WP_Post Object ( [ID] => 462594 [post_author] => 51 [post_date] => 2017-11-21 10:14:30 [post_date_gmt] => 2017-11-21 09:14:30 [post_content] =>

Dallara Stradale - Sono passati pochi giorni della presentazione della prima sportiva firmata Dallara. Oppure sarebbe più opportuno scrivere dalle prime sportive firmate Dallara? La scelta tra il singolare ed il plurale è data dall'offerta di prodotto concessa dallo stesso Giampaolo Dallara che nello sviluppare la sua prima vettura stradale ad alte prestazioni ha dato vita a diverse configurazioni della sua creatura.

Come lui stesso afferma, "nella configurazione di base la Dallara Stradale è una barchetta senza portiere, come le monoposto da competizione." Ma questo è solo il primo step: infatti alla barchetta può essere aggiunto un inedito parabrezza dalle forme molto accentuate ed aerodinamiche per passare alla configurazione roadster, una tipologia di vettura sicuramente meno estrema della barchetta e certamente più comoda per via del parabrezza.

Ma non finisce qui. Difatti l'Ing. Dallara spiega con nonchalanche come dar vita alle ulteriori due configurazioni previste per la sua Stradale: "Aggiungendo un T-Frame, la vettura diventa targa. E con l’ulteriore aggiunta di due porte con l’apertura ad ala di gabbiano, la vettura diventa un coupé." Davvero qualcosa di inedito nel dorato mondo delle supercar.

Al di là delle quattro configurazioni di cui sopra, l'Ing. Dallara ha pensato anche a chi vuole trarre il meglio dalla sua nuova Stradale per l'utilizzo in pista per sfruttare a fondo le caratteristiche della nuova nata, d'altronde non poteva essere diversamente vista l'incredibile mole di successi sportivi conquistata dai telai Dallara sulle piste di tutto il mondo.

Dunque, per chi vuole utilizzare la Stradale prevalentemente in pista, è prevista anche l’installazione di un’ala posteriore che permette di raggiungere eccezionali livelli di carico aerodinamico. Inoltre, sulla stessa Stradale è possibile anche installare sospensioni regolabili che consentono di abbassare la vettura in assetto pista garantendo in ogni caso un elevato standard di comfort in qualsiasi condizione.

[post_title] => Dallara Stradale: un progetto, quattro versioni [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => dallara-stradale-un-progetto-quattro-versioni-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-11-21 10:25:11 [post_modified_gmt] => 2017-11-21 09:25:11 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=462594 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Dallara Stradale: un progetto, quattro versioni [FOTO]

Barchetta, Roadster, Targa e Coupè

La nuova ed inedita sportiva Dallara Stradale si presta a molteplici configurazioni a seconda dell'utilizzo desiderato da ogni cliente. Il tutto senza rinunciare a prestazioni nel segno della massima sportività

Dallara Stradale – Sono passati pochi giorni della presentazione della prima sportiva firmata Dallara. Oppure sarebbe più opportuno scrivere dalle prime sportive firmate Dallara? La scelta tra il singolare ed il plurale è data dall’offerta di prodotto concessa dallo stesso Giampaolo Dallara che nello sviluppare la sua prima vettura stradale ad alte prestazioni ha dato vita a diverse configurazioni della sua creatura.

Come lui stesso afferma, “nella configurazione di base la Dallara Stradale è una barchetta senza portiere, come le monoposto da competizione.” Ma questo è solo il primo step: infatti alla barchetta può essere aggiunto un inedito parabrezza dalle forme molto accentuate ed aerodinamiche per passare alla configurazione roadster, una tipologia di vettura sicuramente meno estrema della barchetta e certamente più comoda per via del parabrezza.

Ma non finisce qui. Difatti l’Ing. Dallara spiega con nonchalanche come dar vita alle ulteriori due configurazioni previste per la sua Stradale: “Aggiungendo un T-Frame, la vettura diventa targa. E con l’ulteriore aggiunta di due porte con l’apertura ad ala di gabbiano, la vettura diventa un coupé.” Davvero qualcosa di inedito nel dorato mondo delle supercar.

Al di là delle quattro configurazioni di cui sopra, l’Ing. Dallara ha pensato anche a chi vuole trarre il meglio dalla sua nuova Stradale per l’utilizzo in pista per sfruttare a fondo le caratteristiche della nuova nata, d’altronde non poteva essere diversamente vista l’incredibile mole di successi sportivi conquistata dai telai Dallara sulle piste di tutto il mondo.

Dunque, per chi vuole utilizzare la Stradale prevalentemente in pista, è prevista anche l’installazione di un’ala posteriore che permette di raggiungere eccezionali livelli di carico aerodinamico. Inoltre, sulla stessa Stradale è possibile anche installare sospensioni regolabili che consentono di abbassare la vettura in assetto pista garantendo in ogni caso un elevato standard di comfort in qualsiasi condizione.

Dallara Stradale: un progetto, quattro versioni [FOTO]
5 (100%) 1 vote
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati