Hyundai: le novità del Salone di Ginevra 2018 viste dal marchio [INTERVISTA]

Paolo Sperati ci parla dei modelli esposti in Svizzera

Hyundai - Quattro i modelli portati dalla casa coreana al Salone di Ginevra 2018: Kona Electric, Santa Fe, Nexo e Le Fil Rouge concept. Il Product Communication Specialist di Hyundai Italia ci racconta queste vetture ed il futuro del marchio, che sarà sempre più green.

Tra gli stand più ricchi del Salone di Ginevra 2018, aperto al pubblico fino a domenica 18 marzo, c’è quello di Hyundai: sono ben quattro i modelli portati dal costruttore coreano all’appuntamento elvetico, per un viaggio tra presente e futuro del marchio. Ne abbiamo parlato con Paolo Sperati, Product Communication Specialist di Hyundai Italia, che ci ha spiegato le caratteristiche delle vetture e cosa rappresentano per la casa asiatica. Dove si parla soprattutto di motorizzazioni alternative: “Verranno lanciati 15 modelli green entro il 2020, di cui 10 in Europa, e 18 entro il 2025”.

La carrellata parte dalla Hyundai Kona Electric: è la versione a zero emissioni del SUV compatto del marchio, con soluzioni estetiche dedicate, due varianti di potenza per il motore e per il pacco batteria ed un’autonomia vicina ai 500 chilometri: “Rende la mobilità elettrica una possibilità concreta – spiega Sperati – La caratteristica più importante è il doppio pacco batteria, da 39 e 64 kWh, con autonomie fino a 482 chilometri, con il nuovo ciclo di omologazione”. Anche per la Santa Fe, presente nella nuova generazione, si parla di motorizzazioni alternative: “Si rinnova molto, con una linea più atletica e numerosi sistemi di guida assistita. Nei prossimi mesi arriveranno le versioni ibrida ed ibrida plug-in, per una motorizzazione sempre più attenta all’ambiente”.

Si parla di idrogeno, invece, passando alla Hyundai Nexo. Un tema molto caro al marchio coreano: “E’ da 20 anni che lavoriamo a questo tema ed ora la Nexo è pronta per qualsiasi utilizzo, anche nella quotidianità. Per un pieno di idrogeno bastano 5 minuti e l’autonomia dichiarata è di 800 chilometri, numeri simili ad un motore tradizionale”. Parlavamo di futuro, con la concept Le Fil Rouge: “Andrà a riprendere ed anticipare quello che sarà il nuovo corso stilistico del brand. L’obiettivo è unire in un unico prodotto lo stile, l’architettura, la tecnologia e le dimensioni. Anticiperà diversi modelli green che verranno lanciati in futuro sul mercato”.

Leggi altri articoli in Auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati