SEAT al Mobile World Congress 2018: uno sguardo sui progressi della mobilità

SEAT al Mobile World Congress 2018: uno sguardo sui progressi della mobilità

Integrazione uomo-macchina e “Easy Mobility”

SEAT al Mobile World Congress 2018 – La casa spagnola offre una panoramica delle ricerche focalizzate sul legame tra movimento e nuove tecnologie, orientate al futuro dell'automazione
SEAT al Mobile World Congress 2018: uno sguardo sui progressi della mobilità

Diverse soluzioni tecnologiche e ritrovali legati al concetto di “Easy Mobility” sono il fulcro della presenza di SEAT all’edizione 2018 del Mobile World Congress.

La casa iberica cementifica il proprio rapporto con la città di Barcellona, risultando tra le protagoniste di uno degli appuntamenti internazionali più importanti nel settore delle nuove tecnologie e della mobilità. Lo stesso Luca De Meo, Presidente di SEAT, sottolinea l’importanza di questo punto di incontro tra operatori ed appassionati. Lla casa spagnola presenta delle novità che le consentano di “divenire un riferimento nel settore e nella definizione di mobilità del futuro”, ha evidenziato lo stesso dirigente.

Lo stand della casa iberica è suddiviso in diverse zone, la principale delle quali ospita un simulatore con visione a 360° orientato sulla digitalizzazione pensata dal costruttore. Ogni persona ha l’opportunità di configurarlo secondo le proprio preferenze, grazie a un SEAT ID, guidando come proiettato nel prossimo futuro.
Ma sono diverse le prospettive proposte dalla casa, passando da incontri “speed-dating” con varie realtà del mondo tecnologico, per conoscere e rafforzare partnership o crearne delle nuove, mostrando ad esempio i frutti della collaborazione con Telefónica o le ricerche legate alla tecnologica Blockchain sulla tracciabilità e la verifica delle transazioni. Non manca poi la ricerca di nuovi talenti, tramite la piattaforma 4YFN e non si può certo dimenticare l’attenzione per l’intrattenimento di bordo e l’assistenza alla guida, nel primo caso introducendo nell’occasione un accordo con un grosso nome nel campo dei sistemi d’infotainment da quanto anticipato. Ma anche offrire al pubblico la possibilità diretta di sperimentare l’interazione con l’assistente vocale Alexa sulla SEAT Ateca, per valutare i benefici funzionali di una soluzione come questa.

Infine, in evidenza all’area espositiva di SEAT anche una Leon Cristóbal, pensata per “azzerare gli incidenti nel contesto urbano”. Introdotta al recente Smart City Congress, la concept car presenta una particolare panoramica di sistemi di sicurezza, oltre 15, raggruppati in un insieme definito “angelo custode”. Si tratta di dispositivi che si occupano di vari aspetti che possano causare un incidente, dall’abuso di alcool, alla distrazione anche dovuta alla stanchezza, così come la velocità eccessiva.

Scopri le Offerte



    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Auto

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati