Mercedes CLS Shooting Brake: così s’allunga la nuova generazione [RENDERING]

Elegante versione familiare

Nuova Mercedes CLS Shooting Brake - Un nuovo render realizzato da X-Tomi Design ha immaginato la nuova Mercedes CLS Shooting Brake intervenendo sul posteriore della berlina-coupé quattro porte appena presentata a Los Angeles.
Mercedes CLS Shooting Brake: così s’allunga la nuova generazione [RENDERING]

Ogni volta che un modello automobilistico importante debutta con una nuova generazione, in poco tempo arrivano render che provano ad immaginare la vettura in nuove versioni. Questo è quello che successo anche alla nuova Mercedes CLS che la Stella ha recentemente presentato in anteprima qualche giorno fa al Salone di Los Angeles.

La riproduzione grafica che vi proponiamo qui è opera del creativo X-Tomi Design che ha voluto trasformare la nuova CLS in una pratica ed elegante vettura shooting brake, modo alternativo di reinterpretare la configurazione di carrozzeria station wagon.

Immaginiamo che l’autore di questo render non abbia impiegato troppo tempo per rendere la Mercedes CLS da berlina-coupé quattro porte in qualcosa di più adatto alle famiglie. Come si può vedere dalla riproduzione grafica della nuova Mercedes CLS Shooting Brake la sezione posteriore è l’unica cosa diversa dal modello standard e, se non fosse per la linea del tetto curva, si farebbe fatica a capire se si tratta di una normale wagon o di una shooting brake.

Ad ogni modo, anche se la variante è di vostro gradimento, sappiate che Mercedes non ha in programma di realizzare una versione di questo tipo per la nuova CLS, che rimarrà esclusivamente una berlina-coupé quattro porte. I clienti della Stella che, volendo restare fedeli a Mercedes, vorranno una wagon esclusiva dovranno accontentarsi della Classe E Estate.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Primo Piano

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati