WP_Post Object ( [ID] => 468814 [post_author] => 63 [post_date] => 2017-12-05 09:23:26 [post_date_gmt] => 2017-12-05 08:23:26 [post_content] => Fare una “visura” al PRA vuol dire ottenere informazioni riguardanti un determinato veicolo quali dati anagrafici, indirizzo e codice fiscale dell'intestatario, tipo di veicolo ed eventuali problemi che lo riguardano (ad esempio multe o fermi amministrativi). E’ una procedura molto utile nel caso di acquisto di un’auto usata. Oltre agli uffici provinciali ACI del PRA e alle agenzie di pratiche auto, le visure si possono fare anche sul web tramite la banca dati PRA online. Ecco come procedere.  

Visura online: come farla e a cosa serve

Sulla base del numero di targa del veicolo (e previo il pagamento degli importi dovuti) è possibile ottenere le informazioni anche online. La visura consente ad esempio il calcolo del bollo auto, basandolo direttamente sulla potenza del veicolo o inserendo i dati forniti nel registro dell’Agenzia delle Entrate. A chi è interessato a comprare la macchina la visura conviene in quanto permette di accertare i dati forniti dal venditore, ma serve anche per risalire ad eventuali fermi amministrativi, ipoteche o vincoli di altro genere. In caso di sinistro è poi possibile individuare il nome del proprietario anche senza conoscere le sue generalità, basta avere il numero di targa. Per fare una visura online bisogna andare nella sezione "Servizi" del sito www.aci.it e cliccare "Visure Pra". A quel punto verrà richiesta la tipologia di pagamento e bisognerà fornire i dati del richiedente, quelli della fatturazione e infine quelli del veicolo. Le visure vengono fornite solo se il veicolo in questione è stato certificato nella banca dati giuridica (per ulteriori informazioni scrivere a visurenet@aci.it). Sono consentite solamente tre visure nello stesso giorno con lo stesso codice fiscale. Attenzione però. La visura così ottenuta non costituisce certificazione, in quanto per legge tale documento può essere rilasciato solo dall'ufficio provinciale ACI.  

Costi del servizio e modalità di pagamento

L'utilizzo del servizio visure online comporta un costo di 8,83 euro, di cui 6,00 euro per il costo della visura e 2,32 euro +22% IVA per il costo del servizio telematico. Il pagamento può essere effettuato tramite il Nodo Dei Pagamenti - SPC, scegliendo il Prestatore di Servizi di Pagamento (la banca o un altro istituto di pagamento) e il relativo servizio (addebito su conto corrente, carta di credito, bollettino postale elettronico). In alternativa si può pagare con carta di credito previa autorizzazione della società proprietaria della carta (il relativo rilascio del numero di autorizzazione verrà comunicato all'interessato). Le carte accettate sono Maestro, MasterCard, MasterCard SecureCode, Visa, Verified by Visa, American Express, Diners Club International e PostePay. Nell'estratto conto della carta di credito la visura effettuata e l'importo corrisposto saranno identificati con la causale "VISURENET". [post_title] => Banca dati PRA online: ecco come fare le visure [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => banca-dati-pra-online-visure [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-12-05 09:24:06 [post_modified_gmt] => 2017-12-05 08:24:06 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=468814 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Banca dati PRA online: ecco come fare le visure

Quanto costa e come fare la visura di un veicolo tramite il web

La visura si può fare presso gli uffici provinciali ACI del PRA o nelle agenzie di pratiche auto, ma c'è anche l'opzione web attraverso la banca dati PRA online. Ecco come procedere
Banca dati PRA online: ecco come fare le visure

Fare una “visura” al PRA vuol dire ottenere informazioni riguardanti un determinato veicolo quali dati anagrafici, indirizzo e codice fiscale dell’intestatario, tipo di veicolo ed eventuali problemi che lo riguardano (ad esempio multe o fermi amministrativi). E’ una procedura molto utile nel caso di acquisto di un’auto usata.

Oltre agli uffici provinciali ACI del PRA e alle agenzie di pratiche auto, le visure si possono fare anche sul web tramite la banca dati PRA online. Ecco come procedere.

 

Visura online: come farla e a cosa serve

Sulla base del numero di targa del veicolo (e previo il pagamento degli importi dovuti) è possibile ottenere le informazioni anche online. La visura consente ad esempio il calcolo del bollo auto, basandolo direttamente sulla potenza del veicolo o inserendo i dati forniti nel registro dell’Agenzia delle Entrate.

A chi è interessato a comprare la macchina la visura conviene in quanto permette di accertare i dati forniti dal venditore, ma serve anche per risalire ad eventuali fermi amministrativi, ipoteche o vincoli di altro genere. In caso di sinistro è poi possibile individuare il nome del proprietario anche senza conoscere le sue generalità, basta avere il numero di targa.

Per fare una visura online bisogna andare nella sezione “Servizi” del sito www.aci.it e cliccare “Visure Pra”. A quel punto verrà richiesta la tipologia di pagamento e bisognerà fornire i dati del richiedente, quelli della fatturazione e infine quelli del veicolo.

Le visure vengono fornite solo se il veicolo in questione è stato certificato nella banca dati giuridica (per ulteriori informazioni scrivere a visurenet@aci.it). Sono consentite solamente tre visure nello stesso giorno con lo stesso codice fiscale. Attenzione però. La visura così ottenuta non costituisce certificazione, in quanto per legge tale documento può essere rilasciato solo dall’ufficio provinciale ACI.

 

Costi del servizio e modalità di pagamento

L’utilizzo del servizio visure online comporta un costo di 8,83 euro, di cui 6,00 euro per il costo della visura e 2,32 euro +22% IVA per il costo del servizio telematico.

Il pagamento può essere effettuato tramite il Nodo Dei Pagamenti – SPC, scegliendo il Prestatore di Servizi di Pagamento (la banca o un altro istituto di pagamento) e il relativo servizio (addebito su conto corrente, carta di credito, bollettino postale elettronico).

In alternativa si può pagare con carta di credito previa autorizzazione della società proprietaria della carta (il relativo rilascio del numero di autorizzazione verrà comunicato all’interessato). Le carte accettate sono Maestro, MasterCard, MasterCard SecureCode, Visa, Verified by Visa, American Express, Diners Club International e PostePay. Nell’estratto conto della carta di credito la visura effettuata e l’importo corrisposto saranno identificati con la causale “VISURENET”.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati