Kia Ceed: perde l’apostrofo al Salone di Ginevra 2018 [FOTO LIVE]

Sarà disponibile sul mercato dopo l'estate 2018

Kia Ceed - Debutto pubblico al Salone di Ginevra 2018 per la compatta coreana, che perde l'apostrofo nel suo nome. Diverse novità sia a livello estetico che di contenuti, per una vettura figlia diretta della Stinger, con un carattere un po' più sportivo. Arriverà nelle concessionarie dopo la prossima estate.

Dopo l’anteprima di metà febbraio a Monaco di Baviera, la nuova Kia Ceed si svela al pubblico al Salone di Ginevra 2018, aperto a tutti gli appassionati dall’8 al 18 marzo. La prima annotazione è legata al nome, perde l’apostrofo sinora utilizzato, ma soprattutto ci sono novità importanti nell’estetica e nei contenuti. La terza generazione della compatta coreana è figlia diretta della Stinger, dal punto di vista stilistico, con diversi richiami sportivi, cambia nelle dimensioni e propone una gamma di motori sia benzina che diesel. Arriverà sul mercato dopo l’estate.

Rispetto al modello precedente, la nuova Kia Ceed propone delle linee più nette e marcate, con la griglia ‘tiger nose’ più larga, i gruppi ottici modernizzati ed un carattere un po’ più sportivo anche nel posteriore, dove troviamo una coppia di luci diurne a LED. Sviluppata sulla piattaforma K2, è più larga di 20 mm e più bassa di 23 mm, mentre non è stato modificato il passo, rispetto alla generazione uscente. Entrando nell’abitacolo possiamo notare un cruscotto con i classici riquadri analogici, mentre sono stati ridotti al minimo gli schermi digitali, seppur l’ambiente si mostri moderno.

Passando alle motorizzazioni, come dicevamo, la gamma è composta sia di benzina che diesel. Partendo dai primi, il 1.000 turbo T-GDi ora arriva a 120 CV, inoltre sono disponibili il 1.4 T-GDi da 140 CV ed il 1.4 MPI da 100 CV. Per quanto riguarda i diesel, il propulsore disponibile è il 1.6 con potenze da 115 e 136 CV ed una coppia per entrambi di 280 Nm. Tutti i motori saranno disponibili di serie con il cambio manuale da sei marce, mentre l’automatico a sette rapporti e doppia frizione sarà possibile richiederlo esclusivamente sul 1.400 T-GDi e sul 1.600 CRDi.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati