WP_Post Object ( [ID] => 496675 [post_author] => 40 [post_date] => 2018-02-24 17:21:51 [post_date_gmt] => 2018-02-24 16:21:51 [post_content] => La definiscono un'ambasciatrice della loro sportività. Una rivoluzione della personalità di Kia, nominata Stinger. “Design, prestazioni e tecnologia.” Giuseppe Bitti, Amministratore Delegato di Kia Motors Company Italia, sintetizza i punti di forza della nuova Stinger. La berlina di generose dimensioni, caratterizzata da un aspetto sportivo, rappresenta “l'interpretazione moderna di una Gran Turismo” ed “esprime l'aspirazione del brand per il futuro”, sottolinea ancora Giuseppe Bitti. Le motorizzazioni e i livelli di allestimento sono due. Un motore per ciascuna tipologia. Si parte da una caratterizzazione GT Line animata dal propulsore 2.2 litri Diesel CRDi da 200 cavalli e 440 Nm di coppia massima o, in alternativa, la più potente GT dotata del voluminoso motore a benzina V6 di 3.3. litri T-GDI, che può sviluppare 370 cavalli e 510 Nm di coppia. Entrambe le unità sono legate a una trasmissione automatica otto rapporti. Mentre la prima può essere sia a trazione posteriore che integrale, la seconda è integrale già di serie. Ampia anche la dotazione che annovera dispositivi di assistenza e soluzioni per l'intrattenimento di bordo, con qualche optional proposto in aggiunta. I prezzi partono da 47.500,00 Euro, pensando a una versione GT Line spinta dall'unità Diesel citata, oppure da 55.000,00 Euro prendendo in considerazione la più prestante GT, che può raggiungere i 100 km/h da ferma in 4,9 secondi e toccare i 270 Km/h di velocità massima. Interpellato infine sulla possibilità che in futuro possa essere proposta anche un'alternativa ibrida, Giuseppe Bitti ha precisato che, pur non essendoci un progetto specifico: “È in atto un processo di ibridizzazione di tutta la gamma Kia. Noi abbiamo già due modelli, che sono la Niro e la Optima, che dispongono di tecnologia ibrida tradizionale o plug-in hybrid. Abbiamo la Soul che ha la tecnologia elettrica, quindi pian piano vedremo l'applicazione di queste tecnologie, mi riferisco prevalentemente all'ibrido, anche sugli altri modelli della gamma.” “Quindi, al momento non è pianificato, ma il mondo si sa va sempre più veloce in questa direzione, quindi magari tra un paio d'anni potremo avere anche una Stinger con un cuore ibrido”, ha concluso. [post_title] => Kia Stinger: la Gran Turismo secondo la casa di Seul [INTERVISTA] [post_excerpt] => [post_status] => publish [comment_status] => open [ping_status] => closed [post_password] => [post_name] => kia-stinger-la-gran-turismo-secondo-la-casa-di-seul-intervista [to_ping] => [pinged] => [post_modified] => 2018-02-24 17:21:51 [post_modified_gmt] => 2018-02-24 16:21:51 [post_content_filtered] => [post_parent] => 0 [guid] => http://www.motorionline.com/?p=496675 [menu_order] => 0 [post_type] => post [post_mime_type] => [comment_count] => 0 [filter] => raw [post_category] => 0 )

Kia Stinger: la Gran Turismo secondo la casa di Seul [INTERVISTA]

Giuseppe Bitti parla della nuova ampia berlina sportiva

Kia Stinger – Un design ricercato e dei motori potenti sono gli aspetti che risaltano maggiormente, parlando della nuova vettura della casa sud-coreana
Kia Stinger: la Gran Turismo secondo la casa di Seul [INTERVISTA]

La definiscono un’ambasciatrice della loro sportività. Una rivoluzione della personalità di Kia, nominata Stinger.

“Design, prestazioni e tecnologia.” Giuseppe Bitti, Amministratore Delegato di Kia Motors Company Italia, sintetizza i punti di forza della nuova Stinger. La berlina di generose dimensioni, caratterizzata da un aspetto sportivo, rappresenta “l’interpretazione moderna di una Gran Turismo” ed “esprime l’aspirazione del brand per il futuro”, sottolinea ancora Giuseppe Bitti.

Le motorizzazioni e i livelli di allestimento sono due. Un motore per ciascuna tipologia. Si parte da una caratterizzazione GT Line animata dal propulsore 2.2 litri Diesel CRDi da 200 cavalli e 440 Nm di coppia massima o, in alternativa, la più potente GT dotata del voluminoso motore a benzina V6 di 3.3. litri T-GDI, che può sviluppare 370 cavalli e 510 Nm di coppia. Entrambe le unità sono legate a una trasmissione automatica otto rapporti. Mentre la prima può essere sia a trazione posteriore che integrale, la seconda è integrale già di serie. Ampia anche la dotazione che annovera dispositivi di assistenza e soluzioni per l’intrattenimento di bordo, con qualche optional proposto in aggiunta.

I prezzi partono da 47.500,00 Euro, pensando a una versione GT Line spinta dall’unità Diesel citata, oppure da 55.000,00 Euro prendendo in considerazione la più prestante GT, che può raggiungere i 100 km/h da ferma in 4,9 secondi e toccare i 270 Km/h di velocità massima.
Interpellato infine sulla possibilità che in futuro possa essere proposta anche un’alternativa ibrida, Giuseppe Bitti ha precisato che, pur non essendoci un progetto specifico: “È in atto un processo di ibridizzazione di tutta la gamma Kia. Noi abbiamo già due modelli, che sono la Niro e la Optima, che dispongono di tecnologia ibrida tradizionale o plug-in hybrid. Abbiamo la Soul che ha la tecnologia elettrica, quindi pian piano vedremo l’applicazione di queste tecnologie, mi riferisco prevalentemente all’ibrido, anche sugli altri modelli della gamma.” “Quindi, al momento non è pianificato, ma il mondo si sa va sempre più veloce in questa direzione, quindi magari tra un paio d’anni potremo avere anche una Stinger con un cuore ibrido”, ha concluso.

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati