Alfa Romeo 6C: si torna a parlare di una nuova sportiva del Biscione [RENDERING]

Un'indiscrezione accende di nuovo i riflettori sul modello

Alfa Romeo 6C – Ritorna in evidenza la vociferata supercar della casa milanese, dopo un post riportato sull'account Facebook del preparatore Pogea Racing, noto già per aver lavorato sulla 4C
Alfa Romeo 6C: si torna a parlare di una nuova sportiva del Biscione [RENDERING]

La sigla 6C, per gli appassionati di auto storiche, rievoca subito Alfa Romeo. Se ne era parlato tempo fa, legando voci e rumors a una possibile erede delle storiche sei cilindri del Biscione, da cui appunto la denominazione 6C. Una recente indiscrezione riportata dal preparatore tedesco Pogea Racing GmbH sul proprio account Facebook, però, ha risollevato l’attenzione sull’argomento.

In base a quanto riportato sul post, basandosi su quanto riferito da una fonte anonima ma comunque definita “assolutamente affidabile e legittima”, il progetto 6C farebbe parte dei piani del marchio all’interno della linea di prodotto. La stessa vettura potrebbe essere mostrata entro il 2020, forse anticipata già questo o il prossimo anno, in occasione di un Salone. E la stessa Pogea Racing GmbH ripone una “speranza”, ma anche parecchia fiducia, sull’attendibilità dell’indiscrezione fornita da questa fonte. Sottolineando di nuovo non solo l’attendibilità di questa persona, ma anche un ruolo chiave all’interno del management della casa, secondo quanto segnalato.

In rete sono già presenti diverse elaborazioni di un’immaginaria 6C che abbiamo anche riportato in precedenza. Tra le più interessanti c’è quella firmata da LACO Design, che leghiamo nell’occasione a questo articolo. Un’ipotesi diffusa in rete già nel 2015, inserendo alcuni stilemi caratterizzanti del marchio, già visto ad esempio sulla magnetica 8C Competizione, fusi con uno stile ancora più fluido e filante.
Il nome stesso rafforza le supposizioni sul tipo di unità presente sotto il cofano, che potrebbe essere proprio il noto V6 Bi-Turbo di 2.9 litri della Giulia e dello Stelvio Quadrifoglio. Rispetto ai 510 cavalli sviluppati sulla berlina e sul SUV, la potenza potrebbe salire a 600. Continuando a usare il condizionale, dato che si parla sempre di ipotesi, non si può escludere poi che l’incremento di potenza possa essere legato a un’inedita configurazione ibrida, associando un’unità elettrica al citato propulsore termico. Ma si tratta sempre di ipotesi.
La vettura potrebbe essere sviluppata sull’attuale pianale Giorgio impiegato per la gamma Alfa Romeo, ma si pensa anche a una base telaistica specifica, sulla quale poggerebbero anche le prossime sportive marchiate Maserati. Anche la stessa meccanica risulterebbe performante e altamente reattiva, legata alla natura performante del modello.

Rendering: LACO Design

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati