Auto a gas: meglio GPL o metano? Vantaggi, svantaggi e differenze

Quale delle due tipologie conviene di più?

Vantaggi e svantaggi delle auto GPL e metano, costi dell'impianto, manutenzione e modelli più venduti
Auto a gas: meglio GPL o metano? Vantaggi, svantaggi e differenze

Rispetto alle auto a benzina e diesel, quelle a metano e GPL presentano dei vantaggi notevoli. In primis al distributore, dato che GPL e metano hanno costi nettamente inferiori. Ma c’è anche un vantaggio di tipo ambientale, in quanto un’auto GPL o metano inquina di meno permettendo così di salvaguardare l’ambiente in cui viviamo. Un vantaggio quest’ultimo anche per noi automobilisti, visto che con un’auto GPL o metano possiamo transitare in zone vietate per chi invece possiede vetture diesel o benzina (come ad esempio le ZTL).

Ma qual è la differenza tra un’auto GPL e una a metano? Quale delle due tipologie conviene di più? Dal momento che la scelta dell’auto giusta dipende da molti fattori, vediamo di darvi una mano nelle righe seguenti.

 

Differenza GPL e metano: come funziona l’impianto

Il GPL (acronimo di Gas di Petrolio Liquefatti) è una miscela di di idrocarburi alcani composta principalmente da propano e butano, con occasionale presenza di piccole quantità di etano o di idrocarburi non saturi come etilene e butilene. Il metano invece proviene dai pozzi naturali ed è formato da un atomo di carbonio e quattro di idrogeno e rilascia poche quantità di gas a effetto serra. E’ molto leggero e si disperde con facilità nell’atmosfera.

Nell’impianto GPL il gas allo stato liquido viene portato al cosiddetto “polmone”, che provvede alla sua vaporizzazione sfruttando il liquido refrigerante caldo proveniente dal motore. Il GPL vaporizzato viene poi mandato a degli ugelli posti a monte del collettore di aspirazione del sistema di regolazione dell’acceleratore, che provvedono alla regolazione della quantità di miscela GPL-aria in entrata.

Nell’impianto a metano il gas fluisce dalla bombola, percorre la tubazione ad alta pressione e raggiunge il riduttore, dove diminuisce la sua pressione passando attraverso vari stadi di riduzione. L’acqua derivata dall’impianto di raffreddamento del motore fornisce quindi il calore necessario per eliminare la possibilità di congelamento del riduttore. Dopodichè il gas esce dal riduttore a pressione più bassa e raggiunge i condotti di aspirazione, dove si miscela in modo proporzionale con l’aria-carburante per giungere infine nei cilindri del motore.

 

I vantaggi dell’auto a metano

Il vantaggio principale del metano è il basso costo del carburante. Infatti, anche se il prezzo che vedete esposto nei distributori vi sembra alto, sappiate che si tratta di prezzo al kg. Viceversa il prezzo del GPL è espresso al litro e, dal momento che un kg di metano equivale a più di un litro, con un kg di metano riuscirete a percorrere in media 1,6 volte la strada che percorrereste con un litro di benzina.

Un altro vantaggio è rappresentato dall’impatto ambientale. Sia chiaro, entrambe le tipologie emettono pochissima CO2, ma se le auto GPL emettono il 10% in meno di anidride carbonica rispetto a quelle a benzina, quelle a metano fanno ancora meglio emettendone addirittura il 20% in meno.

Per quanto riguarda il bollo auto (che è una tassa regionale e dunque è necessario consultare i siti delle singole Regioni), in certe Regioni le vetture a metano sono più avvantaggiate in quanto hanno l’esenzione permanente.

 

I vantaggi dell’auto GPL

Rispetto al metano il GPL ha il vantaggio di non far perdere prestazioni alla macchina. In un’auto GPL le performance del motore sono infatti molto meno penalizzate rispetto a quelle di un’auto a metano, che ha invece un forte calo delle prestazioni soprattutto in termini di ripresa.

Un secondo vantaggio del GPL è la manutenzione. Mentre le bombole di gas per l’alimentazione a metano vanno revisionate ogni 4-5 anni, il cambio delle bombole GPL va fatto ogni 10 anni.

Inoltre il costo dell’impianto GPL è minore rispetto a quello a metano. In genere, se volete mettere l’impianto a GPL sulla vostra auto il prezzo varia tra i 500 e i 1200 euro, mentre per il metano la spesa non scende mai sotto i 1000 euro e può arrivare fino a 2000 euro.

 

Auto GPL o metano? Quale scegliere e i modelli più venduti

Se amate la guida sportiva dovreste optare un’auto a benzina o diesel, ma se la scelta è tra GPL o metano vi consigliamo il primo. Se invece percorrete tanti km in un anno (almeno 20-30mila km) il risparmio più considerevole lo avrete con il metano.

Per aiutarvi nella vostra scelta (e farvi magari risparmiare) vi presentiamo la lista delle 5 auto più vendute nel 2016 per entrambe le tipologie di alimentazione.

  • GPL: Opel Corsa (11.182 unità), Lancia Ypsilon (10.624), Ford Fiesta (10.080), Fiat Panda (9.252), Fiat Punto (7.395);
  • metano: Fiat Panda (11.244 unità), Volkswagen Golf (9.311), Fiat Punto (5.757), Volkswagen up! (3.117), Lancia Ypsilon (2.481).

 

Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

37 commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Francesco

    19 novembre 2017 at 08:55

    L’articolo generalizza sulle auto a metano ignorando che quelle di ultima generazione non hanno perdita di prestazioni. Con i motori benzina/metano Audi/Wolkswagen che il gruppo monta sulla Audi A3 G-tron e Golf TGI non c’è affatto una perdita di prestazioni,anzi…

  2. max

    20 novembre 2017 at 16:54

    Confermo. Avendo percorso più di 100mila km con un wv caddy a metano, non trovo differenze apprezzabili tra l’alimentazione a metano e a benzina.

  3. nicola

    20 novembre 2017 at 17:48

    gpl x me io sono tre anni che ho la macchina gpl sono contento x il consumo e non inquina

  4. Silvio

    21 novembre 2017 at 08:14

    Non si fa cenno ad un grosso problema delle auto a gpl: non possono essere parcheggiate in parcheggi sotterranei.

  5. enrico

    21 novembre 2017 at 12:11

    perquanto riguarda il parcheggio nei piani sotterranei … “Dall’entrata in vigore del Decreto 22 novembre 2002 del Ministero dell’Interno, pubblicato sulla G.U. n. 283 del 3 dicembre 2002, gli autoveicoli a GPL che montano un impianto dotato di sistema di sicurezza conforme al regolamento ECE/ONU 67-01 (tutte quelle auto sulle quali l’impianto è stato installato dopo il 1 gennaio 2001), possono parcheggiare al primo piano interrato delle autorimesse, anche se organizzate su più piani interrati” Quello che non viene detto qui invece è che l’impianto a metano sottrae parecchio spazio nel bagagliaio, cosa che non succede con il GPL che può usare la ciambella al posto della ruota di scorta. Perc hi ha una sola auto in famiglia è una cosa da tenere in considerazione.

  6. Claudio

    21 novembre 2017 at 12:43

    Nell’articolo manca anche il minimo cenno ai costi ed alla frequenza delle revisioni degli impianti

  7. Pino

    21 novembre 2017 at 12:51

    A parità di cavalli e di spesa al distributore, stravince il gasolio sulla convenienza. E non c’è costo per l impianto.

  8. Alessandro

    21 novembre 2017 at 14:12

    Se acquisti un’auto con l’impianto GPL nativo è sicuramente meglio, costa lo stesso prezzo e il motore rende come a benzina

  9. Alessandro

    21 novembre 2017 at 14:43

    Peccato che i diesel hanno tutti problemi di FAP che come la mia BMW 118 d costano 3.500€ la sostituzione dopo appena 80.000 km

  10. Alessandro

    21 novembre 2017 at 14:46

    E poi il diesel entro 5 anni andrà a morire, sia in Francia che in Svizzera li mettono al bando, a Roma gli euro 5

  11. Antonio

    21 novembre 2017 at 16:09

    Ho una Fiat Panda del 2008 a metano con motore di cilindrata 1400 cc. E’ semplicemente fantastica. Consuma pochissimo ed e’ una freccia, con le gomme quattro stagioni sale anche sugli alberi. Altro che Suv. La tengo come un gioiellino.

  12. antonio

    21 novembre 2017 at 18:52

    La bombola del GPL dopo 10 anni va sostituita comprandone una nuova. Le bombole del metano vanno revisionate solamente,ogni 4 anni nelle macchine che escono con impianto dalla casa o ogni 5 anni nelle macchine metanizzate da privati. La spesa è molto differente. Per il metano solo quella della manodopera…

  13. Raffaele

    21 novembre 2017 at 21:58

    infatti grazie al fap ho dovuto buttare una cmax con 90mila km

  14. Psy

    22 novembre 2017 at 08:19

    Confermo e aggiungo che Seat a gli stessi motori e risparmi notevolmente!

  15. Virgilio

    22 novembre 2017 at 19:40

    Quanto costa la revisione delle bombole di metano

  16. Pino

    23 novembre 2017 at 00:15

    Ma chi te le racconta queste cose? Credi anche che fra 10 anni saranno solo elettriche?

  17. Pino

    23 novembre 2017 at 00:20

    Il fap è un problema per chi non lo sa usare. Anche a metano o gpl a 80000 rifai valvole e testa. Ora quando bloccano il traffico, fermano tutto. Solo elettrico. Io ho una diesel col dpf 250000km mai problemi, mia moglie punto diesel 190000km mai problemi… Sapete guidare? Se col gpl o metano fai 10km litro, col gasolio ne fai 25, fate i conti

  18. Pino

    23 novembre 2017 at 00:27

    Il motore non rende come a benzina, il potere calorico del gas è inferiore alla benzina. A benzina fai 15 km l, a gas ne fai 10, a gasolio 25. Infatti nelle pubblicità ti dicono che ci vogliono 20 euro per un pieno, che non significa nulla. Dovrebbero dire qunti km litro percorre, ma siccome non è competitivo……

  19. Pino

    23 novembre 2017 at 00:38

    Circa 200 euro

  20. Renato

    23 novembre 2017 at 07:40

    Essendo possessore da oltre 17 anni di auto a metano,mi permetto di elencare alcuni pregi delle auto a metano anziché a GPL.
    In primis il fatto che quasi tutte le auto a metano si avviano direttamente a metano o si commutano ad esso in pochi istanti anche al primo avvio a freddo,mentre con il GPL deve per forza scaldarsi un po’il liquido di raffreddamento,il che si traduce in inverno ad almeno un paio di km percorsi a benzina,e questo incide sul economia di esercizio.
    Come già detto da altri colleghi con il GPL ogni 10 anni bisogna sostituire il serbatoi con uno nuovo, mentre con il metano le bombole vanno solamente revisionate con un costo veramente irrisorio e si paga solamente la manodopera circa 120/180€.
    Parlando dei consumi una macchina a metano riesce a percorrere di media 25 km con un kg di carburante con un costo di circa 0,95€,per quanto riguarda il GPL che costa notevole Meno,circa 0,60€, si percorreranno solamente,a parità di auto, circa 14 km, traducendosi in una spesa di 0,038 al km per il metano e 0,042 al km per il GPL.
    Scusate se mi sono dilungato
    Renato

  21. Davy

    23 novembre 2017 at 08:24

    Ho letto alcune inesattezze sui consumi dei motori a metano : innanzitutto l’unitá di misura del metano è kg e non litri, la quale è invece l’unitá di misura del gpl. Io ho sia la panda twin air metano ( mediamente 300 km percorsi con 11kg di metano ) che la Vw up ( 430 km percorsi con 11 kg di metano ); sulla up , da sottolineare che essendo monovalente ( serbatoio benzina sotto i 15 litri ) , è esente da bollo in alcune regioni ( io pago 35 EURO / ANNO ! ) . Il fatto che le valvole debbano essere rifatte dopo tot km è un luogo comune assolutamente sbagliato : quei motori sono progettati specificatamente per visggiare a metano ( o gpl se l’auto è a gas) e non risentono assolutamente di problemi di scarsa lubrificazione o battito in testa , sono fandonie; anzi, il metano , per sua natura, non genera neppure le incrostazioni sul motore e non sporca l’olio . La revisione quadriennale delle bombole , se fatta dopo richiesta di più preventivi, costa dalle 100 euro alle 200 euro. Se qualcuno ha dubbi sulle prestazioni, consiglio di provare il twin air metano della Fiat : un gioiello di tecnologia, prestazioni e consumi. Questi sono fatti, le chiacchiere non supportate dai numeri stsnno a zero.

  22. Antonio

    25 novembre 2017 at 04:16

    Salve. Trovo l’articolo incompleto e non volutamente fazioso! a) se conviene Gpl o metano, dipende da VARI fattori In primo luogo il confronto dei consumi fatelo con unica unita’ di misura… I soldi! Che vuol dire quanti fa al litro? Dipende dall’auto, da chi la guida e dove la guida ed a che temperatura, quindi risulta solo Aria fritta! Il Gpl ha un costo al Litro, il Metano lo ha al Kilo… Ed un kilo di metano equivale da 5 ad 8 litri a seconda della temperatura.. ed a cosa serve?? Aria fritta! Con una Mercedes ML 55 AMG a metano, 5500 cc 8 cilindri 396 cv, percorrevo in città’nel delirio romano 100 Km con 10 euro. Siccome il metano NON può montare serbatoi toroidali, perche’ i serbatoi sono estrusi in pezzo unico senza saldature, per l’altissima pressione, ci vuole un serbatoio a bombola o su misura, quindi ognuno si fa i suoi calcoli. Ad esempio in Sardegna NON esiste il metano in commercio, quindi magari chi si reca li’ ne dovrebbe tener conto… Un piccolo motore risente di piu’ del metano è meno del Gpl… Poi se hai 300 cavalli, non te ne accorgi.. Il metano parte a metano ed il Gpl parte a benzina, quindi se finisce la benzina, col metano riparte, mentre col Gpl rimane dove e’.I serbatoi del metano, per la suddetta costruzione costano di piu’e van revisionati, non sostituiti.. Si ha l’esenzione del bollo SOLO SE e’ Monofuel, ovvero smontato il serbatoio benzina, tappati i condotti e proceduto a nuova omologazione con serbatoi etto di 10/15 litri per la benzina per avviamento.. Serbatoio omologato e conforme.. E l’omologazione con questo lavoro compreso ha un costo. Ho elencato per esperienza Diretta le caratteristiche utili per auto nuova dalla casa ed applicazioni successive, quindi NON esiste conviene questo o quello… Vi son 600 variabili oltretutto in gran parte personali. Ognuno faccia il proprio giuoco e via…

  23. Silvano moretti

    25 novembre 2017 at 13:45

    Con €10 di metano si fanno 250 km (grande punto cilindrata 1400 cc) con il gasolio Non bastano €10. Per il collaudo bombole si paga solo la mano d’opera le bombole sono cambiate gratis il costo è di € 60 circa,ci vogliono meno di due ore.I collaudo sono ogni quattro anni e combinano con i collaudo della vettura.

  24. Silvano moretti

    25 novembre 2017 at 13:50

    Non vero il collaudo è gratuito ,si paga lo smontaggio e rimontaggio delle bombole che avviene subito dato che vengono sostituite da altre bombole già collaudate

  25. Ivan

    26 novembre 2017 at 09:12

    Avendo in casa sia auto a GPL e diesel,ho notato che, facendo stesi km con tutti due arrivi alla stesa cifra di € per rifornimento. Vantaggio certo e ché GPL inquina meno, svantaggio e che sempre devi stare attento non rimanere senza GPL di notte e la domenica. A differenza di altri paesi in Italia rifornimento GPL non poi fare da solo.

  26. maurizio

    26 novembre 2017 at 12:50

    Scusate se mi intrometto,credo che ci sia un errore ,sul fatto che il metano parte a benzina, questo succede ckn il gpl!
    Io possiedo un opel combo a metano,e a benzina rende meno che a metano,e un 1600 e con un euro fa 20 km nel ciclo misto,e circa 23 in autostrada,ha 10 anni e 186.000 km e la resa è migliore di quanto era nuovo

  27. Otello

    26 novembre 2017 at 20:47

    Esatto.Nessuna perdita di potenza…Sperimentato su Golf TGI.

  28. Roberto B

    27 novembre 2017 at 06:53

    Unica inesattezza: l’auto GPL parte a benzina e passa al GPL al massimo in 600 metri l’inverno è 300 metri l’estate.(Punto GPL e Polo GPL). Con 1 litro GPL si fanno massimo 12 km!!! Inoltre al costo del GPL va aggiunto il costo della benzina che serve a far avviare l’auto. Con 40 litri di GPL (27euro) si percorrono 450/490 km. Bisogna aggiungere anche la spesa per la SOSTITUZIONE DEGLI INIETTORI (4iniettori 50euro l’uno). Il METANO E’ IL CARBURANTE PIU’ VANTAGGIOSO ED ECONOMICO!

  29. Roberto Branchetti

    27 novembre 2017 at 06:53

    Unica inesattezza: l’auto GPL parte a benzina e passa al GPL al massimo in 600 metri l’inverno è 300 metri l’estate.(Punto GPL e Polo GPL). Con 1 litro GPL si fanno massimo 12 km!!! Inoltre al costo del GPL va aggiunto il costo della benzina che serve a far avviare l’auto. Con 40 litri di GPL (27euro) si percorrono 450/490 km. Bisogna aggiungere anche la spesa per la SOSTITUZIONE DEGLI INIETTORI (4iniettori 50euro l’uno). Il METANO E’ IL CARBURANTE PIU’ VANTAGGIOSO ED ECONOMICO!

  30. Antonio

    5 dicembre 2017 at 00:59

    L’impianto con Omologazione CEE 67/01… Quindi dall’anno di grazia 2001 possono parcheggiare OVUNQUE… Stessi identici diritti e doveri delle auto a benzina…e lo dico in base ai fatti vissuti, non letto chissà dove…

  31. Antonio

    5 dicembre 2017 at 01:07

    Ad onor del vero non esistono solo i serbatoi toroidali perche’ il metano che ha una pressione altissima, abbisogna di serbatoio estruso in un sol pezzo, senza saldature. Bhe’ il toroidale ingombra lo stesso perche’ lascia la ruota di scorta nel bagagliaio, a meno che non ci si accontenta della schiuma riparatrice come il Fast delle moto…quindi per il metano degli amanti dello spazio
    , ed ovviamente incidono sul prezzo, ci sono i serbatoi multipli sottoscocca dedicati al modello auto. TUTTO si puo’ superare, il problema e’ che occorre pagare….sic…

  32. Antonio

    5 dicembre 2017 at 01:12

    Che strano, avendo posseduto Gpl, metano e diesel, non ho proprio visto Affatto quel che dice….con la Mercedes ML 55 8 cilindri a v 5.500 cc benzina omologata a metano spendevo Molto meno di un BMW 330 td, 3000 turbodiesel….e non c’erano paragoni di prestazioni. Non esiste, mi spiace….

  33. Antonio

    5 dicembre 2017 at 01:23

    E qui casco’ il somaro: L’UNICO confronto serio e’*unificare le unita’*di misura tra veicoli diversi, poiche’ ci son 6000 BARIABILI in tutti gli altri casi:la temperatura…nel Gpl la miscela percentuale tra propano e butano, nel metano il prezzo e’al kg.che equivale da 5 a 8 litri.. CHE confronti si possono fare, quelli di pulcinella faziosi? Allora si prende una distanza per tutte, ovvero 100 km. E si vede quanto si e’ speso in euro.. Tutte la stessa unità di misura COMUNE, l’unica, questo e’ il motivo! Grazie che col gas consuma di piu’ solo che se fa fresco cala il divario, se si riesce a mettere il propano puro cambia tutto, quindi io con una Renault 3000cc 6v a gpl ho viaggiato al limite consentito da Torino a Roma ed ho speso 22 euro di gpl: COSA me ne importa di quanto ha fatto al litro della miscela che han messo a Torino e che non so? Prendete poi un 3000cc a benzina o a gasolio, mettete 22 euro di carburante e vedete DOVE si arriva e magari dopo vediamo i km al litro a cosa servono…Aria fritta…sic…

  34. Antonio

    5 dicembre 2017 at 01:30

    Se e’ per questo esistono normative in vigore dai tempi del Sindaco Marino a Roma, I’m vigore Teorico dal 2018 del blocco dei diesel MI SEMBRA NON RICORDO BENE, euro 1 ed euro 2…CONFINE IL GRANDE RACCORDO ANULARE! Ovvio ho detto Teoricamente dal 2018, primo se mi son ricordato bene e secondo che fermerebbero una marea di veicoli e si scatenerebbe una guerra! Non escludo che alla fine salvino capra e cavoli(!) aumentando qualcosa tipo bollo od imposta forfettaria, tanto di fantasia ne han tanta e non sarebbe un problema!

  35. Antonio

    5 dicembre 2017 at 01:35

    Bene, facciamoli insieme allora! Un kg. di metano sono una media di 6 litri (da 5 a 8 secondo la temperatura) e li pago 0.90 euro. Il gasolio quanto costa al litro? 0.15 centesimi?? Troppo deve consumare di meno per risparmiare…. Matematica pura, null’altro..

  36. gerry

    3 aprile 2018 at 11:35

    a parte i costi, ho scelto il gpl per il semplice motivo che si puo’fare il pieno come fare 10€, anche su rete autostradale e da poco dalle mie parti (abruzzo) self service..non aggiungo altro…

  37. Diego Armando Romeo

    12 aprile 2018 at 17:27

    Cmq resta il fatto che….
    Ho capito poco e niente,
    insomma che dovrei comprare per risparmiare…
    Una oppure un

Articoli correlati

Guide e utilità

Come fare il pieno di GPL

E' possibile il rifornimento in modalità self-service?
In Italia le vendite di auto a gpl vanno abbastanza bene rispetto, ad esempio, ai modelli elettrici. Ma come si