WP_Post Object ( [ID] => 470444 [post_author] => 24 [post_date] => 2017-12-11 16:34:35 [post_date_gmt] => 2017-12-11 15:34:35 [post_content] => Nella giornata di ieri McLaren ha colto un po' tutti di sorpresa presentando la sua nuova creatura che va a rimpolpare la gamma delle Ultimate Series: una supercar che porta il nome di Ayrton Senna, leggendario pilota brasiliano di Formula 1 prematuramente scomparso in un incidente in pista il 1° maggio 1994 a Imola, durante il Gran Premio d'Italia.  La McLaren Senna è una supercar dall'aspetto insolito con caratteristiche da pista, ma omologata per poter circolare in strada, equipaggiata con un potente motore V8 da 4.0 litri che sprigiona 800 CV di potenza e 800 Nm di coppia massima. Sviluppata all'interno del programma Track22 della Casa di Woking, la McLaren Senna sarà prodotta in serie limitata da 500 esemplari. Come spesso accade in questo caso, l'intero lotto di McLaren Senna è già stato venduto interamente ancor prima che la nuova supercar vedesse le prime luci del debutto. Anzi 499 esemplari della nuova supercar avevano già trovato casa, tranne uno, che è stato messo all'asta nel week-end del debutto. La McLaren Senna in questione, con telaio numero 193, è stata venduta per la strabiliante cifra di 2,67 milioni di dollari, poco più di 2,26 milioni di euro. L'intero ricavato dell'asta sarà devoluto alla Fondazione Ayrton Senna, fondata dalla sorella del pilota brasiliano, che si occupa di aiutare i bambini e sostenere i progetti per l'infanzia nei Paesi poveri e in via di sviluppo. Ricordiamo che il prezzo di listino della McLaren Senna è di 750.000 sterline (al netto delle imposte), parliamo dunque di poco meno di 1 milione di euro. Va sottolineato inoltre che ognuno dei 500 esemplari della nuova supercar contribuirà direttamente alla causa della Fondazione Ayrton Senna, decisione lodevole da parte di McLaren. La McLaren Senna, caratterizzata da esterni con appendici aerodinamiche grintose come il grande alettone sulla coda e il diffusore posteriore in fibra di carbonio, vanta anche un peso estremamente ridotto: 1.198 chilogrammi, che sono 85 kg in meno rispetto alla 720S. La produzione della Senna dovrebbe iniziare nell'estate del prossimo anno, alcuni mesi dopo il suo debutto in pubblico previsto a marzo al Salone di Ginevra 2018. [post_title] => McLaren Senna, l'ultimo esemplare disponibile venduto all'asta per 2,67 milioni di dollari [VIDEO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mclaren-senna-lultimo-esemplare-disponibile-venduto-allasta-per-267-milioni-di-dollari-video [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-12-11 16:35:19 [post_modified_gmt] => 2017-12-11 15:35:19 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=470444 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

McLaren Senna, l’ultimo esemplare disponibile venduto all’asta per 2,67 milioni di dollari [VIDEO]

L'intero ricavato va in beneficenza

McLaren Senna - Mentre 499 McLaren Senna sono state vendute al prezzo di listino, l'ultimo esemplare rimasto della serie limitata da 500 unità è stato battuto all'asta e venduto per 2,67 milioni di dollari. L'intera cifra sarà devoluta alla Fondazione Ayrton Senna che si occupa di aiutare i bambini nei Paesi poveri e in via di sviluppo.

Nella giornata di ieri McLaren ha colto un po’ tutti di sorpresa presentando la sua nuova creatura che va a rimpolpare la gamma delle Ultimate Series: una supercar che porta il nome di Ayrton Senna, leggendario pilota brasiliano di Formula 1 prematuramente scomparso in un incidente in pista il 1° maggio 1994 a Imola, durante il Gran Premio d’Italia. 

La McLaren Senna è una supercar dall’aspetto insolito con caratteristiche da pista, ma omologata per poter circolare in strada, equipaggiata con un potente motore V8 da 4.0 litri che sprigiona 800 CV di potenza e 800 Nm di coppia massima. Sviluppata all’interno del programma Track22 della Casa di Woking, la McLaren Senna sarà prodotta in serie limitata da 500 esemplari.

Come spesso accade in questo caso, l’intero lotto di McLaren Senna è già stato venduto interamente ancor prima che la nuova supercar vedesse le prime luci del debutto. Anzi 499 esemplari della nuova supercar avevano già trovato casa, tranne uno, che è stato messo all’asta nel week-end del debutto. La McLaren Senna in questione, con telaio numero 193, è stata venduta per la strabiliante cifra di 2,67 milioni di dollari, poco più di 2,26 milioni di euro. L’intero ricavato dell’asta sarà devoluto alla Fondazione Ayrton Senna, fondata dalla sorella del pilota brasiliano, che si occupa di aiutare i bambini e sostenere i progetti per l’infanzia nei Paesi poveri e in via di sviluppo.

Ricordiamo che il prezzo di listino della McLaren Senna è di 750.000 sterline (al netto delle imposte), parliamo dunque di poco meno di 1 milione di euro. Va sottolineato inoltre che ognuno dei 500 esemplari della nuova supercar contribuirà direttamente alla causa della Fondazione Ayrton Senna, decisione lodevole da parte di McLaren.

La McLaren Senna, caratterizzata da esterni con appendici aerodinamiche grintose come il grande alettone sulla coda e il diffusore posteriore in fibra di carbonio, vanta anche un peso estremamente ridotto: 1.198 chilogrammi, che sono 85 kg in meno rispetto alla 720S.

La produzione della Senna dovrebbe iniziare nell’estate del prossimo anno, alcuni mesi dopo il suo debutto in pubblico previsto a marzo al Salone di Ginevra 2018.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati