Tagliando auto: ecco come e quando

Cosa prevede, quando bisogna farlo e quanto costa

Un vero e proprio check-up che limita danni e mantiene sicura la nostra auto
Tagliando auto: ecco come e quando

Le auto sono dei meccanismi complessi che hanno bisogno di una manutenzione costante: è questa che previene problemi potenzialmente gravi o molto costosi, ed è questa che mantiene la vettura sempre sicura. Tra le varie manutenzioni a cui le auto devono sottoporsi c’è il cosiddetto tagliando: una sorta di check-up che va compiuto ogni tot anni oppure ogni tot chilometri. Durante il controllo, da fare all’interno di un’officina autorizzata, i meccanici specializzati effettuano una serie di controlli sulle parti più importanti della vettura e, se necessario, sostituiscono delle parti.

Quando fare il tagliando

A differenza di quel che si potrebbe pensare, non c’è un’indicazione univoca sul quando fare il tagliando. Di norma si seguono le istruzioni della casa madre riportate sul libretto. In linea generale, le auto che fanno uso di lubrificanti standard devono fare il tagliando ogni 10.000/20.000 km o ogni 1/2 anni. Se invece la vettura utilizza dei prodotti “longlife”, il tagliando sarà fatto ogni 30.000 km o più. I modelli più tecnologici, inoltre, hanno delle spie apposite che suggeriscono al conducente che è tempo di effettuare un check-up sulla vettura.

Se entriamo nello specifico, le tempistiche cambiano se parliamo di un’auto nuova o di un’auto usata. In caso di auto nuovissima, appena uscita dalla concessionaria, alcune case automobilistiche suggeriscono un primo tagliando di “controllo” intorno ai 1000 km, un secondo tagliando intorno ai 15.000 km (o due anni), un terzo tagliando intorno ai 30.000 e così via. Se, invece, parliamo di un’auto usata è bene farle fare subito un tagliando presso la nostra officina di fiducia (sperando che sia tutto a posto) e poi continuare a farli seguendo le indicazioni della casa madre. Va da sé più l’auto è vecchia, più andrà “coccolata”.

Cosa prevede il tagliando e quanto costa

Come detto più volte, il tagliando è un vero e proprio check-up della macchina: vediamo nel dettaglio cosa comporta. Innanzitutto, vengono controllati i livelli dei vari liquidi necessari al funzionamento della vettura (motore, freni, servosterzo, etc); viene cambiato l’olio motore e il relativo filtro; viene rabboccato il liquido di raffreddamento, se necessario; viene sostituito il filtro dell’aria e quello dell’abitacolo. Vengono controllati anche i cuscinetti del motore, le pastiglie dei freni e i dischi, gli ammortizzatori, le candele sui motori a benzina e le valvole Egr o Fap dei motori diesel.. Importante è la sostituzione della cinghia di distribuzione, la quale viene effettuata dopo circa 100.000 km o dopo 5/6 anni. Riassumendo: tutto ciò che può usurarsi viene adeguatamente controllato.

Il costo di un tagliando dipende da quanto lavoro viene effettuato sull’auto: può partire dai 150 € per le auto meno complesse (o mal messe!) e può superare abbondantemente le diverse centinaia di euro (per auto prestigiose o con molti problemi tecnici). Va da sé che una buona manutenzione regolare diminuisce il rischio di problemi improvvisi e molto più costosi: pensate solo ai danni che può provocare la rottura della cinghia di distribuzione e al costo che dovrete sobbarcarvi per rimettere a posto quasi un intero motore.

No al “fai da te” 

Se la vostra auto è in garanzia, evitate come la peste nera il fai da te o un’officina non autorizzata: l’effetto (nefastissimo) sarebbe quello di perdere la garanzia e tutti i suoi benefici. Il “no” al fai da te vale anche se non siete esperti e se non avete gli strumenti adatti a casa. Un rabbocco dell’olio o del liquido per il radiatore sono operazioni abbastanza semplici, ma per cambiare una pastiglia dei freni o addirittura mettere le mani dentro il motore servono attrezzi specifici e tanta esperienza: se non avete questi due ingredienti fondamentali, lasciate perdere e affidatevi a un professionista.

Ultime cose da sapere

  • Il tagliando non è obbligatorio, ma è meglio farlo;
  • Il mercato delle officine, specialmente in alcune zone d’Italia, è molto dinamico: tenete d’occhio le offerte della vostra zona perché potreste ottenere un tagliando a prezzi molto vantaggiosi;
  • In questo articolo abbiamo parlato del tagliando per auto ad alimentazione tradizionale, ma anche le altre (gpl, metano, elettriche) devono farlo e i controlli di base sono simili, ma non mancano le specificità.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Guide e utilità

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati