WP_Post Object ( [ID] => 474186 [post_author] => 40 [post_date] => 2017-12-21 15:45:04 [post_date_gmt] => 2017-12-21 14:45:04 [post_content] => Il teatro d'azione è situato nell'area di Shanghai, precisamente l'International Circuit della metropoli cinese. È una prova di velocità, di potenza. Quella della nuova BMW M5. Il miglior giro, da quanto segnalato, è stato completato in 2:22.828; evidenziando le elevate doti dinamiche della vettura. Tempo firmato dal pilota tedesco Bruno Spengler, presente con il marchio bavarese nel DTM e già campione nella stagione 2012. Il dato risulterebbe più basso di ben cinque secondi, rispetto a quando già fatto da una vettura di pari categoria sullo stesso asfalto, sottolineando l'evoluzione della berlina sportiva di Monaco di Baviera, caratterizzata da un cuore potente e soluzioni tecniche sofisticate. Ma lo è ancora di più se si tengono in considerazione i valori registrati sullo stesso tracciato da vetture da gara, dunque non impiegabili sulle normali strade come l'auto bavarese. Escludendo i tempi fatti registrare ad esempio dai fuoriclasse della Formula 1, come il primato di 1:31:68 siglato questo anno dal britannico Lewis Hamilton sulla monoposto Mercedes-AMG o quello di 1:42.53 ottenuto da Toyota grazie alla prestante TS050, ovvero la vettura LMP1 impiegata nel WEC dalla casa giapponese; in rapporto ai tempi firmati ad esempio dalla Citroën C-Elysée di categoria WTCC o dalla Holden Commodore nella serie V8 Supercars, rispettivamente di 1:48.78 e 1:51.06, il risultato ottenuto da Spengler evidenzia in modo netto il carattere agonistico di questa grintosa berlina. La nuova BMW M5 è animata da un voluminoso V8 di 4.4 litri dotato di tecnologia TwinPower Turbo, legato a una trasmissione automatica otto rapporti. La spinta ammonta a 600 cavalli e la coppia massima a 750 Nm, ripartita sulle quattro ruote grazie a una specifica trazione integrale contrassegnata M. Lo scatto da ferma a 100 km/h è completato in 3,4 secondi e raggiunge i 200 km/h in 11,1 secondi, da quanto segnalato. Il picco massimo di velocità, elettronicamente limitata, ammonta a 250 km/h ma, propendendo per un opzionale M Driver’s Package, l'indicatore può toccare quota 305 km/h sul quadro strumenti. [post_title] => Nuova BMW M5: prestazioni in evidenza sul tracciato di Shanghai [FOTO] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => nuova-bmw-m5-prestazioni-in-evidenza-sul-tracciato-di-shanghai-foto [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2017-12-21 15:45:04 [post_modified_gmt] => 2017-12-21 14:45:04 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=474186 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Nuova BMW M5: prestazioni in evidenza sul tracciato di Shanghai [FOTO]

Sotto il cofano pulsa un V8 da 600 cavalli

Nuova BMW M5 – Il pilota Bruno Spengler, impegnato con la casa bavarese nel DTM, ha siglato un interessante risultato sul tracciato cinese

Il teatro d’azione è situato nell’area di Shanghai, precisamente l’International Circuit della metropoli cinese. È una prova di velocità, di potenza. Quella della nuova BMW M5.
Il miglior giro, da quanto segnalato, è stato completato in 2:22.828; evidenziando le elevate doti dinamiche della vettura. Tempo firmato dal pilota tedesco Bruno Spengler, presente con il marchio bavarese nel DTM e già campione nella stagione 2012.

Il dato risulterebbe più basso di ben cinque secondi, rispetto a quando già fatto da una vettura di pari categoria sullo stesso asfalto, sottolineando l’evoluzione della berlina sportiva di Monaco di Baviera, caratterizzata da un cuore potente e soluzioni tecniche sofisticate. Ma lo è ancora di più se si tengono in considerazione i valori registrati sullo stesso tracciato da vetture da gara, dunque non impiegabili sulle normali strade come l’auto bavarese. Escludendo i tempi fatti registrare ad esempio dai fuoriclasse della Formula 1, come il primato di 1:31:68 siglato questo anno dal britannico Lewis Hamilton sulla monoposto Mercedes-AMG o quello di 1:42.53 ottenuto da Toyota grazie alla prestante TS050, ovvero la vettura LMP1 impiegata nel WEC dalla casa giapponese; in rapporto ai tempi firmati ad esempio dalla Citroën C-Elysée di categoria WTCC o dalla Holden Commodore nella serie V8 Supercars, rispettivamente di 1:48.78 e 1:51.06, il risultato ottenuto da Spengler evidenzia in modo netto il carattere agonistico di questa grintosa berlina.

La nuova BMW M5 è animata da un voluminoso V8 di 4.4 litri dotato di tecnologia TwinPower Turbo, legato a una trasmissione automatica otto rapporti. La spinta ammonta a 600 cavalli e la coppia massima a 750 Nm, ripartita sulle quattro ruote grazie a una specifica trazione integrale contrassegnata M. Lo scatto da ferma a 100 km/h è completato in 3,4 secondi e raggiunge i 200 km/h in 11,1 secondi, da quanto segnalato. Il picco massimo di velocità, elettronicamente limitata, ammonta a 250 km/h ma, propendendo per un opzionale M Driver’s Package, l’indicatore può toccare quota 305 km/h sul quadro strumenti.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati