Toyota Auris: anteprima mondiale al Salone di Ginevra 2018 [FOTO LIVE]

La terza generazione diventa più sportiva

Al Salone di Ginevra 2018 Toyota ha tolto i veli alla nuova Auris: la terza generazione è contraddistinta da linee più sportive e dalla filosofia Dual Hybrid

Toyota Auris – Il costruttore giapponese ha appena tolto i veli alla terza generazione della sua media di segmento C in occasione del Salone di Ginevra 2018. La nuova Toyota Auris vuole essere la proposta del brand per continuare a migliorare i propri prodotti hybrid e per soddisfare le esigenze di qualsiasi tipologia di cliente. Nel 2010, la prima generazione di Auris è diventata il primo modello chiave Toyota a beneficiare in Europa di una variante Full Hybrid, e diventa oggi il primo ad offrire la scelta tra due motorizzazioni ibride.

Difatti, Toyota ha deciso in futuro di offrire i suoi modelli chiave con una doppia scelta Full Hybrid: la prima offrirà i tradizionali benefici dell’ibrido mantenendo l’efficienza e l’economia dei consumi dell’offerta attuale, mentre la seconda motorizzazione sarà invece progettata per offrire maggiore potenza e dinamismo. In tal contesto, la nuova Toyota Auris offrirà ai clienti una singola motorizzazione convenzionale (un’unità benzina 1.2 turbo) e la scelta tra due trasmissioni ibride con motore termico 1.8 da 122 cavalli (lo stesso delle attuali C-HR e Prius) oppure 2.0 da 180 cv.

La nuova unità propulsiva 2.0 da 180 cv gode di ulteriori vantaggi in linea con una maggiore dinamicità di guida: secondo il costruttore giapponese questa nuova motorizzazione offrirà “un comfort di marcia superiore, maggiore stabilità, grande maneggevolezza e un miglior piacere di guida” anche grazie all’abbinamento con la piattaforma Toyota New Global Architecture (TNGA). Il nuovo pianale più leggero e rigido, infatti, mira ad assicurare un’esperienza di guida più coinvolgente grazie al baricentro ribassato di 20 mm, alla sospensione posteriore multi-link e a una scocca più resistente dovuta all’adozione di acciaio ad elevata rigidità nelle aree chiave della vettura.

Se il telaio è diventato più sportivo, anche il design della nuova Toyota Auris strizza l’occhio ad una più marcata sportività. Simon Humphries, Executive General Manager, Toyota Global Design, ha affermato: “Il primo obiettivo con la nuova Auris era quello di creare la hatchback più audace e dinamica del mercato, senza compromettere in alcun modo la fruibilità interna. Grazie al baricentro ribassato conferito dal layout della TNGA, se osservata lateralmente la vettura risulta agile e leggera, mentre spostandoci al posteriore l’architettura si trasforma radicalmente offrendo un’immagine solida che sono certo riuscirà ad affermarsi sul mercato europeo”.

Più lunga e più bassa rispetto al modello uscente, la nuova Toyota Auris mostra uno stile dinamico: la lunghezza totale (4,37 metri) è stata incrementata di 40 mm, tutti assorbiti all’interno di un passo più lungo (2,64 metri). L’altezza (1,435 metri) è stata invece ridotta di circa 20 mm, mentre la linea del sottoparabrezza risulta 47 mm più bassa rispetto a quella del modello precedente.

Nella parte anteriore della nuova nata spicca la rivisitazione delle filosofie stilistiche Under Priority Catamaran e Keen Look di Toyota: sotto la curvatura sul margine anteriore del cofano, la griglia superiore incorpora il logo Toyota, mentre alle estremità alloggiano i nuovi gruppi ottici con le luci diurne a LED. La cornice sporgente dell’ampia griglia trapezoidale inferiore si sviluppa verticalmente, consentendo la riduzione di 20 mm dello sbalzo anteriore. I lati della cornice creano un anteriore ispirato alle forme di un catamarano, enfatizzando l’incremento di 30 mm in termini di larghezza e sottolineando l’assetto sportivo. Subito sotto la griglia, la cornice si divide per definire chiaramente il bordo dello spoiler anteriore, i cui margini sono rivolti verso l’alto per creare un’area tra lo spoiler e lo ‘scafo’ del catamarano, dove sono alloggiati i fendinebbia a LED. Infine la trama della griglia sfoggia un design tutto nuovo, maggiormente articolato rispetto alla classica trama a nido d’ape.

Il disegno del posteriore risulta più arrotondato rispetto alle forme piane del modello uscente, rafforzando il legame visivo con l’anteriore della vettura. La maggiore angolazione del lunotto posteriore di circa 14° e la forma più muscolosa dall’area subito sopra gli archi passaruota garantiscono alla vettura un look più compatto nonostante uno sbalzo posteriore più lungo di 20 mm. Tutti gli allestimenti montano di serie uno spoiler sul tetto. I gruppi ottici all-LED posteriori sono studiati per enfatizzare la robustezza del posteriore. Allo stesso modo della parte frontale, anche il paraurti posteriore evoca il design Under Priority Catamaran dell’anteriore, mentre il lip inferiore sfoggia doppi inserti cromati. Nello specifico il disegno dinamico della nuova Auris è ulteriormente enfatizzato dalla livrea bicolore, che coniuga il colore della scocca al rivestimento nero del tetto e dei montanti.

Scopri le Offerte


    Trova l'auto giusta per te
    Compilando il presente form acconsento a ricevere le informazioni relative ai servizi che mi interessano ai sensi dell’Informativa Privacy
    Leggi altri articoli in Anticipazioni

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Articoli correlati