Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e un suggestivo incontro con il passato [VIDEO]

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e un suggestivo incontro con il passato [VIDEO]

Protagoniste anche le storiche Giulia 1600 GTA, TI Super e TZ

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, Giulia 1600 GTA, Giulia TI Super e una TZ – Una nuova piccola sintesi, tramite i suoni e le immagini di diversi esemplari di Giulia, che sottolinea l'esaltante sportività del Biscione
Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio e un suggestivo incontro con il passato [VIDEO]

Non sono solo i 510 cavalli dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio a dettare il ritmo di un filmato che celebra una storia, ancor prima di una passione. Non è solo la linea affilata di una Giulia TZ del 1963 a catturare lo sguardo, mentre la velocità aumenta ad ogni passaggio di marcia. Non sono solo i ruggenti battiti delle storiche versioni di 1600 GTA e TI Super ad arricchire l’orchestrale e tenorile inno alla sportività, emesso dagli scarichi. Quando si parla di Alfa Romeo, dettaglio visivo o suono che sia, si percepisce un evocativo battito sportivo inscindibile dalla storia stessa del marchio.

Le parole appaiono superflue quando è concesso spazio alla voce dei motori e, nel nuovo filmato proposto dalla testata Petrolicious, specializzata in vetture d’epoca, accade proprio questo. La colonna sonora dettata dalla Giulia Quadrifoglio e dagli altri esemplari di Giulia che l’hanno preceduta, risponde a delle silenziose domande. Quelle degli appassionati, quelle dei curiosi, quelle altrettanto abbozzate di chi ha e non ha visto correre le prime, quelli che forse vorrebbero veder correre l’ultima.

L’accelerata sequenza di battiti del V6 di 2.9 litri da 510 cavalli presente sotto il cofano della Giulia, spronato dalla guida rapida e attenta di un pilota professionista e in condizioni di sicurezza, produce un suono potente ma anche leggermente meno acuto rispetto a quello della Giulia Sprint 1600 GTA, nonostante la netta differenza di potenza. Si ridesta l’orecchio di coloro che a metà Anni Sessanta, seppure distanti, percepivano l’avanzare della berlinetta sportiva alleggerita da 165 cavalli, proposta dal vivace propulsore da 1.570 cm3 caratterizzato da carburatori maggiorati e da una doppia accensione. Suono che risulta più pacato sulla Giulia TI Super, dati i 140 cavalli a disposizione. Nota anche come “Giulia Quadrifoglio”, come l’attuale berlina sportiva della casa milanese, perché arricchita con il simbolo delle vetture più energiche del Biscione. Tra gli anni 1963 e 1964 mostrò qualità stradali ed agonistiche vincenti tra le vetture Gran Turismo e Turismo.

Nel filmato compare anche una delle storiche Alfa Romeo più note, in versione da competizione, firmata da uno dei più prestigiosi artisti del design italiano: Zagato. La Giulia TZ (Tubolare Zagato), anche identificata con la denominazione TZ-1 per distinguerla dalla versione evoluta TZ-2, propone un suono ancora più ruggente alimentato dallo stesso motore 1.600 della Giulia TI, portato a 160 cavalli. In questo caso, però, è il rapporto peso/potenza ottimizzato, alla luce dei soli 660 Kg, a far schizzare il modello oltre i 215 Km/h nei lontani Anni Sessanta e, sulle versioni più evolute, avvicinare anche i 240 km/h. Un’ndole sportiva favorita anche da una meccanica con sospensioni indipendenti e un sistema frenante con dischi sulle quattro ruote.

Una simbiosi di aerodinamica, struttura, equilibrio dei pesi e reattività dinamica, ancora oggi confermata dall’ultima Giulia in un concetto evoluto e veloce.

Video: Petrolicious

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati