WP_Post Object ( [ID] => 482716 [post_author] => 40 [post_date] => 2018-01-19 11:51:15 [post_date_gmt] => 2018-01-19 10:51:15 [post_content] => Nuovo stile, nuovi dettagli calamitanti, ma gli stessi concetti che rendono particolare ogni MINI. Al Salone di Detroit 2018, la casa britannica presenta il nuovo volto delle Cooper. Iniziando dalla meccanica, l'aggiornamento delle nuove MINI Cooper riguarda anche le motorizzazioni con interventi ottimizzati sull'efficienza, secondo quanto segnalato, tramite l'adozione di nuovi cambi e sistemi di iniezione diretta affinati. Tutti rapportati anche al peso più contenuto delle stesse unità motrici, grazie all'uso di materiali più leggeri. Le rinnovate MINI One First risultano spinte da un motore di cubatura 1.5 che può offrire 75 cavalli di potenza e 160 Nm di coppia o in alternativa una variante da 102 cavalli e 190 Nm. La MINI Cooper, poi, vanta ancora un motore da 1.5 alimentato a benzina da 136 cavalli, mentre la più ruggente Cooper risulta spinta da 192 cavalli proposti da un un più corposo 2.0 litri. La panoramica Diesel comprende la nuova MINI One D animata da un 1.5 di 95 cavalli, una Cooper D con il 1.5 da 116 cavalli e una Cooper SD dotata di un motore 2.0 litri, caratterizzato da un nuovo sistema di sovralimentazione a doppio stadio in grado di proporre una potenza di 170 cavalli. In base a quanto emerso, le nuove MINI Cooper possono essere equipaggiate con un cambio manuale sei rapporti, un automatico Steptronic a doppia frizione sette marce con Start&Stop e funzione Coasting, disponibile anche su versioni One, Cooper e Cooper D o un altro automatico Steptronic otto velocità sempre arricchito da sistema Start&Stop e funzione Coasting, associato a un convertitore di coppia. Nel caso della Cooper S si parla di un modello specifico di Steptronic sette rapporti. La variante Steptronic a 8 rapporti risulta proposta di serie sulla MINI Cooper SD, anche nell'opzionale configurazione con comandi al volante e taratura sportiva. L'esterno beneficia di gruppi ottici anteriori ridefiniti caratterizzati da una inedita finitura nera, proposti anche con luci Matrix LED e abbaglianti a gestione automatica, oltre a indicatori integrati nell’anello esterno caratterizzati da luci LED. Così come è distintivo il disegno dei fari posteriori che ricorda la Union Jack britannica. L'estetica è impreziosita da dettagli cromati o in Piano Black, ma anche da nuovi cerchi e inedite vernici metallizzate, in particolare: Startlight Blue, Emerald Grey e Solaris Orange. Nuovi accostamenti cromatici ridefiniscono anche l'abitacolo, con finiture Colour Lines, oltre a un sistema infotainment gestibile tramite un display da 6,5 pollici con porta USB e supporto Bluetooth, assieme a un rinnovato volante multifunzione. Il pacchetto Visual Boost arricchisce l'abitacolo di un display touch e navigatore satellitare e, su richiesta, un modulo di ricarica wireless collocato nel bracciolo centrale. Proposti anche dei servizi collegati a MINI Connected, compatibilità con Apple CarPlay e soluzioni come MINI Online, Concierge Service e Real Time Traffic Information. La MINI Connected App consente poi di gestire da remoto alcune funzioni relative all'auto. Inoltre, da quanto segnalato, la possibilità di effettuare una chiamata d’emergenza e i servizi MINI Teleservices sarebbero collegati anche alla presenza a bordo di una SIM dati 4G. [post_title] => MINI: il rinnovamento presentato a Detroit [FOTO LIVE] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mini-il-rinnovamento-presentato-a-detroit-foto-live [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-01-19 11:51:15 [post_modified_gmt] => 2018-01-19 10:51:15 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=482716 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

MINI: il rinnovamento presentato a Detroit [FOTO LIVE]

Aggiornamento stilistico e contenutistico

MINI – Il marchio britannico, della famiglia BMW, mostra in occasione del NAIAS 2018 l'aggiornamento delle proprie vetture

Nuovo stile, nuovi dettagli calamitanti, ma gli stessi concetti che rendono particolare ogni MINI. Al Salone di Detroit 2018, la casa britannica presenta il nuovo volto delle Cooper.

Iniziando dalla meccanica, l’aggiornamento delle nuove MINI Cooper riguarda anche le motorizzazioni con interventi ottimizzati sull’efficienza, secondo quanto segnalato, tramite l’adozione di nuovi cambi e sistemi di iniezione diretta affinati. Tutti rapportati anche al peso più contenuto delle stesse unità motrici, grazie all’uso di materiali più leggeri. Le rinnovate MINI One First risultano spinte da un motore di cubatura 1.5 che può offrire 75 cavalli di potenza e 160 Nm di coppia o in alternativa una variante da 102 cavalli e 190 Nm. La MINI Cooper, poi, vanta ancora un motore da 1.5 alimentato a benzina da 136 cavalli, mentre la più ruggente Cooper risulta spinta da 192 cavalli proposti da un un più corposo 2.0 litri. La panoramica Diesel comprende la nuova MINI One D animata da un 1.5 di 95 cavalli, una Cooper D con il 1.5 da 116 cavalli e una Cooper SD dotata di un motore 2.0 litri, caratterizzato da un nuovo sistema di sovralimentazione a doppio stadio in grado di proporre una potenza di 170 cavalli. In base a quanto emerso, le nuove MINI Cooper possono essere equipaggiate con un cambio manuale sei rapporti, un automatico Steptronic a doppia frizione sette marce con Start&Stop e funzione Coasting, disponibile anche su versioni One, Cooper e Cooper D o un altro automatico Steptronic otto velocità sempre arricchito da sistema Start&Stop e funzione Coasting, associato a un convertitore di coppia. Nel caso della Cooper S si parla di un modello specifico di Steptronic sette rapporti. La variante Steptronic a 8 rapporti risulta proposta di serie sulla MINI Cooper SD, anche nell’opzionale configurazione con comandi al volante e taratura sportiva.

L’esterno beneficia di gruppi ottici anteriori ridefiniti caratterizzati da una inedita finitura nera, proposti anche con luci Matrix LED e abbaglianti a gestione automatica, oltre a indicatori integrati nell’anello esterno caratterizzati da luci LED. Così come è distintivo il disegno dei fari posteriori che ricorda la Union Jack britannica. L’estetica è impreziosita da dettagli cromati o in Piano Black, ma anche da nuovi cerchi e inedite vernici metallizzate, in particolare: Startlight Blue, Emerald Grey e Solaris Orange.
Nuovi accostamenti cromatici ridefiniscono anche l’abitacolo, con finiture Colour Lines, oltre a un sistema infotainment gestibile tramite un display da 6,5 pollici con porta USB e supporto Bluetooth, assieme a un rinnovato volante multifunzione. Il pacchetto Visual Boost arricchisce l’abitacolo di un display touch e navigatore satellitare e, su richiesta, un modulo di ricarica wireless collocato nel bracciolo centrale. Proposti anche dei servizi collegati a MINI Connected, compatibilità con Apple CarPlay e soluzioni come MINI Online, Concierge Service e Real Time Traffic Information. La MINI Connected App consente poi di gestire da remoto alcune funzioni relative all’auto. Inoltre, da quanto segnalato, la possibilità di effettuare una chiamata d’emergenza e i servizi MINI Teleservices sarebbero collegati anche alla presenza a bordo di una SIM dati 4G.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati