WP_Post Object ( [ID] => 473537 [post_author] => 37 [post_date] => 2018-01-23 14:06:03 [post_date_gmt] => 2018-01-23 13:06:03 [post_content] => Il fatto che AMG sia divenuto a tutti gli effetti un partner costante per tutti i modelli della casa tedesca non è una novità. Bensì una piacevole sorpresa e soddisfazione per chi, scegliendo il suo modello preferito by Benz, vuole il massimo in tutti i sensi. Nel caso della nostra prova completa su strada 381 CV saranno bastati? Pensiamo di sì, per cui bando alle ciance e scoprite con noi la più estroversa tra le GLA!

Design e Interni:  [xrr rating=5/5]

Né hatchback né SUV, con AMG ha una linea ancora più muscolosa La GLA rappresenta un po’ un mondo a sé nel grande universo delle automobili. Definirla come una normale 5 porte, o ancor più come una Classe A rialzata, sarebbe banale. Ma non è nemmeno una risposta di Mercedes ai crossover, dal momento che la casa preferisce mantenerla nel campo dei SUV. Cos’é quindi? Semplicemente se stessa. Ed è per questo che piace, in particolar modo con il pacchetto dinamico studiato dai tecnici AMG. Dimensioni di tutto rispetto, ma non per questo ingombranti: 4,42 metri di lunghezza per 1,80 di larghezza ed appena 1,48 di altezza difficilmente la accosterebbero agli Sport Utility Vehicle, ma così parrebbe. Il resto però è quanto di più geneticamente vicino alle supercar c’è: davanti le prese d’aria sono state maggiorate, in particolar modo quelle laterali - arricchite di lamelle direzionali - per portare aria fresca tanto al propulsore quanto ai potenti freni a disco. Aggiunto un piccolo spoiler nella parte inferiore per aumentare il carico all’anteriore. Il largo baffo centrale cromato che fa capo alla Stella a tre punte contiene poi il logo AMG, in piccolo sulla destra. I fari led pensano ad incutere timore, specialmente di notte grazie all’ampio fascio di luce proiettato sull’asfalto. Lateralmente spiccano i muscoli con passaruota pronunciati ed una doppia nervatura che solca entrambe le portiere. I cerchi sono da 20” a razze multiple in grigio titanio (200 €) e sono accompagnati da una prominente minigonna in metallo, contrapposta alle barre portatutto sul tetto. Il carbonio delle calotte degli specchietti risalta sulla vernice Bianco Polare della GLA 45 4Matic in prova. Dietro spicca il grosso estrattore di colore nero che contiene l’impianto di scarico Performance ed il piccolo spoiler. Che a richiesta può diventare parecchio più vistoso ed aumentare i carichi aerodinamici. Ma pensiamo che senza la linea sia molto più pulita senza rinunciare alla sportività. Microfibra Dinamica e sedili sportivi non alterano il comfort, anzi In casa Mercedes-Benz l’hanno sì voluta rendere “cattiva”, ma non per questo scomoda. Rimangono le 5 porte così come i 3 posti per la seconda fila. Per il modello del nostro test drive i sedili sono stati rivestiti in pelle nera con cuciture rosse. Quest’ultimo irrompe nella scena da qualunque punto si guardi lo spazio interno: cinture dei sedili, plancia e volante presentano l’accesa colorazione cremisi. E tutto questo non fa che esaltare chi sale a bordo, specialmente il guidatore. Battitacco metallizzato non appena aperta la porta, gli inserti in microfibra Dinamica rendono tutto soft-touch ed allietano i sensi - almeno finché non si preme il pulsante di avviamento. Il volante sportivo AMG con la parte bassa appiattita ed i paddles dietro al volante invocano velocità, cosa che conferma il quadro strumenti a binocolo, con il fondoscala a quota 300 km/h. I sedili davanti sono regolabili elettronicamente ed in più quello lato guida può, in opzione, avere la memorizzazione della posizione per 345 euro. Utile se condividete la AMG GLA 45 4Matic. L’impianto di infotainment prevede lo schermo centrale tipico delle nuove Mercedes-Benz, che pare quasi staccato dalla plancia. Di ottima lettura grazie ad una rotella sul tunnel centrale, può passare da un menu all’altro. Prevista la connessione per gli smartphone anche grazie ai pratici comandi al volante. Un tocco in più può essere offerto dal tetto panoramico (1.451 euro), che regala più luce agli interni ed una visione differente del panorama quando si è in viaggio. Come abbiamo già detto dietro c’è posto per tre, ma complice la trazione integrale quello centrale è più adatto a persone non troppo alte. Molto buono lo spazio per le gambe così come la larghezza. Senza dimenticare i bagagli: il baule parte da 421 litri fino a 1235 con il divano abbattuto.

Comportamento su Strada: [xrr rating=4.5/5]

L’asfalto se lo mangia, lo sterrato lo digerisce con calma Se ci fosse una sola modalità, forse forse verrebbe da spingere la AMG GLA sempre al limite. Dopotutto basta premere a metà l’acceleratore per sentire la spinta poderosa degli oltre 350 cavalli. Per fortuna esistono 4 impostazioni a seconda delle necessità: Normal, Sport, Sport+ e Individual. Se la prima è ideale per l’ambiente urbano, in quanto rende la vettura più morbida di volante e sospensioni - il raggio di sterzata tuttavia è piuttosto ampio - le altre sono fatte per i percorsi misti e le strade extraurbane. Girando la manopola su S crescono le prestazioni ed il gioco si fa più interessante, con un’erogazione più decisa già dai bassi regimi ed un’irrigidimento parziale che non fa sembrare la GLA una vettura rialzata. È però con la S+ che ci si diverte davvero, a scoprire tutte le potenzialità della vettura ed i propri limiti. Che, per inciso, arriveranno sicuramente prima di quelli della 45 4Matic almeno per i primi chilometri. L’elettronica c’è e si sente, ma non per questo bisogna rilassarsi. Mentre tutto diventa rosso e la valvola by-pass dello scarico si apre per far uscire tutto il rombo del 2.0 sovralimentato, il piede affonda e le lancette salgono inesorabilmente. La cambiata giunge fulminea, inalterabile, con un borbottio dal fondo che lascia un ghigno mentre si è alla guida. E qui si capisce l’iniezione apportata dagli uomini AMG. Non è soltanto una questione di potenza ed aerodinamica, ma di esaltazione anche con un SUV. Il volante si mantiene preciso e le gomme da 235/45 offrono stabilità con ogni condizione d’asfalto. Le sospensioni sono rigide ma l’altezza da terra permette di non sentire ogni colpo sulla colonna vertebrale. Alle frenate ci pensa il potente sistema con dischi forati all’anteriore, piuttosto deciso una volta premuto il pedale. Per chi poi vuole sentirsi l’automobile cucita addosso c’è l’ultima funzione: inserendo la ‘I’ si può settare la meccanica a proprio gradimento. E sugli sterrati? Sicuramente non ha molto in comune con la sorellona G, però la trazione integrale 4Matic permette di attraversare strade di campagna con terra e ghiaia senza particolari ostacoli.

Motore e Prestazioni: [xrr rating=5/5]

Il 2.0 litri da 381 CV la rende un missile terra-aria Il 4 cilindri in linea da 1991 cm3 sovralimentato con l’ultimo aggiornamento ha subito un incremento di potenza di 21 cavalli, portandolo ai 381 complessivi. Davvero tanti per questo piccoletto. Ciononostante si esprime con grande progressione e pienezza fino a 6000 giri/min, quando arriva il culmine di potenza, mentre la coppia di 475 Nm è disponibile già a 2250 giri/min. Per scaricare questi numeri a terra non poteva che essere abbinata la trazione integrale permanete 4Matic, capace di regolarsi a seconda dei carichi e dell’aderenza sulle singole ruote. In secondo luogo il cambio sequenziale a 7 rapporti è sempre reattivo ed in modalità automatica regola sempre al millesimo le cambiate, adattandosi allo stile del pilota. Alla base della leva è possibile poi passare alla modalità manuale, premendo il disegno degli ingranaggi. A questo punto sono i polpastrelli e la reattività umana a fare il resto: i paddles in metallo dietro al volante sono quasi impercettibili da una cambiata all’altra, rendendo estatica la strada che si sta percorrendo. Magari di notte. Con dei tornanti. E l’orecchio che sussulta nella spasmodica attesa di sentire lo scarico sportivo borbottare in scalata. Del resto le prestazioni non deludono: 250 km/h di velocità massima (autolimitata) ed uno 0-100 km/h coperto in 4,4 secondi. Alla vostra, uomini di AMG!

Consumi e Costi: [xrr rating=3.5/5]

Ha diversi optional, ma già così è ben equipaggiata Il prezzo base della vettura è di 62.700 euro, quella della nostra prova € 68.952 con alcuni optional che vi abbiamo già descritto. Sicuramente lasceremmo i cerchi da 20 pollici e lo scarico Performance. Ma già così la Mercedes-AMG GLA offre molto di serie, tra cui i sistemi di sicurezza che le assicurano 5 stelle di sicurezza nella prova EuroNCAP, ossia il massimo. Dal lato dei consumi il serbatoio da 56 litri assicura 16,4 km/l nel tratto extraurbano e 13,5 nel misto, stando ai dati della casa. Cifre che richiedono un po’ d’attenzione alla guida - soprattutto tra le varie modalità di guida impostabili - ma non per questo utopiche. Però, con tutto questo ben di Dio messo a disposizione, perché farsi così tanti problemi alla fine? La GLA non è quel tipo di vettura che la si ama o la si odia. Piace e basta. Sa distinguersi in ogni ambiente dove compare perché sembra disinteressarsi al resto, ha un carattere unico. Non vuole o pretende di essere snob, semplicemente ha un’anima tutta sua. Che riesce a trasmettere a chi la guarda. E con la versione AMG 45 4Matic lo fa ancora di più, non soltanto con linee più marcate ma anche con un sound che sa essere devastante. Quando vuole, ovviamente. Perché non bisogna chiederglielo, con lei basta farlo. [review pros="Potenza, Praticità, Sound." cons="Optional costosi, Poche protezioni laterali, Raggio di sterzata."] ⁠ Mercedes-AMG GLA 45 4-Matic: la Pagella di Motorionline [xrrgroup][xrr label="Motore:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Accelerazione:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Ripresa:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Cambio:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Frenata:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Sterzo:" rating="4/5" group="s1"] [xrr label="Tenuta di Strada:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Comfort:" rating="4.5/5" group="s1"] [xrr label="Infotainment:" rating="5/5" group="s1"] [xrr label="Abitabilità:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Bagagliaio:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Posizione di guida:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Dotazione:" rating="4.5/5" group="s1" ] [xrr label="Prezzo:" rating="4/5" group="s1" ] [xrr label="Design:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Finitura" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Piacere di guida:" rating="5/5" group="s1" ] [xrr label="Consumi:" rating="4/5" group="s1" ] [/xrrgroup] [post_title] => Mercedes-AMG GLA 45 4Matic, 381 cavalli non solo per l'asfalto [VIDEO PROVA SU STRADA] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => mercedes-amg-gla-45-4matic-381-cavalli-non-solo-per-lasfalto-video-prova-su-strada [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-01-27 18:56:52 [post_modified_gmt] => 2018-01-27 17:56:52 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=473537 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Mercedes-AMG GLA 45 4Matic, 381 cavalli non solo per l’asfalto [VIDEO PROVA SU STRADA]

Il “piccolo” 2 litri turbo ha una spinta mostruosa e costante

Mercedes-AMG GLA 45 4Matic - Tanta strada ma anche un po’ di sterrato non rappresentano un ostacolo per questa 5 porte rialzata, che nella versione più aggressiva non dimentica il comfort. Anche a 250 km/h.

Il fatto che AMG sia divenuto a tutti gli effetti un partner costante per tutti i modelli della casa tedesca non è una novità. Bensì una piacevole sorpresa e soddisfazione per chi, scegliendo il suo modello preferito by Benz, vuole il massimo in tutti i sensi. Nel caso della nostra prova completa su strada 381 CV saranno bastati? Pensiamo di sì, per cui bando alle ciance e scoprite con noi la più estroversa tra le GLA!

Design e Interni:    ★★★★★ 

Né hatchback né SUV, con AMG ha una linea ancora più muscolosa

La GLA rappresenta un po’ un mondo a sé nel grande universo delle automobili. Definirla come una normale 5 porte, o ancor più come una Classe A rialzata, sarebbe banale. Ma non è nemmeno una risposta di Mercedes ai crossover, dal momento che la casa preferisce mantenerla nel campo dei SUV. Cos’é quindi? Semplicemente se stessa. Ed è per questo che piace, in particolar modo con il pacchetto dinamico studiato dai tecnici AMG. Dimensioni di tutto rispetto, ma non per questo ingombranti: 4,42 metri di lunghezza per 1,80 di larghezza ed appena 1,48 di altezza difficilmente la accosterebbero agli Sport Utility Vehicle, ma così parrebbe. Il resto però è quanto di più geneticamente vicino alle supercar c’è: davanti le prese d’aria sono state maggiorate, in particolar modo quelle laterali – arricchite di lamelle direzionali – per portare aria fresca tanto al propulsore quanto ai potenti freni a disco. Aggiunto un piccolo spoiler nella parte inferiore per aumentare il carico all’anteriore. Il largo baffo centrale cromato che fa capo alla Stella a tre punte contiene poi il logo AMG, in piccolo sulla destra. I fari led pensano ad incutere timore, specialmente di notte grazie all’ampio fascio di luce proiettato sull’asfalto. Lateralmente spiccano i muscoli con passaruota pronunciati ed una doppia nervatura che solca entrambe le portiere. I cerchi sono da 20” a razze multiple in grigio titanio (200 €) e sono accompagnati da una prominente minigonna in metallo, contrapposta alle barre portatutto sul tetto. Il carbonio delle calotte degli specchietti risalta sulla vernice Bianco Polare della GLA 45 4Matic in prova. Dietro spicca il grosso estrattore di colore nero che contiene l’impianto di scarico Performance ed il piccolo spoiler. Che a richiesta può diventare parecchio più vistoso ed aumentare i carichi aerodinamici. Ma pensiamo che senza la linea sia molto più pulita senza rinunciare alla sportività.

Microfibra Dinamica e sedili sportivi non alterano il comfort, anzi

In casa Mercedes-Benz l’hanno sì voluta rendere “cattiva”, ma non per questo scomoda. Rimangono le 5 porte così come i 3 posti per la seconda fila. Per il modello del nostro test drive i sedili sono stati rivestiti in pelle nera con cuciture rosse. Quest’ultimo irrompe nella scena da qualunque punto si guardi lo spazio interno: cinture dei sedili, plancia e volante presentano l’accesa colorazione cremisi. E tutto questo non fa che esaltare chi sale a bordo, specialmente il guidatore. Battitacco metallizzato non appena aperta la porta, gli inserti in microfibra Dinamica rendono tutto soft-touch ed allietano i sensi – almeno finché non si preme il pulsante di avviamento. Il volante sportivo AMG con la parte bassa appiattita ed i paddles dietro al volante invocano velocità, cosa che conferma il quadro strumenti a binocolo, con il fondoscala a quota 300 km/h. I sedili davanti sono regolabili elettronicamente ed in più quello lato guida può, in opzione, avere la memorizzazione della posizione per 345 euro. Utile se condividete la AMG GLA 45 4Matic. L’impianto di infotainment prevede lo schermo centrale tipico delle nuove Mercedes-Benz, che pare quasi staccato dalla plancia. Di ottima lettura grazie ad una rotella sul tunnel centrale, può passare da un menu all’altro. Prevista la connessione per gli smartphone anche grazie ai pratici comandi al volante. Un tocco in più può essere offerto dal tetto panoramico (1.451 euro), che regala più luce agli interni ed una visione differente del panorama quando si è in viaggio. Come abbiamo già detto dietro c’è posto per tre, ma complice la trazione integrale quello centrale è più adatto a persone non troppo alte. Molto buono lo spazio per le gambe così come la larghezza. Senza dimenticare i bagagli: il baule parte da 421 litri fino a 1235 con il divano abbattuto.

Comportamento su Strada:  ★★★★½ 

L’asfalto se lo mangia, lo sterrato lo digerisce con calma

Se ci fosse una sola modalità, forse forse verrebbe da spingere la AMG GLA sempre al limite. Dopotutto basta premere a metà l’acceleratore per sentire la spinta poderosa degli oltre 350 cavalli. Per fortuna esistono 4 impostazioni a seconda delle necessità: Normal, Sport, Sport+ e Individual. Se la prima è ideale per l’ambiente urbano, in quanto rende la vettura più morbida di volante e sospensioni – il raggio di sterzata tuttavia è piuttosto ampio – le altre sono fatte per i percorsi misti e le strade extraurbane. Girando la manopola su S crescono le prestazioni ed il gioco si fa più interessante, con un’erogazione più decisa già dai bassi regimi ed un’irrigidimento parziale che non fa sembrare la GLA una vettura rialzata. È però con la S+ che ci si diverte davvero, a scoprire tutte le potenzialità della vettura ed i propri limiti. Che, per inciso, arriveranno sicuramente prima di quelli della 45 4Matic almeno per i primi chilometri. L’elettronica c’è e si sente, ma non per questo bisogna rilassarsi. Mentre tutto diventa rosso e la valvola by-pass dello scarico si apre per far uscire tutto il rombo del 2.0 sovralimentato, il piede affonda e le lancette salgono inesorabilmente. La cambiata giunge fulminea, inalterabile, con un borbottio dal fondo che lascia un ghigno mentre si è alla guida. E qui si capisce l’iniezione apportata dagli uomini AMG. Non è soltanto una questione di potenza ed aerodinamica, ma di esaltazione anche con un SUV. Il volante si mantiene preciso e le gomme da 235/45 offrono stabilità con ogni condizione d’asfalto. Le sospensioni sono rigide ma l’altezza da terra permette di non sentire ogni colpo sulla colonna vertebrale. Alle frenate ci pensa il potente sistema con dischi forati all’anteriore, piuttosto deciso una volta premuto il pedale. Per chi poi vuole sentirsi l’automobile cucita addosso c’è l’ultima funzione: inserendo la ‘I’ si può settare la meccanica a proprio gradimento. E sugli sterrati? Sicuramente non ha molto in comune con la sorellona G, però la trazione integrale 4Matic permette di attraversare strade di campagna con terra e ghiaia senza particolari ostacoli.

Motore e Prestazioni:  ★★★★★ 

Il 2.0 litri da 381 CV la rende un missile terra-aria

Il 4 cilindri in linea da 1991 cm3 sovralimentato con l’ultimo aggiornamento ha subito un incremento di potenza di 21 cavalli, portandolo ai 381 complessivi. Davvero tanti per questo piccoletto. Ciononostante si esprime con grande progressione e pienezza fino a 6000 giri/min, quando arriva il culmine di potenza, mentre la coppia di 475 Nm è disponibile già a 2250 giri/min. Per scaricare questi numeri a terra non poteva che essere abbinata la trazione integrale permanete 4Matic, capace di regolarsi a seconda dei carichi e dell’aderenza sulle singole ruote. In secondo luogo il cambio sequenziale a 7 rapporti è sempre reattivo ed in modalità automatica regola sempre al millesimo le cambiate, adattandosi allo stile del pilota. Alla base della leva è possibile poi passare alla modalità manuale, premendo il disegno degli ingranaggi. A questo punto sono i polpastrelli e la reattività umana a fare il resto: i paddles in metallo dietro al volante sono quasi impercettibili da una cambiata all’altra, rendendo estatica la strada che si sta percorrendo. Magari di notte. Con dei tornanti. E l’orecchio che sussulta nella spasmodica attesa di sentire lo scarico sportivo borbottare in scalata. Del resto le prestazioni non deludono: 250 km/h di velocità massima (autolimitata) ed uno 0-100 km/h coperto in 4,4 secondi. Alla vostra, uomini di AMG!

Consumi e Costi:  ★★★½☆ 

Ha diversi optional, ma già così è ben equipaggiata

Il prezzo base della vettura è di 62.700 euro, quella della nostra prova € 68.952 con alcuni optional che vi abbiamo già descritto. Sicuramente lasceremmo i cerchi da 20 pollici e lo scarico Performance. Ma già così la Mercedes-AMG GLA offre molto di serie, tra cui i sistemi di sicurezza che le assicurano 5 stelle di sicurezza nella prova EuroNCAP, ossia il massimo. Dal lato dei consumi il serbatoio da 56 litri assicura 16,4 km/l nel tratto extraurbano e 13,5 nel misto, stando ai dati della casa. Cifre che richiedono un po’ d’attenzione alla guida – soprattutto tra le varie modalità di guida impostabili – ma non per questo utopiche. Però, con tutto questo ben di Dio messo a disposizione, perché farsi così tanti problemi alla fine? La GLA non è quel tipo di vettura che la si ama o la si odia. Piace e basta. Sa distinguersi in ogni ambiente dove compare perché sembra disinteressarsi al resto, ha un carattere unico. Non vuole o pretende di essere snob, semplicemente ha un’anima tutta sua. Che riesce a trasmettere a chi la guarda. E con la versione AMG 45 4Matic lo fa ancora di più, non soltanto con linee più marcate ma anche con un sound che sa essere devastante. Quando vuole, ovviamente. Perché non bisogna chiederglielo, con lei basta farlo.

Pro e Contro

Ci PiaceNon Ci Piace
Potenza, Praticità, Sound.Optional costosi, Poche protezioni laterali, Raggio di sterzata.


Mercedes-AMG GLA 45 4-Matic: la Pagella di Motorionline
Motore:★★★★★ 
Accelerazione:★★★★★ 
Ripresa:★★★★★ 
Cambio:★★★★★ 
Frenata:★★★★★ 
Sterzo:★★★★☆ 
Tenuta di Strada:★★★★★ 
Comfort:★★★★½ 
Infotainment:★★★★★ 
Abitabilità:★★★★★ 
Bagagliaio:★★★★½ 
Posizione di guida:★★★★★ 
Dotazione:★★★★½ 
Prezzo:★★★★☆ 
Design:★★★★★ 
Finitura★★★★★ 
Piacere di guida:★★★★★ 
Consumi:★★★★☆ 

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati