WP_Post Object ( [ID] => 466135 [post_author] => 8 [post_date] => 2017-11-29 11:14:24 [post_date_gmt] => 2017-11-29 10:14:24 [post_content] => Da qualche giorno le nostre auto sono, per legge, dotate di pneumatici invernali o comunque omologati per la stagione più fredda. Un cambiamento dettato non da un semplice “vezzo”, ma da una necessità di sicurezza ben precisa. Le gomme infatti sono l’unico punto di contatto tra la nostra vettura e il manto stradale, per cui la loro perfetta efficienza e la loro cura sono degli elementi fondamentali per la nostra stessa integrità. Abbiamo già parlato diverse volte delle caratteristiche che dovrebbe avere una gomma per rispondere a determinate necessità, ma questa volta vogliamo parlare di un argomento forse più oscuro e segreto. La maggior parte di noi, infatti, è abituata a lasciare la propria auto dal gommista e attendere qualche ora prima di ritirarla con le gomme perfettamente montate. Come fa, però, a levare dai cerchioni degli pneumatici in grado di reggere più di una tonnellata di auto? Non basta certo lavorare a mani nude. Siamo andati all’Autofficina Bertuletti & Bigoni, a Mediglia in provincia di Milano, per farci mostrare quali sono i vari procedimenti su delle gomme Yokohama BluEarth Winter V905 (l’autofficina fa parte del network ufficiale del marchio nipponico). Come detto, montare una gomma può non essere un’operazione troppo complessa, ma un gommista esperto prima di tutto ha a disposizione ogni strumento necessario per completare il lavoro e, in secondo luogo, conosce perfettamente le procedure per il montaggio di gomme particolari come le UHP o le run flat. La prima fase dello smontaggio, naturalmente, comporta la rimozione della gomma vecchia dal cerchione dell’auto. Per fare questo prima è necessario allentare il nucleo della valvola e poi procedere allo sgonfiamento della gomma. Prima di montare il cerchione sulla macchina è anche necessario premere il tallone dello pneumatico, così da avere un buon punto di partenza per il lavoro. Si smontano i pesi delle ruote e poi si regola il braccio di montaggio della macchina secondo le dimensioni del cerchione. I talloni vengono poi ruotati verso l’alto, in modo da sbloccare la gomma e renderla estraibile. Il successivo montaggio dello pneumatico è molto simile, anche se ovviamente in senso inverso e montando una nuova valvola. Il momento del cambio degli pneumatici è anche un’occasione molto importante per controllare il loro stato di salute. Ovviamente un gommista di fiducia sarà il primo a comunicarvi se sia necessario o meno acquistare delle gomme nuove, ma anche voi potete fare dei controlli veloci. La legge, infatti, prevede che il battistrada abbia una profondità minima di 1,6 millimetri, ma già a 3 mm è consigliabile effettuare il cambio. Per fare una verifica molto veloce, anche se non affidabile al 100%, potete usare una moneta da 1 euro. Posizionatela in una scanalatura della vostra gomma e se riuscite a vedere il bordo dorato della moneta, allora è il momento di cambiare. La misura della moneta da 1 euro è valida per le gomme estive, mentre per le invernali è meglio usare quella da 2 euro, più grande. Anche la conservazione delle gomme non utilizzate è importante: la soluzione ideale per evitare seccature premature o fastidiose ovalizzazioni sarebbe quella di avere un treno di cerchioni per ogni treno di gomme in nostro possesso. Nel caso questo mancasse, la maggior parte dei gommisti offre un servizio di deposito stagionale. Abbiamo quindi montato le nostre Yokohama BluEarth Winter V905, che ci serviranno per uno speciale test drive invernale. Rimanete sulle pagine di Motorionline, vi dimostreremo come il cambio delle gomme della nostra auto non sia solamente un capriccio da appassionati. Speciali ringraziamenti all’Autofficina Bertuletti & Bigoni, SP 159 9/11, a Mediglia (MI) [post_title] => Montare le gomme: tutto quello che c’è da sapere [GUIDA FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => montare-le-gomme-tutto-quello-che-ce-da-sapere-guida-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-11-29 11:14:24 [post_modified_gmt] => 2017-11-29 10:14:24 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=466135 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 1 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Montare le gomme: tutto quello che c’è da sapere [GUIDA FOTO]

Come fanno i gommisti esperti

Vi siete mai chiesti come vengono montate le gomme delle nostre auto? Non è complicato, ma nemmeno semplice. Ci sono degli strumenti precisi per fare in modo che l’unico punto di contatto tra la nostra auto e il manto stradale sia efficace e garantisca la massima sicurezza. Ci siamo fatti raccontare alcuni trucchi da un gommista convenzionato Yokohama

Da qualche giorno le nostre auto sono, per legge, dotate di pneumatici invernali o comunque omologati per la stagione più fredda. Un cambiamento dettato non da un semplice “vezzo”, ma da una necessità di sicurezza ben precisa. Le gomme infatti sono l’unico punto di contatto tra la nostra vettura e il manto stradale, per cui la loro perfetta efficienza e la loro cura sono degli elementi fondamentali per la nostra stessa integrità. Abbiamo già parlato diverse volte delle caratteristiche che dovrebbe avere una gomma per rispondere a determinate necessità, ma questa volta vogliamo parlare di un argomento forse più oscuro e segreto. La maggior parte di noi, infatti, è abituata a lasciare la propria auto dal gommista e attendere qualche ora prima di ritirarla con le gomme perfettamente montate. Come fa, però, a levare dai cerchioni degli pneumatici in grado di reggere più di una tonnellata di auto? Non basta certo lavorare a mani nude. Siamo andati all’Autofficina Bertuletti & Bigoni, a Mediglia in provincia di Milano, per farci mostrare quali sono i vari procedimenti su delle gomme Yokohama BluEarth Winter V905 (l’autofficina fa parte del network ufficiale del marchio nipponico).

Come detto, montare una gomma può non essere un’operazione troppo complessa, ma un gommista esperto prima di tutto ha a disposizione ogni strumento necessario per completare il lavoro e, in secondo luogo, conosce perfettamente le procedure per il montaggio di gomme particolari come le UHP o le run flat.
La prima fase dello smontaggio, naturalmente, comporta la rimozione della gomma vecchia dal cerchione dell’auto. Per fare questo prima è necessario allentare il nucleo della valvola e poi procedere allo sgonfiamento della gomma. Prima di montare il cerchione sulla macchina è anche necessario premere il tallone dello pneumatico, così da avere un buon punto di partenza per il lavoro. Si smontano i pesi delle ruote e poi si regola il braccio di montaggio della macchina secondo le dimensioni del cerchione. I talloni vengono poi ruotati verso l’alto, in modo da sbloccare la gomma e renderla estraibile. Il successivo montaggio dello pneumatico è molto simile, anche se ovviamente in senso inverso e montando una nuova valvola.

Il momento del cambio degli pneumatici è anche un’occasione molto importante per controllare il loro stato di salute. Ovviamente un gommista di fiducia sarà il primo a comunicarvi se sia necessario o meno acquistare delle gomme nuove, ma anche voi potete fare dei controlli veloci. La legge, infatti, prevede che il battistrada abbia una profondità minima di 1,6 millimetri, ma già a 3 mm è consigliabile effettuare il cambio. Per fare una verifica molto veloce, anche se non affidabile al 100%, potete usare una moneta da 1 euro. Posizionatela in una scanalatura della vostra gomma e se riuscite a vedere il bordo dorato della moneta, allora è il momento di cambiare. La misura della moneta da 1 euro è valida per le gomme estive, mentre per le invernali è meglio usare quella da 2 euro, più grande. Anche la conservazione delle gomme non utilizzate è importante: la soluzione ideale per evitare seccature premature o fastidiose ovalizzazioni sarebbe quella di avere un treno di cerchioni per ogni treno di gomme in nostro possesso. Nel caso questo mancasse, la maggior parte dei gommisti offre un servizio di deposito stagionale.

Abbiamo quindi montato le nostre Yokohama BluEarth Winter V905, che ci serviranno per uno speciale test drive invernale. Rimanete sulle pagine di Motorionline, vi dimostreremo come il cambio delle gomme della nostra auto non sia solamente un capriccio da appassionati.

Speciali ringraziamenti all’Autofficina Bertuletti & Bigoni, SP 159 9/11, a Mediglia (MI)

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Guida Sicura

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. PrezzoGomme.it

    1 Dicembre 2017 at 08:57

    Complimenti per l’articolo. Stiamo preparando una guida proprio sul cambio gomme, per cui se siete d’accordo sarò felice di linkare questo post.

Articoli correlati