Jeep Renegade: consegnata una flotta di 100 esemplari ai Vigili del Fuoco [FOTO]

Livrea rossa con scritte bianche istituzionali e dotazione specifica

Jeep ha provveduto a consegnare una flotta costituita da ben 100 Renegade al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco: le nuove vetture saranno destinate sia ad interventi operativi che a spostamenti veloci sull’intero territorio italiano.

Jeep Renegade – FCA ha voluto integrare ancor di più la propria presenza nella flotta di veicoli destinati ai Vigili del Fuoco: dopo che nel biennio 2016/2017 FCA ha messo a servizio del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco circa 550 veicoli, il 2018 si è aperto con una nuova ed ulteriore fornitura a marchio Jeep. Difatti, FCA ha fatto sapere di aver provveduto a consegnare al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco una flotta di 100 Jeep Renegade.

Contraddistinte a livello stilistico dalla classica livrea rossa con scritte bianche istituzionali, le 100 Jeep Renegade sono equipaggiate tutte con il motore 2.0 Multijet da 120 cv abbinato alla trazione integrale 4WD Active Drive. Tra le dotazioni specifiche riservate ai Vigili del Fuoco vanno segnalate la barra sul tetto con fari a Led di colore blu e luci frontali alogene di colore bianco, la sirena bitonale, la predisposizione radio ricetrasmittente, i tappetini in gomma e in ultimo l’estintore da 2 kg completo di staffa.

Le nuove vetture, come da accordi, verranno destinate sia ad interventi operativi che a spostamenti veloci sull’intero territorio italiano. Per quanto concerne il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco si tratta di “un esempio concreto dell’impegno profuso nel rinnovare continuamente la propria flotta con mezzi sempre più efficienti e performanti”. Per FCA si tratta di un “connubio che pone in risalto l’eccellenza dei prodotti italiani non solo al servizio della sicurezza e dell’ordine pubblico ma anche negli ambiti propri del Vigili del Fuoco: dal soccorso pubblico alla tutela ambientale, dalle attività di protezione civile alla salvaguardia dei beni del nostro Paese”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati