza scheggiato: quali rischi si corrono

Per renderci conto di quanto sia importante il parabrezza, pensiamo solo che esso fornisce fino al 30% della resistenza strutturale della macchina e che l’airbag del passeggero, al momento dell’esplosione, si serve del parabrezza come supporto.

Se il parabrezza della macchina è scheggiato può incrinarsi in qualsiasi momento, spesso quando meno lo si aspetta. E se capita mentre si guida le conseguenze saranno gravi.

Un parabrezza può rovinarsi in mille modi. Basta infatti una grandinata un po’ più forte del solito con i “chicchi” che scheggiano il vetro in più punti, ma può anche capitare che l’auto davanti a noi raccolga un piccolo sasso e quest’ultimo vada a sbattere violentemente contro il nostro vetro. Infine non dimentichiamo gli atti di vandalismo (i malintenzionati sono sempre in agguato).

In base all’art. 79 comma 1 del Codice della strada: «I veicoli a motore ed i loro rimorchi durante la circolazione devono essere tenuti in condizioni di massima efficienza, comunque tale da garantire la sicurezza e da contenere il rumore e l’inquinamento». Dunque, se per caso una pattuglia vi ferma e nota che il vostro parabrezza è scheggiato o incrinato, una multa non ve la toglie nessuno e si va da un minimo di 84 euro fino a un massimo di 335 euro.

Sappiate inoltre che se nella visuale del guidatore è presente una scheggiatura, l’auto potrebbe non passare la revisione biennale prevista dal Codice della strada.

 

Costo riparazione parabrezza auto

Per far riparare il vostro parabrezza non tentate il fai da te ma rivolgetevi a un centro di riparazione cristalli auto dove tecnici esperti, con l’ausilio degli strumenti e dei materiali più adatti, lo faranno tornare come nuovo.

Solitamente, per la riparazione si adopera della resina con cui si riempie l’area danneggiata (sulla quale un dispositivo speciale crea una sorta di depressione). Dopodiché la resina viene indurita mediante uno strumento a raggi ultravioletti. La procedura di riparazione termina con la pulizia dell’eventuale resina in eccesso e la lucidatura della superficie.

I costi della riparazione non superano in genere i 90-100 euro, ma si può anche non spendere nulla. Infatti, se il contratto che avete stipulato prevede una polizza cristalli, sarà l’assicurazione stessa a risarcirvi tutte le spese di riparazione. Fate attenzione però, in quanto la polizza cristalli non prevede il risarcimento per gli atti vandalici e c’è anche la possibilità che vi venga applicata un franchigia (anche se oggi le compagnie associano alla franchigia una società di riparazioni convenzionata e scelta da loro, così la franchigia non viene applicata sull’ammontare del rimborso).

 

Riparazione o sostituzione?

Un centro di riparazione onesto cercherà sempre di ripararvi il parabrezza anziché sostituirlo, perché la sostituzione del vetro comporta un impiego maggiore di tempo e denaro. A volte però il tipo, la dimensione e la posizione del danno rendono la riparazione impossibile e quindi è preferibile sostituire il parabrezza.

Perché sia possibile far riparare il parabrezza, la scheggiatura non deve avere dimensioni superiori di quelle di una moneta da 2 euro, deve trovarsi a più di 6 cm dal bordo e non deve essere sulla visuale del guidatore (si definisce così l’area, larga 30 cm circa, con la mezzeria sulla linea corrispondente al centro del volante).

In caso contrario il parabrezza va sostituito per forza. Per prima cosa il veicolo viene messo in sicurezza, poi le guarnizioni che lo fissano vengono tagliate ed asportate e viene tolto il vetro. Successivamente, viene applicata una mano di fondo sul telaio e infine una colla legante sul vetro per assicurare un montaggio più saldo. Si monta quindi il parabrezza nuovo e si attende un’ora circa per l’indurimento dell’adesivo (in quel periodo si raccomanda di non guidare la macchina).

Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati