Audi SQ2: avvistato un esemplare di prova parzialmente mascherato [FOTO SPIA]

Sotto il cofano un 2.0 TFSI da 310 cavalli?

Audi SQ2 – Sorpreso un modello caratterizzato da coperture su specifici punti. Potrebbe trattarsi della vociferata versione più sportiva

Lo scorso aprile, sulle pagine di Motorionline, è stata riportata l’elaborazione grafica di una potenziale Audi SQ2. Nuove foto di un esemplare, coperto all’altezza dei paraurti, risolleva l’attenzione su un’eventuale versione sportiva del SUV più compatto di Ingolstadt.

Secondo le voci circolate sino ad ora, sotto il cofano della possibile SQ2 figurerebbe il medesimo quattro cilindri di 2.0 litri già collocato sull’ultima Audi S3, che potrebbe generare una potenza vicina o pari a 310 cavalli. Sempre specificando che si tratta di rumors. Le coppie di terminali, visibili nella zona posteriore di questo esemplare, fanno supporre comunque la presenza di un’unità piuttosto potente. Spinta e coppia sarebbero dirette verso tutte le ruote dalla nota trazione quattro e i passaggi di marcia gestiti tramite un cambio automatico S-tronic. Nel complesso, si ipotizza uno scatto da 0 a 100 km/h completato in cinque secondi. Ma resta una supposizione, come detto.
Passando all’estetica, una maggior potenza sarebbe rimarcata da un aspetto esterno più grintoso, oltre a un abitacolo arricchito da dettagli dedicati.

L’immagine citata all’inizio dell’articolo, riportata di nuovo nell’occasione, presenta un frontale ancora più scolpito grazie alla base rimodellata, ridefinita dalle ampie prese d’aria collegate in soluzione unica ad altri sfoghi visibili alla base. Tutti gli elementi sono scuri, stessa tinta che riveste anche la griglia frontale. Questa comprende non solo il logo della casa, ma anche la scritta SQ2, distinguibile poco distante dai classici Quattro Anelli. Il contrasto tra questi dettagli e la colorazione della carrozzeria, potrebbero contribuire ad esaltare ulteriormente le forme dell’auto. Dalle foto si colgono le coperture camouflage localizzate, suggerendo i punti d’intervento di designer e tecnici. Ma anche la doppia coppia di scarichi, già accennata, rafforza le varie ipotesi, costituendo un ulteriore indizio di maggiore grinta. Nel complesso, gli altri caratteri distintivi della vettura resterebbero pressoché immutati, ad esempio la colorazione differente dei montanti posteriori, le specifiche protezioni tipiche da SUV e il disegno scolpito dei fianchi.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati