Jeep Cherokee 2019: stile, sicurezza e tecnologia

Il Medium SUV ha esterni rinnovati all'insegna dell'autentico DNA Jeep e interni più moderni e funzionali

Disponibile in Europa dalla seconda metà del 2018 negli allestimenti Sport, Longitude, Limited e Overland. A partire dal prossimo anno si aggiungerà l'inarrestabile versione Trailhawk

Jeep Cherokee significa stile, sicurezza e tecnologia, oggi più che mai, vasche che proprio queste sono le basi su cui nasce la versione 2019 del Medium SUV di casa Jeep.

Gli esterni sono stati aggiornati e presentano un look più moderno. Gli aggiornamenti stilistici hanno coinvolto prevalentemente l’anteriore caratterizzato da un aspetto più sofisticato che si ispira all’anima premium della famiglia Jeep, quella del top di gamma Grand Cherokee, e al contempo più fedele alla tradizione stilistica del marchio con interventi sulla fascia frontale che sfoggia nuovi fari a LED con luci diurne (DRL). Inoltre, sulla parte inferiore del paraurti spiccano fari fendinebbia con tecnologia a LED impreziositi da finiture lucide. Ulteriore novità è l’aggiornamento del caratteristico cofano “spiovente”, elemento chiave del modello, che presenta una struttura in alluminio ultraleggero ed è separato dai parafanghi anteriori per sottolinearne il carattere distintivo del Medium SUV Jeep. Allo stesso modo, il posteriore della vettura ora propone un look più contemporaneo e armonioso, su cui spiccano i rinnovati gruppi ottici contraddistinti da una sottile cornice di luci a LED rosse che avvolge le luci degli stop e gli indicatori di direzione. Nuovo anche il portellone posteriore con una nuova maniglia, completamente ridisegnata e posizionata più in alto, e dotato di apertura elettrica azionabile toccando con il piede la parte inferiore del paraurti. I clienti apprezzeranno inoltre il nuovo sportello del carburante con bocchettone per il rifornimento senza tappo. Infine, Cherokee continua a offrire la possibilità di vivere l’emozione della guida open air grazie al tetto panoramico CommandView con doppi vetri apribile elettricamente. CommandView si sviluppa su tutta la lunghezza del tetto fino a comprendere la seconda fila di sedili ed è disponibile a richiesta. Anche gli interni sono stati aggiornati, per offrire ulteriore comfort e funzionalità grazie a pratici vani portaoggetti e a nuovi contenuti tecnologici. Sono inoltre contraddistinti da un design sofisticato, forme scolpite, materiali di qualità superiore, cura artigianale e attenzione al dettaglio. Come dimostrano alcune eleganti finiture Piano Black e Satin Chrome sulle cornici dell’autoradio, delle bocchette di climatizzazione e della leva del cambio. Il comando del freno di stazionamento elettrico è stato posizionato accanto alla cornice del cambio risultando più facilmente raggiungibile. Sul volante spiccano inoltre comandi del cambio integrati sulle versioni con cambio automatico. Il quadro strumenti è dotato di display a LED TFT (transistor a film sottile) da 3,5″ o da 7″. Il display da 7″ a colori visualizza informazioni che il guidatore può configurare facilmente mentre è alla guida – comprese quelle relative a navigazione, velocità, consumi in tempo reale, messaggi di sicurezza, Adaptive Cruise Control-Plus, informazioni audio e a quelle fornite dai sistemi Jeep tra cui il Selec-Terrain. Inoltre, la consolle centrale è stata ridisegnata consentendo di creare lo spazio ideale per smartphone e altri dispositivi accanto alla porta USB integrata. La capacità di carico posteriore è stata aumentata ed offre 30 litri di volume in più per trasportare attrezzatura di vario tipo.

A livello di prestazioni sono stati compiuti notevoli passi in avanti, soprattutto in riferimento all’uso su strada. La sospensione anteriore indipendente con montanti MacPherson e la sospensione posteriore indipendente multi-link sono in grado di assorbire le asperità del fondo stradale durante la guida su strada e off-road, fornendo al contempo un comfort senza pari agli occupanti. Le sospensioni anteriori hanno una corsa di 6,7″, mentre quella delle sospensioni posteriori è di 7,8″ per una migliore articolazione. La culla posteriore isolata, la traversa anteriore altoresistenziale e la rigidità torsionale superiore contribuiscono a un comportamento di guida più morbido e silenzioso, oltre alla grande maneggevolezza della nuova Cherokee. Questo non significa che Cherokee abbia perso la propria vena offro ad, anzi. Le capacità in modalità 4×4, infatti, sono ai vertici della categoria. Disponibile sia nella configurazione a trazione anteriore a due ruote motrici che in quella a trazione a quattro ruote motrici, la nuova Cherokee offre tre avanzati sistemi di trazione integrale che sono stati ottimizzati per assicurare capacità 4×4 di riferimento in qualsiasi condizione di utilizzo. Il primo è il Jeep Active Drive I, completamente riprogettato. I tecnici Jeep hanno ridotto il peso al fine di aumentare l’efficacia del modulo posteriore next-gen (RDM) che è completamente automatico e assicura un funzionamento continuo a qualsiasi velocità, sia nella modalità a quattro ruote motrici sia in quella a due ruote motrici. Ciò ha consentito di ridurre il peso complessivo di circa 8 kg e di dimezzare la distribuzione della coppia alle basse velocità a beneficio dei consumi. Il sistema Jeep Active Drive I non richiede alcun intervento o feedback da parte del conducente, provvede alle azioni correttive necessarie a garantire la stabilità del veicolo e migliora la risposta in condizioni di sovrasterzo e sottosterzo. Poi c’è il Jeep Active Drive II, che è stato aggiornato e ora include un’unità di trasferimento della potenza (PTU) a due velocità con gestione di coppia e marce ridotte. La modalità 4-Low blocca i semiassi anteriori e posteriori per assicurare potenza alle basse velocità e capacità di traino. Il rapporto di riduzione delle marce ridotte – pari a 2,92:1 – migliora le prestazioni quando si affrontano tratti in salita, oltre ad assicurare un eccellente rapporto finale di riduzione nella guida in fuoristrada estremo. Questo sistema include il dispositivo Hill-descent Control, che consente di affrontare tratti in discesa su superfici sconnesse con velocità controllata senza necessità per il conducente di intervenire sul pedale del freno. Jeep Active Drive Lock è un sistema include tutte le caratteristiche del sistema Jeep Active Drive II e in più aggiunge il bloccaggio del differenziale posteriore per assicurare maggior potenza durante la guida a marce ridotte quando si devono superare degli ostacoli o nel fuoristrada estremo. Questo sistema è equipaggiato esclusivamente sulla versione Trailhawk disponibile nei mercati europei ed extra europei dal prossimo anno. Jeep Active Drive prevede presenta inoltre il Selec-Speed Control, il dispositivo che consente al conducente durante la guida in fuoristrada di selezionare una velocità preimpostata-compresa tra 1 km/h e 9 km /h per arrampicarsi su rocce, superare ostacoli estremi e affrontare guadi. Tutti i sistemi 4×4 della Cherokee sono abbinati al sistema di gestione della trazione Selec-Terrain del marchio Jeep che dispone di quattro modalità (Auto, Snow, Sport e Sand/Mud). Nella versione Trailhawk è disponibile anche la modalità Rock per affrontare avventure in off-road estreme. Inoltre, il dispositivo di disconnessione dell’asse posteriore è su tutti i sistemi 4×4 della Cherokee e consente di ridurre le perdite di energia quando non è necessario utilizzare la modalità 4×4, garantendo così una maggiore efficienza nei consumi. La disconnessione dell’asse posteriore permette di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici e di assicurare quindi la gestione permanente della coppia senza intervento da parte del conducente.

La nuova Jeep Cherokee è equipaggiata con i sistemi UconnectTM di ultima generazione, che offrono un’ampia gamma di funzionalità di navigazione, intrattenimento e comunicazione vivavoce e una serie di nuove caratteristiche che migliorano sia l’esperienza di guida sia il comfort dei passeggeri a bordo. A seconda dell’allestimento scelto, la vettura può essere equipaggiata con UconnectTM 5.0, UconnectTM 7.0, UconnectTM 8.4 e UconnectTM 8.4 NAV, che offrono touchscreen ad alta definizione, oltre a un processore più potente e performante con migliorata capacità di risposta. Senza contare che con il nuovo sistema UconnectTM il guidatore ha la possibilità di comandare, nella più completa sicurezza, il climatizzatore, l’impianto audio e molto altro direttamente dal display. Il sistema UconnectTM 5.0″ è di serie sulla versione Sport ed è dotato di Bluetooth e Voice Command. I sistemi UconnectTM da 7,0″, da 8,4″ e 8,4″ NAV si avvalgono di uno schermo tattile capacitivo ad alta definizione e comprendono le nuove funzionalità Apple CarPlay e Android Auto. Tra le funzioni del nuovo sistema UconnectTM ci sono anche la chiamata e la navigazione in vivavoce e il riconoscimento vocale dei messaggi per un’esperienza di guida sicura, rilassante e sempre connessa. Le opzioni integrate nella radio consentono a guidatori e passeggeri di ascoltare web-radio in streaming attraverso Bluetooth e di inserire i propri dispositivi compatibili nelle prese USB o AUX. La navigazione UconnectTM – di serie su UconnectTM 8.4″ NAV – consiste in un intuitivo sistema di comandi vocali che avvia la navigazione semplicemente enunciando l’indirizzo da raggiungere. La nuova Jeep Cherokee è stata realizzata per offrire una dotazione per la sicurezza completa. Il primo elemento di sicurezza è rappresentato dalla architettura Compact U.S. Wide (CUS-wide), costituita da una solida struttura realizzata in acciaio altoresistenziale al 65%. A ciò, gli ingegneri Jeep hanno aggiunto una ricca dotazione per la sicurezza attiva e passiva, che comprende i sistemi Active Forward Collision Warning-Plus with Pedestrian Emergency Braking, LaneSense Lane Departure Warning-Plus, Advanced Brake Assist e Active Speed Limiter – tutti di serie sulla gamma europea. Ulteriori sistemi includono il dispositivo di assistenza al parcheggio ParkSense Parallel/Perpendicular Park Assist, l’Adaptive Cruise Control-Plus, il controllo elettronico della stabilità (ESC), il sistema antiribaltamento elettronico (ERM), il sistema di monitoraggio degli angoli ciechi Blind-Spot Monitoring con Rear Cross Path detection, la telecamera per la retromarcia ParkView con griglia dinamica e 8 airbag (di serie).

La nuova Cherokee arriverà negli showroom Jeep europei a partire dalla seconda metà del 2018 con le versioni Sport, Longitude, Limited ed Overland. E il prossimo anno sarà la volta dell’inarrestabile versione Trailhawk che completerà la gamma del Medium SUV più capace della categoria.

Leggi altri articoli in Anticipazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati