Range Rover Evoque: la nuova generazione muove i primi passi su strada [FOTO SPIA]

Dovrebbe essere presentata nella seconda metà del 2018

Land Rover è impegnata nello sviluppo della seconda generazione della sua Range Rover Evoque che sarà contraddistinta da una generale evoluzione sia nello stile, che erediterà alcune soluzioni estetiche presenti sull'ultima Velar, che nelle scelte tecniche, orientate ad un lieve miglioramento del comfort.

Range Rover Evoque – Il nuovo modello del Suv/coupè della casa costruttrice inglese esce finalmente allo scoperto. Testimonianza sono le inedite foto spia che immortalano un esemplare della seconda generazione alle prese coi primi test drive di sviluppo nei pressi del centro ingegneristico di Gaydon in Inghilterra. Le numerose camuffature presenti sull’esemplare sorpreso dai nostri fotografi ovviamente non permettono di cogliere da vicino le novità di design della nuova versione, ma lasciano aperto il campo a nuove valutazioni.

Premessa: lanciata sul mercato circa sei anni fa, la Range Rover Evoque con quella sua linea ardita che ha successo ancora oggi e che sembra tutto fuorchè invecchiata, ha dato il là al nuovo corso stilistico di Land Rover grazie ad elementi di design innovativi. Linee più marcate e tagli più avvolgenti hanno decretato il successo stilistico della prima Suv con aria da coupè lanciata nel 2012 dal costruttore inglese.

Dopo un successo così eclatante non avrebbe certo avuto senso sconvolgere il design. In tal contesto, Range Rover ha cercato di perseguire la strada dell’evoluzione confermando molti degli stilemi estetici di successo della prima generazione e puntando ad arricchirli con elementi stilistici tipici propri dell’ultima Velar, Suv stilisticamente basato su una pulizia di linee senza eguali.

Il risultato è quello che potete vedere, o per meglio dire intravedere, nelle foto presenti nella nostra galleria: lo stile tipico della Range Rover Evoque, così come abbiamo imparato a conoscerla negli anni, mischiato ad un design estremamente pulito ereditato dalla nuova Velar. Il risultato finale di questo mix di stili con ogni probabilità potremo vederlo non prima del prossimo Salone di Parigi che si terrà ad Ottobre 2018.

Gerry McGovern, il designer della precedente Evoque, siglata L538, non ha dubbi sul fatto che la scelta di seguire una strada evolutiva nel design per la nuova generazione, siglata L551, si possa rivelare la scelta migliore: “Non c’è bisogno di inventare un nuovo stile per la nuova Evoque poichè perderebbe gli ingredienti basilari che hanno decretato il successo dell’attuale generazione in questi sei anni di vita. L’intenzione è quella di mettere ancor più in risalto gli stilemi estetici originali in modo da rendere il nuovo modello ancor più seducente.”

Secondo le ultime indiscrezioni in merito, la strada dell’evoluzione sarà seguita anche sottopelle: difatti la nuova Range Rover Evoque sarà basata su una versione aggiornata della piattaforma D8 che ha dato i natali all’attuale generazione presentata nel 2012. Nello specifico gli aggiornamenti dovrebbero mirare ad un lieve miglioramento del comfort di marcia a tutto vantaggio della comodità dei passeggeri.

A livello tecnico, la nuova generazione di Range Rover Evoque potrebbe essere caratterizzata da una inedita unità propulsiva ibrida non contemplata dall’attuale generazione: nella fattispecie un nuovo motore 1.5 tre cilindri dovrebbe essere accoppiato ad un piccolo propulsore elettrico. Bisognerà aspettare invece per una versione totalmente elettrica che allo stato attuale non è prevista almeno fino a tutto il 2020.

Nuova Volkswagen Polo Da 119 € al mese con Ecoincentivi Statali Richiedi Preventivo

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • riccardo ha detto:

      soprattutto speriamo che migliorino i materiali internii ed meccanici parlo da ex possessore che in tre anni di possesso sono stato piu in officina che in strada

    Articoli correlati