WP_Post Object ( [ID] => 483785 [post_author] => 40 [post_date] => 2018-01-23 15:24:11 [post_date_gmt] => 2018-01-23 14:24:11 [post_content] => Ferrari 488 Speciale o GTO o ancora “Special Series”. Una foto diffusa in rete ha scatenato di nuovo l'attenzione sulla vociferata sportiva di Maranello legata alla 488 GTB, possibile erede a sua volta della funambolica 458 Speciale. Le ultime indiscrezioni sulla vettura sono proprio recentissime e suggeriscono una potenza superiore ai 700 cavalli, generata sempre dal propulsore V8 Turbo di 3,9 litri della 488 GTB, ma meno pesante del 10% rispetto a questo. Dato che lo renderebbe il più potente tra gli otto cilindri firmati dalla casa modenese. Così come più potente e distintivo sarebbe il suono generato dai terminali, grazie a un impianto di scarico specifico. L'ampio uso di materiali leggeri non riguarderebbe solo il propulsore ma l'intero progetto, considerando un uso diffuso di fibra di carbonio per lo sviluppo di diverse componenti tra cui cofano e parti aerodinamiche, così come l'introduzione di cerchi più leggeri del 40% se paragonati a quelli della coupé di serie. Cerchi affiancati da un impianto frenate ad alte prestazioni e abbinati a nuovi pneumatici Michelin Sport Cup. Il contenimento di peso sarebbe funzionale in ottica prestazionale. Un'efficienza non scindibile sia da una vigorosa meccanica notevolmente più reattiva, sia dalle caratteristiche aerodinamiche dell'auto, ulteriormente affinate grazie a una conformazione di prese d'aria, pance, componenti specifiche (tra le quali si parla di uno spoiler attivo), che insieme amplificherebbero i valori di rendimento del 20%. Osservando questa foto si colgono subito tutte le possibile differenze da una Ferrari 488 GTB, pur riscontrando una parentela stretta e chiari rimandi alla coupé, soprattutto notando la forma dei gruppi ottici e le pance. Il cofano scavato, le ampie prese d'aria rimodellate, i fianchi scolpiti e snelli nella sezione centrale, lo splitter pronunciato ed elaborato, ma soprattutto il profilo pronunciato del frontale forse ispirato alla concept Sergio e alla GTE e le bande bianche centrali che scorrono dal frontale lungo la zona alta della vettura, suggeriscono di essere di fronte a un esemplare particolare. La vociferata “Speciale” sarebbe attesa al Salone di Ginevra in programma a marzo, ma per il momento è doveroso il condizionale. [post_title] => Ferrari 488 Speciale: una foto in rete scatena gli interrogativi [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => ferrari-488-speciale-una-foto-in-rete-scatena-gli-interrogativi [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-01-23 15:24:11 [post_modified_gmt] => 2018-01-23 14:24:11 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=483785 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Ferrari 488 Speciale: una foto in rete scatena gli interrogativi

Si tratterebbe di una “Special Series”

Ferrari 488 Speciale – Si intravede una scritta all'interno della foto (nella zona alta) e farebbe pensare a una Ferrari 488 Speciale, ma potrebbe anche trattarsi di “Special Series”. Sono ancora diverse le domande attorno alla misteriosa coupé ad altre prestazioni del Cavallino attesa a Ginevra
Ferrari 488 Speciale: una foto in rete scatena gli interrogativi

Ferrari 488 Speciale o GTO o ancora “Special Series”. Una foto diffusa in rete ha scatenato di nuovo l’attenzione sulla vociferata sportiva di Maranello legata alla 488 GTB, possibile erede a sua volta della funambolica 458 Speciale.

Le ultime indiscrezioni sulla vettura sono proprio recentissime e suggeriscono una potenza superiore ai 700 cavalli, generata sempre dal propulsore V8 Turbo di 3,9 litri della 488 GTB, ma meno pesante del 10% rispetto a questo. Dato che lo renderebbe il più potente tra gli otto cilindri firmati dalla casa modenese. Così come più potente e distintivo sarebbe il suono generato dai terminali, grazie a un impianto di scarico specifico.
L’ampio uso di materiali leggeri non riguarderebbe solo il propulsore ma l’intero progetto, considerando un uso diffuso di fibra di carbonio per lo sviluppo di diverse componenti tra cui cofano e parti aerodinamiche, così come l’introduzione di cerchi più leggeri del 40% se paragonati a quelli della coupé di serie. Cerchi affiancati da un impianto frenate ad alte prestazioni e abbinati a nuovi pneumatici Michelin Sport Cup.

Il contenimento di peso sarebbe funzionale in ottica prestazionale. Un’efficienza non scindibile sia da una vigorosa meccanica notevolmente più reattiva, sia dalle caratteristiche aerodinamiche dell’auto, ulteriormente affinate grazie a una conformazione di prese d’aria, pance, componenti specifiche (tra le quali si parla di uno spoiler attivo), che insieme amplificherebbero i valori di rendimento del 20%.

Osservando questa foto si colgono subito tutte le possibile differenze da una Ferrari 488 GTB, pur riscontrando una parentela stretta e chiari rimandi alla coupé, soprattutto notando la forma dei gruppi ottici e le pance. Il cofano scavato, le ampie prese d’aria rimodellate, i fianchi scolpiti e snelli nella sezione centrale, lo splitter pronunciato ed elaborato, ma soprattutto il profilo pronunciato del frontale forse ispirato alla concept Sergio e alla GTE e le bande bianche centrali che scorrono dal frontale lungo la zona alta della vettura, suggeriscono di essere di fronte a un esemplare particolare.
La vociferata “Speciale” sarebbe attesa al Salone di Ginevra in programma a marzo, ma per il momento è doveroso il condizionale.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati