Game & Track Show: protagonista all’Autodromo di Modena

Game & Track Show: protagonista all’Autodromo di Modena

Mondo reale e mondo virtuale, insieme, per un'unica passione: le auto

Dalla mondo virtuale, con i simulatori, all'asfalto vero della pista. Questo è il Game & Track Show, un modo tutto nuovo ci celebrare la passione per le quattro ruote.
Game & Track Show: protagonista all’Autodromo di Modena

Si è tenuta, domenica 29, presso l’autodromo di Modena, la seconda edizione del Game&Track Show, l’evento in pista che unisce la guida reale con quella virtuale, lasciando i box dell’autodromo ai simulatori e la pista e i paddock alle auto vere e proprie. Grazie a partner come Evotek Simulator e Assetto Corsa (tra i leader mondiali in fatto di simulatori per quanto riguarda l’hardware e il software) è stato possibile sfidarsi sui simulatori nei diversi Challenge organizzati nei box e poi riuscire anche a provare l’ebbrezza della guida vera sulle supercar presenti con i taxi hotlap supercar e con le auto da drift a fianco di piloti professionisti (sul
sedile del passeggero!) Tra le supercar presenti che hanno animato la giornata, Mercedes AMG GT, Porsche 911 GTS, Ford RS, Ford Mustang, Abarth 595, Caterham 485, Lotus Evora, Bmw M3, nonché le Drift Car Nissan S14 e Bmw M3. Non solo sfide gaming e taxi hotlap, Game&Track Show offre una continua commistione di reale e virtuale, per esempio con le Academy, delle vere jam session in cui si è parlato di set-up delle sospensioni, efficienza frenata e poi si è verificato tutto sui simulatori. Queste Academy sono state tenute da professionisti del settore e dal developer di Assetto Corsa Aris Vasilakos all’interno della struttura dell’autodromo nell’arco della giornata.
Infine, Game&Track Show è anche Expo di supercar di oggi e di ieri, visto che in Assetto Corsa non mancano le auto vintage. Per questo all’interno del Village saranno state esposte molte stelle di oggi, come le McLaren, e del passato, come la Renault Maxi Turbo, la Sierra Cosworth o la Lancia Delta dell’ex campione mondiale rally Juha Kankkunen. Nel paddock erano presenti anche il tecnologico Pullman Azzurro e la Lamborghini
Huracán della Polizia di Stato che ha dato la possibilità di sperimentare, per esempio, gli effetti della guida in stato di ebbrezza.

Leggi altri articoli in Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati