Spider e Cabriolet: manutenzione e pulizia del tetto in tela

Spider e Cabriolet: manutenzione e pulizia del tetto in tela

Amate viaggiare con le auto scoperte? Ecco come tenere pulito il tetto in tela

Tutto quello che c'è da sapere per la pulizia e la manutenzione del tettuccio in tela
Spider e Cabriolet: manutenzione e pulizia del tetto in tela

A chi non piacciono le auto spider o cabriolet? Soprattutto d’estate, la possibilità di viaggiare a cielo aperto ci dà sensazioni davvero uniche. Di contro però, c’è da mettere in conto la cura del tetto in tela. Come fare una manutenzione efficiente?

Se amate le auto scoperte ma non volete viaggiare col tettuccio perennemente sporco, ecco alcuni consigli utili per mantenere sempre in forma la vostra capote.

 

Differenza tetto in tela e rigido: cosa cambia

Prima di addentrarci nel tema-pulizia, iniziamo distinguendo il tetto in tela da quello rigido. Il tetto in tela (montato sulla maggior parte delle vetture cabriolet) è costituito da un materiale più leggero che, facendo pesare meno l’auto, permette di risparmiare in termini di consumi. Rispetto a quello rigido, il tetto in tela si ripiega in un piccolo spazio dietro i sedili posteriori, senza quindi occupare il bagagliaio. Inoltre il tetto in tela è di più facile personalizzazione, dato che le case automobilistiche permettono di scegliere tra più combinazioni di colore. Di contro è una copertura più soggetta sia agli atti vandalici (se abitate in una zona a rischio mettete l’auto in garage) che allo sporcarsi col passare del tempo (la tela infatti è delicata e lo smog intacca quelle di colore chiaro).

Il tetto rigido è invece presente sui modelli cosiddetti “coupé-cabriolet”, cioè quelle auto che da aperte sono cabrio, ma da chiuse hanno la linea filante di una coupé. Trattasi di una copertura più resistente e meno rumorosa rispetto a quella in tela, che consente inoltre una maggiore visibilità posteriore in quanto il lunotto è più grande rispetto a quello delle auto in tela, che è in plexiglass. Tuttavia, essendo più pesante, il tetto rigido fa consumare leggermente di più la vettura. Inoltre, rilegandosi all’interno del bagagliaio, esso occupa fino a metà dello spazio e ruba un po’ di posto anche ai sedili posteriori.

 

Manutenzione tetto in tela: come procedere

A influire negativamente sui tettucci in tela sono gli agenti atmosferici (acqua, neve e grandine, ma anche il sole), che indeboliscono la trama della tela rendendola rigida e scolorendola. Ma anche gli alberi e gli uccelli sono un pericolo. Come procedere quindi? Punto primo: il lavaggio. In questo caso è meglio non far lavare l’auto presso un autolavaggio, bensì utilizzare un prodotto specifico (magari a base di silicone) e strofinare per bene sulle guarnizioni per impedire che queste ultime diventino porose e dure. E’ inoltre consigliato utilizzare uno spray per lubrificare le cerniere visibili. Viceversa, facendo lavare la macchina presso un autolavaggio si rischia che i punti delicati (come appunto le cerniere, ma anche le guarnizioni) non reggano di fronte a getti d’acqua e d’aria potenti, che tra l’altro potrebbero anche rovinare il tetto stesso.

Quali prodotti vanno utilizzati? Meglio adoperare quelli idrorepellenti o impermeabilizzanti, che fanno da scudo contro la pioggia. Per prima cosa è necessario eliminare, prima con un aspirapolvere e poi con una spazzola, le tracce di sporco presenti sul tetto in tela come polvere, terriccio o sabbia. Dopodiché bisogna lavare e poi risciacquare con la tecnica del lancia schiuma. Per quanto riguarda la prevenzione, se il tetto in tela è molto sporco o umido è bene non richiuderlo in quanto l’abitacolo si riempirebbe di cattivi odori. Nel caso il tessuto del tetto in tela sia in buone condizioni ma abbia un colore sbiadito, si può procedere a ripristinare il colore originale mediante una vernice speciale per tettucci cabrio in tela.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Guide e utilità

    Lascia un commento

    1 commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Marco ha detto:

      Salve, ho trovato l’articolo molto interessante, vorrei avere più informazioni sull’applicazione dell’impregnante colore. La mia auto ha la capote rossa. Avete dritte o consigli? grazie

    Articoli correlati