WP_Post Object ( [ID] => 467979 [post_author] => 51 [post_date] => 2017-12-02 09:52:43 [post_date_gmt] => 2017-12-02 08:52:43 [post_content] => Lamborghini Urus"Finalmente ci siamo! Il 4 Dicembre lanceremo il Super Suv Urus. Una sfida nuova che ci proietterà in una dimensione diversa. Ma manterremo i valori che sono coerenti alla tradizione delle nostre macchine: unicità, straordinarietà, innovazione". E' con queste parole che Stefano Domenicali, CEO di Lamborghini, introduce l'arrivo della Urus, primo Suv della Casa di Sant'Agata Bolognese dell'era moderna. La Urus sarà un modello fortemente innovativo che porterà novità su novità al marchio del "Toro". Innanzitutto, dopo la mitica LM002 costruita tra il 1986 ed il 1993, Lamborghini tornerà ad inserire un Suv nel proprio listino con l'intento di abbracciare una fetta di mercato che in questi anni sta esplodendo. A tal proposito Lamborghini ha già fatto sapere che secondo le proprie stime questo inedito modello dovrebbe essere in grado di raddoppiare la capacità produttiva dell’azienda da 3.500 a ben 7.000 unità. In tal contesto è da vedere l'evidente ampliamento subìto dall'originario stabilimento Lamborghini di Sant’Agata Bolognese negli ultimi 18 mesi che dopo un'incredibile mole di lavori è passato da 80.000 a ben 160.000 metri quadrati. Il tutto è stato fatto al fine di accogliere l’intera e completa catena di montaggio che darà vita alla nuova Lamborghini Urus. E non finisce qui: oltre alla nuova linea di produzione costruita ex novo e denominata "Manifattura Lamborghini", il rinnovato stabilimento sarà dotato anche di una apposita pista di prova dedicata esclusivamente al nuovo Super Suv e caratterizzata dall’utilizzo di ben 13 superfici differenti destinate a mettere a dura prova lo schema di trazione integrale e le inedite modalità di guida (Strada, Sport, Corsa, Terra, Sabbia e Neve) appannaggio della nuova Lamborghini Urus. [post_title] => Lamborghini Urus: la parola a Stefano Domenicali [VIDEO TEASER] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => lamborghini-urus-la-parola-a-stefano-domenicali-video-teaser [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-12-02 09:59:18 [post_modified_gmt] => 2017-12-02 08:59:18 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=467979 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Lamborghini Urus: la parola a Stefano Domenicali [VIDEO TEASER]

Presentazione ufficiale il prossimo 4 Dicembre

Stefano Domenicali, CEO di Lamborghini, non poteva mancare tra i sostenitori della nuova Urus, il primo Super Suv della casa costruttrice di Sant'Agata Bolognese che promette di conservare il tipico DNA della casa del "Toro" anche in un corpo vettura inedito.
Lamborghini Urus: la parola a Stefano Domenicali [VIDEO TEASER]

Lamborghini Urus – “Finalmente ci siamo! Il 4 Dicembre lanceremo il Super Suv Urus. Una sfida nuova che ci proietterà in una dimensione diversa. Ma manterremo i valori che sono coerenti alla tradizione delle nostre macchine: unicità, straordinarietà, innovazione”. E’ con queste parole che Stefano Domenicali, CEO di Lamborghini, introduce l’arrivo della Urus, primo Suv della Casa di Sant’Agata Bolognese dell’era moderna.

La Urus sarà un modello fortemente innovativo che porterà novità su novità al marchio del “Toro”. Innanzitutto, dopo la mitica LM002 costruita tra il 1986 ed il 1993, Lamborghini tornerà ad inserire un Suv nel proprio listino con l’intento di abbracciare una fetta di mercato che in questi anni sta esplodendo. A tal proposito Lamborghini ha già fatto sapere che secondo le proprie stime questo inedito modello dovrebbe essere in grado di raddoppiare la capacità produttiva dell’azienda da 3.500 a ben 7.000 unità.

In tal contesto è da vedere l’evidente ampliamento subìto dall’originario stabilimento Lamborghini di Sant’Agata Bolognese negli ultimi 18 mesi che dopo un’incredibile mole di lavori è passato da 80.000 a ben 160.000 metri quadrati. Il tutto è stato fatto al fine di accogliere l’intera e completa catena di montaggio che darà vita alla nuova Lamborghini Urus.

E non finisce qui: oltre alla nuova linea di produzione costruita ex novo e denominata “Manifattura Lamborghini”, il rinnovato stabilimento sarà dotato anche di una apposita pista di prova dedicata esclusivamente al nuovo Super Suv e caratterizzata dall’utilizzo di ben 13 superfici differenti destinate a mettere a dura prova lo schema di trazione integrale e le inedite modalità di guida (Strada, Sport, Corsa, Terra, Sabbia e Neve) appannaggio della nuova Lamborghini Urus.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati