FCA ed Hertz celebrano i 40 anni di collaborazione in Olanda

FCA ed Hertz celebrano i 40 anni di collaborazione in Olanda

Pochi giorni fa consegnata la vettura numero 20.000

FCA Hertz Olanda - In Olanda il Gruppo FCA celebra i 40 anni di collaborazione con Hertz, un partnership cominciata con Fiat nel 1978 e che oggi coinvolge anche i brand Alfa Romeo, Jeep, Abarth e Fiat Professional.
FCA ed Hertz celebrano i 40 anni di collaborazione in Olanda

Il 100° anniversario di Hertz è coinciso con un altro importante traguardo europeo: i 40 anni di collaborazione tra FCA Netherlands ed Hertz, che opera in 145 Paesi nel mondo. Il rapporto è iniziato con Fiat nel 1978 e oggi coinvolge anche i marchi Alfa Romeo, Jeep, Abarth e Fiat Professional.

La proficua partnership tra le due aziende ha porta pochi giorni fa alla consegna della vettura numero 20.000, durante la quale hanno partecipato Henk van den Helder, il Direttore Generale di Hertz Rent A Car Benelux, e Hans van der Plas, Direttore Flotte&Business Sales di FCA Netherlands.

Henk van den Helder ha dichiarato: “Da anni Hertz ed FCA investono nella qualità della loro partnership. Ricordo ancora la prima Fiat 127 e 128. Siamo felici e orgogliosi del rapporto con FCA e del valore di questo rapporto. E, cosa ancora più importante, i clienti Hertz, Thrifty e Dollar amano i prodotti FCA. È una combinazione davvero riuscita“.

Negli ultimi quarant’anni molto è cambiato e la collaborazione con Hertz si è rafforzata costantemente – ha commentato Hans van der Plas, Direttore Flotte&Business Sales di FCA Netherlands -. Ecco perché riteniamo di grande valore questo rapporto. I clienti richiedono specificamente i nostri prodotti. La scelta di una nostra vettura da parte Hertz è ogni volta un conferma della forza e della qualità dei nostri marchi“.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Notizie

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati